Maggio 25, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Boris Becker chiede aiuto alla cella

Ad aprile Boris Becker è stato condannato a due anni e mezzo di carcere. Foto: dpa/Frank Augustin

Boris Becker è attualmente in una cella di due uomini in una prigione di Londra. Un tribunale londinese ha condannato la leggenda del tennis a due anni e mezzo di reclusione senza condizionale per vari reati fallimentari. Poiché la star di solito conduce uno stile di vita completamente diverso, non si occupa delle sue attuali condizioni di vita.

Nei giorni scorsi è stato più volte segnalato Per Boris lamentarsi del cattivo odore, del rumore e del poco cibo. Si dice che la sua insoddisfazione abbia offeso un ospite o l’altro.

Boris Becker soffre di claustrofobia

Segnala ora circa “foto”Il 54enne ha anche dovuto fare i conti con l’angusta cella, ha detto il giornale. Boris Becker soffre di claustrofobia e panico in stanze piccole e chiuse.

Quindi alcune guardie hanno lasciato che il tennista lasci aperta la porta della cella durante il giorno. Ma non tutti danno alle celebrità tedesche questo privilegio e la pesante porta della prigione rimane chiusa di notte. Preoccupato, si dice che Boris Becker abbia premuto ripetutamente il pulsante di emergenza nella sua cella lo scorso fine settimana.

La leggenda del tennis continua a premere il pulsante di emergenza

“La prigione è a corto di personale durante i fine settimana, come in ospedale. Il pulsante di emergenza dovrebbe essere utilizzato solo in caso di emergenza”, ha detto a Bild un membro del personale della prigione, rivelando di più: “Dopo che Becker ha premuto ripetutamente la testa in assenza di una vera emergenza, è stato avvertito che lo sportello non era per il servizio in camera d’albergo”.

Da qualche giorno Boris Becker non vive più da solo nella sua piccola cella, ma con un altro prigioniero. I due condividono un letto a castello e servizi igienici, a pochi centimetri dalla zona notte. Vivere così vicino al suo compagno di stanza molto probabilmente ha esacerbato l’umore già teso e in preda al panico di Becker.

“Ha un odore così disgustoso”

Ma c’è speranza per il 54enne: Secondo le informazioni di Bild, la leggenda del tennis non dovrebbe rimanere a Wandsworth per molto tempo, ma sarà trasferita in un’altra prigione la prossima settimana. Spera in condizioni migliori lì rispetto alla sua attuale residenza.

La vita quotidiana in una prigione londinese è molto difficile. Un ex prigioniero di Wandsworth ha detto: “È una prigione molto violenta e non c’è altro modo per dirla”. “foto”. “Prigionieri per prigionieri, prigionieri per guardie e anche un sacco di autolesionismo”. Ha detto che le camere erano arredate a intermittenza e anguste. “Ha un cattivo odore e la vernice sta venendo via dai muri.”

(attaccante)