Dicembre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Borse in rosso: attendo con ansia i dati sull’occupazione negli Stati Uniti


Rapporto di mercato

Stato: 06.10.2022 22:13

Gli investitori si sono fermati oggi a causa dell’incertezza sul ritmo degli aumenti dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve statunitense. I mercati azionari hanno chiuso in rosso prima della data più importante della settimana del mercato azionario.

Gli investitori nei mercati azionari non hanno rischiato alcuna possibilità in vista del rapporto mensile sull’occupazione statunitense di oggi. Alla luce dei dati positivi del mercato del lavoro privato statunitense e dell’aumento dei prezzi del petrolio, i timori per l’aumento dell’inflazione e il conseguente forte aumento dei tassi di interesse sono tornati a concentrarsi.

L’aumento delle richieste iniziali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti ha sollevato brevemente le speranze che la Federal Reserve statunitense adottasse un approccio più cauto. Il Dow Jones Industrial Index alla fine ha perso l’1,15% ed è sceso a 29.927 punti. Anche l’S&P 500 a livello di mercato ha chiuso in ribasso dell’1,02% e l’indice tecnologico Nasdaq 100 ha chiuso in ribasso dello 0,76%.

Uno sguardo entusiasta al mercato del lavoro statunitense e alla Federal Reserve

All’inizio della settimana, i mercati azionari erano ancora spinti dalla possibilità che la Fed avrebbe rallentato i rialzi dei tassi di interesse a causa dei timori di recessione. Il principale indice statunitense è salito di circa il tre percento lunedì e martedì. Tuttavia, il rapporto sull’occupazione ADP di ieri non ha fornito alcuna indicazione di un possibile allentamento. Il settore privato statunitense ha creato più posti di lavoro del previsto a settembre.

L’ulteriore strategia della Fed rimane in gran parte aperta fino a venerdì, quando verranno pubblicati i dati ufficiali sul mercato del lavoro statunitense. “La giornata di negoziazione di oggi fornisce un’anteprima di ciò che potrebbe accadere agli investitori domani dopo il rilascio dei dati sul mercato del lavoro statunitense”, ha affermato l’analista Konstantin Oldenburger dell’intermediazione online CMC Markets. “Il cambio di posizione della Federal Reserve degli Stati Uniti sembra essere un pensiero di sicurezza da parte degli investitori al momento”.

Ciò è dimostrato dalle dichiarazioni delle stesse autorità monetarie statunitensi. La direttrice Lisa Cook ha sottolineato che il tasso chiave della politica monetaria deve essere ulteriormente aumentato per garantire che le pressioni sui prezzi inizino a placarsi. Ha descritto l’inflazione come “testarda e inaccettabilmente alta”.

DAX con un’altra battuta d’arresto

Tuttavia, il rapporto mensile sul mercato del lavoro è un indicatore importante nei mercati, poiché la Fed si sta muovendo in modo aggressivo verso lo sviluppo dell’occupazione. Cita la forte situazione occupazionale come argomento contro una profonda recessione e cerca invece di controllare i prezzi elevati aumentando drasticamente i tassi di interesse. Quindi gli investitori sperano in dati deboli fino a quando la Fed non ci riconsidererà. Perché i tassi di interesse più alti danneggiano i mercati azionari. Rendono le azioni meno attraenti in due modi: gli investimenti fruttiferi sono richiesti relativamente di più e sta diventando più costoso per le aziende rifinanziarsi.

READ  Poca crescita rimasta: la fine del boom di Netflix provoca il crollo delle azioni

Gli investitori alla Borsa di Francoforte sembrano alquanto scettici. Dopo il calo dei prezzi di metà settimana, l’indice DAX non è stato in grado di tornare in pista. Al termine di una turbolenta giornata di negoziazione, l’indice leader tedesco ha chiuso in calo dello 0,37% a 12.471 punti.

Per ora, non può continuare a sfruttare i suoi recenti guadagni, che lo hanno portato a 12.673 punti martedì. A volte, l’indicatore del mercato azionario è stato più vicino al segno di 12.400 punti sulla scia della debolezza di Wall Street. Il DAX ha perso completamente il suo guadagno giornaliero iniziale dell’1% nel corso dell’anno. Il recente rally dell’indice leader tedesco si è concluso bruscamente ieri.

