Luglio 1, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cambiamenti nel 2022: novità e divieti a Lidl, Aldi e Rewe

Lo shopping potrebbe sembrare un po’ diverso nel 2022, perché vengono aggiunte nuove regole al supermercato. Tra l’altro, l’assistenza è vietata.

Dortmund – Nuovo anno, nuove regole: in molte regioni ci sono nuovi cambiamenti in sospeso nel 2022, alcuni dei quali legati al nuovo governo federale o alla dilagante pandemia di Corona. I consumatori devono adattarsi anche al supermercato, secondo i rapporti RUHR24*.

determinazione Aldi
fondazione 1946 a Essen
Fondatore Karl Albrecht, Theo Albrecht

Cambiamenti nei supermercati nel 2022: Aldi, Lidl e altri vietano i sacchetti di plastica

La prima modifica riguarda direttamente l’aiuto che solitamente si trova all’uscita dal supermercato. Dal 1° gennaio le buste della spesa in plastica non potranno più essere vendute o esposte nei supermercati tedeschi. Si tratta delle cosiddette “borse tote in plastica leggera” i cui spessori di parete vanno da 15 a 50 micrometri. Sono esclusi dalla norma:

  • Borse fisse riutilizzabili (ad es. borse termiche)
  • sacchetti di carta
  • Sacchetto di plastica sottile vicino a frutta e verdura

È anche in altre regioni La plastica monouso è già vietata dall’estate 2021*. Quindi la scomparsa dei sacchetti di plastica non è stata una sorpresa per molti. secondo Patata fritta Alcune filiali di Aldi (Sud e Nord), Lidl e Rewe hanno anche rimosso la maggior parte dei sacchetti di plastica dalla loro area di pagamento.

Supermercato 2022: modifiche alle date minime dell’intervallo

Il prossimo cambiamento potrebbe avvantaggiare i consumatori, o meglio il portafoglio. Perché nel 2022, molte offerte e sconti potrebbero accumularsi poco prima della chiusura del negozio. Il motivo: sarebbe più facile per i supermercati vendere generi alimentari con una data di scadenza imminente o prodotti deperibili a un prezzo inferiore.

READ  Primo giro in Dacia Jogger: un miracolo spaziale ad un prezzo imbattibile | vita e conoscenza

In precedenza, gli articoli dovevano essere assegnati alla vecchia e alla nuova tariffa. Questo era spesso troppo stressante per i rivenditori e il cibo che in realtà era ancora buono veniva spesso gettato nella spazzatura.

Dal maggio 2022 si applica quanto segue: per gli alimenti con una data migliore prima, è sufficiente, ad esempio, allegare un avviso “30 percento in meno”. Dovrebbe facilitare la vendita. Allo stesso tempo, nell’Unione Europea, Il meglio prima della storia e del suo tag* discussione.

Nuove regole di deposito 2022: ecco a cosa dovrebbero prestare attenzione i clienti dei supermercati

Uno dei maggiori cambiamenti nel supermercato sarà probabilmente l’espansione del sistema di deposito. per colpa di Il 1° gennaio 2022 viene applicato un acconto anche alle altre bevande del supermercato* come prima. In questo caso, le bottiglie di plastica a perdere sono generalmente soggette a cauzione. Anche le lattine di bevande sono soggette a un deposito, così come i vini e gli alcolici.

Inizialmente esiste un regolamento speciale per il confezionamento delle bevande a base di latte. In questo caso, l’obbligo di deposito non è prorogato fino al 1 gennaio 2024 e ciò è disciplinato nella sezione 31 della legge sugli imballaggi.

Ci sono alcune modifiche al supermercato nel 2022.

© Marijan Murat / Rolf Vennenbernd / Oliver Berg / dpa; Collage: RUHR24

Corona al supermercato: cosa può cambiare nel 2022

il Pandemia corona* Potrebbero esserci ancora problemi durante l’acquisto. La regola 2G si applica attualmente nei negozi al dettaglio e nei negozi per le necessità quotidiane, quindi fino ad ora anche i supermercati ne sono stati esentati. Tuttavia, non è chiaro se questo cambierà o se potrebbero seguire ulteriori restrizioni.

READ  DAX a 13.700 punti: la paura della recessione tiene sotto controllo gli investitori

Il commercio chiude ad alta voce Patata fritta Tuttavia, è altamente improbabile. Si prevede che le forniture di cibo in Germania rimarranno sicure nel 2022. Tuttavia, non è chiaro se ci siano problemi di consegna in alcune regioni. Quindi c’era circa il 2021 in A Natale a volte manca il gioco*.

La maggior parte delle aziende prevede che la situazione nel settore della logistica potrebbe rallentare nel secondo trimestre del 2022. I commercianti si lamentano ancora della mancanza di prodotti nei loro magazzini e non è chiaro se arriveranno le forniture. Tuttavia, il collo di bottiglia colpisce principalmente i supermercati nel settore non alimentare e non nel settore alimentare stesso. * RUHR24 fa parte dell’Editing Network IPPEN.MEDIA.

Checklist di valutazione: © Marijan Murat / Rolf Vennenbernd / Oliver Berg / dpa; Collage: RUHR24