Maggio 26, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bayern Monaco: Uli Hoeness colpisce ancora la palla! | gli sport

Bayern Monaco: Uli Hoeness colpisce ancora la palla!  |  gli sport

Mercoledì (21:00, DAZN e BILD live show), il Bayern Monaco disputerà il ritorno degli ottavi di finale contro il Paris per un posto nei quarti di finale di prima divisione. Il Monaco è leggermente in vantaggio grazie alla vittoria per 1-0 all’andata.

Nell’ambito dell’evento “Red Sofa” della “Münchner Abendzeitung” Il presidente onorario della Baviera Uli Hoeneß (71 anni) parla al teatro tedesco di Monaco, tra le altre cose, della partita di Parigi, Neuer, Matthew, come affrontiamo i media digitali, la storia di Nagelsmann è sconosciuta e il giocatore dei sogni della Baviera Harry Kane (29).

Coltelli e petardi volano nel campo Prima i giocatori si spaventano, poi i tifosi

La sezione “attacco” ricomincia davvero la sera!

Anche il Paris Saint-Germain, rivale del Bayern Monaco, sta perdendo peso.

Onestà: “Il PSG è un analogo completo del Bayern Monaco. La struttura è completamente diversa. Non so nemmeno quanti membri abbia il PSG. Abbiamo venduto il 25% delle azioni ad Audi, Allianz e Adidas. Tripla A, è sempre stata la mia sogno di avere partner così grandi”.

Dice inoltre: “Al Bayern Monaco o al Psg è molto diverso, dove il maggior donatore è il Qatar. Da noi cda e allenatore si riuniscono per vedere se si può fare qualcosa, e poi va al consiglio di sorveglianza, che decide se ci sono soldi. Da Parigi, si reca a Doha su un jet privato e mostra al principe alcuni video. Poi lui chiede: “Lo vuoi, quanto costa, 100, 150?” E poi, dice dopo, ” Ok, lo faremo”.

Hoeneß ha una potenziale estensione con il partner Qatar Airwayss: So che il consiglio è in trattative con persone a Doha per una proroga. Questo è un concetto completamente diverso, che i nostri membri siano d’accordo o meno”.

La folle storia di Nagelsmann

Hoeneß dice anche che voleva attirare Nagelsmann all’FC Bayern quando era ancora un allenatore giovanile all’Hoffenheim.

“Quello che sta passando lui (Julian Nagelsmann, editore): sei o sette anni fa era seduto nel mio ufficio quando Samer mi ha detto che c’era un allenatore giovanile. Abbiamo concordato 10.000 euro al mese per i nostri giovani”.

A quel tempo, il problema di Hoeneß si chiamava Dietmar Hopp (82).

Hoeneß: “C’è solo un piccolo problema”, ha detto (Nagelsmann, ndr: “Ho ancora un anno di contratto all’Hoffenheim, quindi dovresti parlare con il tuo amico Hopp”. Così ho chiamato Hope e ho detto: “Vorremmo che il tuo giovane allenatore fosse Nagelsmann”. Poi ha detto: “Sei pazzo, non puoi farlo, questo è il nostro futuro, e si occuperà della nostra prima squadra”. Poi sono dovuto rientrare dal contratto già fermo’.

Nagelsmann non deve temere per il suo lavoro se viene eliminato contro il PSG, se Hoeneß ha quello che vuole. “È stato completamente sopravvalutato. Quando abbiamo ottenuto il pareggio, abbiamo detto: ‘È un po’ un disastro sbarazzarsi del Villarreal”. Contro un tale avversario, puoi essere eliminato. Ma c’è una bella differenza se veniamo dal Villarreal o dal Paris Saint-Germain”.

Testo in chiaro in Hoeneß: “Secondo me, il risultato della partita di mercoledì non ha nulla a che fare con la partecipazione di Julian Nagelsmann”.

Trasferire Harry Kane (29)?

Hoeneß dice del potenziale acquisto della stella del Tottenham: Il Manchester City voleva pagare 160 milioni per quell’anno scorso. Non credo che ora sarà molto più economico. Sono somme che non pagherei mai a un giocatore che ha 30 anni (ne compirà 30 a luglio, ndr). Super giocatore, ma non pago questi soldi.

Hoeneß e media digitali

Inoltre, Hoeneß è molto turbato per la riunione del consiglio di sorveglianza durante il Corona.

“Durante una pandemia, abbiamo fatto un paio di sessioni di realtà aumentata digitalmente, che sono state le peggiori in assoluto. Come posso dire a qualcuno digitalmente: ‘Idiota, non sta andando davvero bene'”.

Informazioni sui media digitali: “Non ho Instagram, ho un fax. Vivo bene senza un indirizzo email perché mi risparmio 4000-500 email al giorno. Posso dormire sonni tranquilli. I fax continuano ad arrivare. Poche persone con cui voglio parlare per chiamarmi.” Ho un iPhone, ma solo per telefonare.

Sulla sua relazione con il nuovo CEO Olli Kahn (53): “Non ho alcuna influenza su Oliver Kahn. Finché sono vivo, ho un’opinione. Ma non importa quello che dico, sei pronto a dire: ‘Hoeneß combatte il tabellone’ – è totalmente Gaga.”

Lotario Matthaus (61)

Onestà: “Lothar è stato una figura molto importante al Bayern Monaco negli ultimi 30 anni. È un eccezionale specialista di calcio. L’unica cosa che mi dà fastidio è che per così tanti soldi a volte dimentica che una volta ha giocato a calcio per questo club. Trovo che spesso oltrepassa il limite verso il suo ex datore di lavoro.

Quindi il presidente onorario diventa chiaro. “Non credo che Lothar ricoprirà mai una posizione importante al Bayern Monaco”.

Manuel Neuer (36)

Onestà: “Gli auguro una pronta guarigione. È stato un grave infortunio. Nessuno può dire di essere in forma a maggio o giugno. Spero che sarà in forma come prima e poi sarà tra i pali del Bayern”.

Ha anche elogiato il nuovo sostituto e nuovo arrivato dal Gladbach Jan Sommer (34). “È una manna dal cielo per noi. Essere riusciti a ingaggiare un portiere così eccezionale. Al Fatihah! Jan è un grande personaggio. Ma Manuel è Manuel. Bisognerà vedere cosa succede…”

Hoeneß rivela il colloquio di fatturazione. “Ammetti che è stato un errore. È così. Devi sostenerlo, e poi deve essere buono. Se ne è pentito per molto tempo. Ha parlato con Julian (Nagelsmann, Reid) e Hasan (Salihamidzic, Reid). Lo ha chiarito a tutti. Non pensava che fosse una grande idea fare l’intervista”.

Hoeneß ne ha colpito un altro…