Calano le vendite al dettaglio

Finora, i segnali contrastanti per il trading azionario sono arrivati ​​in termini economici. Alla luce della crisi energetica e dell’aumento dell’inflazione, il settore retail dell’Eurozona ha registrato nuovamente un calo delle vendite ad agosto. Secondo l’agenzia di statistica Eurostat, le entrate rettificate per il prezzo sono diminuite dello 0,3% rispetto al mese precedente, per la terza volta consecutiva.

L’industria tedesca riceve meno ordini

Un debole segnale economico arriva anche dall’industria tedesca. La nuova produzione ad agosto è stata del 2,4% più debole rispetto a luglio, principalmente a causa della mancanza di ordini di grandi dimensioni. Joerg Kramer, capo economista di Commerzbank, ha commentato i numeri: “L’economia tedesca sta affrontando un inverno difficile per sei mesi e mi aspetto una recessione più che mai, anche se si evita il razionamento del gas”.

Il dollaro USA è di nuovo richiesto come porto sicuro: l’euro è in calo

Il calo della propensione al rischio degli investitori e le aspettative sui tassi di interesse statunitensi, che sono nuovamente aumentati, stanno rafforzando il dollaro USA come bene rifugio. D’altra parte, oggi l’Euro è stato messo sotto pressione. Recentemente, la moneta comune europea è costata $ 0,9801. All’inizio del trading, era temporaneamente quotato al di sopra di $ 0,99.

L’oro diventa negativo

Il prezzo dell’oro risente anche dell’aumento del prezzo del dollaro. Un’oncia d’oro ha perso leggermente 1720 dollari. Il metallo prezioso giallo è riuscito a recuperare notevolmente da quando ha toccato il livello più basso a fine settembre a 1614$.

Il prezzo del petrolio torna a salire

I prezzi del petrolio hanno leggermente esteso i loro guadagni il giorno precedente. Recentemente, il prezzo di un barile di Brent del Mare del Nord (159 litri) è stato di $ 93,88. Erano 53 centesimi in più rispetto al giorno prima. Il prezzo di un barile di greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) è salito di 47 cent a 88,24 dollari. Negli ultimi giorni, i prezzi del petrolio si sono in qualche modo ripresi dal trend debole delle ultime settimane. A ciò ha contribuito una significativa carenza dell’alleanza petrolifera OPEC+. Ieri il cartello è stato aperto Il più grande calo della produzione di petrolio dall’inizio della pandemia di Corona concordato.

READ  Elevata pressione inflazionistica: la Fed è al culmine del prossimo rialzo dei tassi jumbo

Zalando al vertice del DAX – povero riassicuratore

Nel mercato azionario tedesco c’è una domanda speciale di titoli ciclici e gli esperti prevedono un aumento delle acquisizioni viste le difficoltà attuali. Tra i migliori guadagni in DAX c’erano le azioni del rivenditore online Zalando con un premio di oltre il tre percento. Poi ci sono Sartorius e Porsche.

D’altra parte, i titoli di riassicurazione sono deboli. Hanover Re ha perso un buon 2% e il gruppo non è ancora stato in grado di determinarne il peso dopo i miliardi di danni causati dall’uragano Ian in Florida. Munich Re ha registrato un calo dei prezzi ancora maggiore del 2,6%.

Merck flirta di nuovo con acquisizioni più grandi

Tre anni dopo l’acquisizione multimiliardaria della società di elettronica statunitense Versum, Merck sta nuovamente valutando acquisizioni di piccole e medie dimensioni. A partire dal 2023, anche acquisizioni più grandi sono un’opzione, ha affermato il CEO Belen Garijo al DAX Capital Market Day. In generale, Merck si avvicina a una capacità finanziaria di circa 15-20 miliardi di euro. “Abbiamo un ampio margine di manovra finanziario”, ha affermato Markus Kunert, Chief Financial Officer.

Si dice che Volkswagen stia pianificando una joint venture in Cina per il software

Volkswagen vuole accelerare lo sviluppo delle sue attività software in Cina e, secondo fonti informate, sta investendo più di un miliardo di euro in una joint venture. Una persona che ha familiarità con la questione ha detto a Reuters che un importante investimento in una joint venture con un partner cinese dovrebbe essere annunciato la prossima settimana. La Volkswagen ha rifiutato di commentare.

Le azioni Porsche dovevano essere fortemente supportate

Le banche di investimento associate hanno il prezzo delle azioni Porsche in pochi giorni Ha ottenuto un grande impulso dopo l’IPO del produttore di auto sportive a Stoccarda. Per fare ciò, hanno acquistato circa 3,8 milioni di azioni Porsche per 312,8 milioni di euro da giovedì a martedì, secondo una notifica obbligatoria della Bank of America (BofA Securities) incaricata di farlo ieri sera.

Siemens Energy: ritardata l’offerta di acquisto di Gamesa

Il piano di Siemens Energy di acquisire la sua più grande partecipazione in Siemens Gamesa è stato posticipato. In origine, la società con sede a Monaco aveva sperato di iniziare un’offerta formale a metà settembre, a condizione che l’autorità di regolamentazione della borsa spagnola CNMV giocasse. Ma la loro approvazione era ancora in sospeso ieri sera. La società energetica Siemens ha annunciato a maggio che avrebbe acquisito l’intera filiale della società di energia eolica Gamesa per circa quattro miliardi di euro e l’avrebbe tolta dalla borsa.

READ  Indicatori economici chiave: rame al livello più basso dal 2020: perché lo sbiadimento del Dr. Cooper potrebbe essere di cattivo auspicio | newsletter

Sciopero dei piloti all’Eurowings di Lufthansa

Lo sciopero dei piloti di Eurowings potrebbe avvenire più tardi oggi Quasi 30.000 passeggeri sono stati colpiti, paralizzando metà delle operazioni di Eurowings Germania. Le comunicazioni sono già state annullate in mattinata negli aeroporti di Dusseldorf, Colonia, Berlino, Amburgo e Stoccarda. Di recente, Lufthansa ha ipotizzato che solo circa la metà del programma regolare di circa 500 voli potesse essere effettuato.

Il gigante del mobile XXXLutz vuole rilevare Home24

Il colosso austriaco del mobile XXXLutz vuole acquisire il rivenditore di mobili online di Berlino Home24. XXXLutz KG ha annunciato ieri sera che intende fornire 7,50 euro agli azionisti di Home24 per azione come parte della sua offerta pubblica di acquisto. Secondo Home24, l’offerta è superiore del 124% rispetto al prezzo di chiusura delle azioni di martedì, ma lontana dal prezzo di emissione di € 28,50 della sua IPO di giugno 2018. Il top management di Hoome24 sostiene l’offerta pubblica di acquisto.

Shell prevede che i profitti diminuiranno

Il colosso dell’energia Shell prevede che i profitti diminuiranno nel terzo trimestre a causa della riduzione dei margini di profitto nelle operazioni di raffinazione del petrolio, prodotti chimici e commercio di gas naturale. Il gruppo britannico ha registrato profitti record nel primo e nel secondo trimestre del 2022 grazie all’aumento dei prezzi del petrolio e del gas. Ma nel terzo trimestre, i margini di profitto della raffinazione iniziale si sono quasi dimezzati su base trimestrale a 15 dollari al barile, ha affermato oggi il produttore di petrolio in previsione del rilascio degli utili trimestrali il 27 ottobre.

Il capo del gruppo vede la ristrutturazione in pericolo

La società di articoli sportivi in ​​difficoltà Peloton non sta procedendo come sperato con la sua ristrutturazione e sta tagliando centinaia di posti di lavoro in più. Il CEO Barry McCarthy, in carica da febbraio, ha dichiarato al Wall Street Journal che se non ci sarà un’inversione di tendenza nei prossimi sei mesi, Peloton probabilmente non sarà in grado di continuare come società indipendente. Per riportare in carreggiata l’azienda perdente, McCarthy ha detto ai lavoratori che altri 500 posti di lavoro avrebbero dovuto essere tagliati, afferma il rapporto. Dopodiché, l’azienda avrà solo circa 3.800 dipendenti in tutto il mondo. L’anno scorso a volte c’erano il doppio di quel numero.