Maggio 26, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Baku è stata la svolta per Verstappen?

Baku è stata la svolta per Verstappen?
7:50

Baku è stata la svolta per Verstappen?

Ricordi la gara in Azerbaigian ad aprile? Questa è stata in realtà l’ultima vittoria che Max Verstappen non è riuscito a vincere! Come spesso si dice, si impara più dalle sconfitte che dalle vittorie.

Sembra essere così anche per Verstappen, che dopo la vittoria di ieri a Zandvoort ha rivelato: “Ho imparato molto nella gara di Baku”. Riguarda “come fare alcune cose con la macchina” e la configurazione.

“Naturalmente non ho vinto la gara di Baku, ma ho provato veramente tante cose – rivela – Ecco perché è mancata costanza durante la gara. Ma ad un certo punto sono arrivato ad un buon livello. ” Ritmo.”

Lì fece una scoperta “interessante” per le razze successive. Purtroppo il campione del mondo non è entrato nei dettagli, ma ha rivelato: “Praticamente l’ho implementato e mi ha aiutato in tutti i modi”.

Non sembrava sbagliato, perché da allora Verstappen ha vinto nove gare di fila…

11:44

Cosa stava succedendo alla stazione Alonso?

Ricordiamo che ieri Alonso ha effettuato un pit-stop lento che gli ha fatto perdere la posizione a favore di Carlos Sainz, che lo ha rapidamente riportato in pista. Ma cosa stava succedendo esattamente?

“Purtroppo la chiave inglese si è rotta,” spiega il caposquadra Mike Crack, “è una cosa su cui dobbiamo riflettere.” D’altro canto c’è da elogiare la gestione della situazione da parte di Alonso.

È stata “incredibile” la rapidità con cui ha corretto quell’errore in pista. “Ha avuto il controllo per tutto il tempo”, insiste Crack, spiegando che questa è “la chiave” in circostanze così difficili.

“Ci sono state alcune situazioni in cui si trattava davvero di restare, cosa che è riuscito a fare”, elogia lo spagnolo, tornato sul podio per la prima volta dopo aver corso in Canada a metà giugno.


11:22

Com’è il tempo a Monza?

Secondo la situazione attuale, molto meno caotica! Le prime previsioni indicano che il tempo resterà asciutto per tutta la tre giorni in Italia, da venerdì a domenica. Tuttavia, le aspettative ovviamente cambiano ancora.

La cosa migliore che puoi fare è controllare di tanto in tanto le nostre fantastiche previsioni del tempo. Questo verrà aggiornato regolarmente con le ultime informazioni sul fine settimana di gara!



10:44

Il ritorno di Ricardo non avverrà prima del Giappone?

Helmut Marko ieri a cielo Ha indicato che probabilmente l’australiano salterà le prossime due gare a Monza e Singapore. “Purtroppo la frattura è complessa e non è una frattura dritta”, spiega.

“Stasera avremo un parere approssimativo dal medico, ma le cose si mettono piuttosto male per le prossime due gare,” ha detto Marko. Significato: Ricciardo potrebbe non tornare fino a Suzuka, fine settembre.

Franz Tost, Team Principal AlphaTauri, spiega: “Mi sembra che Liam guiderà a Monza perché non credo che Daniel sarà pronto per correre a Monza. Lo manderemo al simulatore questa settimana per vederlo prepararsi per Monza. “


10:19

Norris: La strategia ci è costata un risultato migliore

Ancora secondo in qualifica, poi ieri solo settimo. Lando Norris spiega: “A volte è una questione di velocità, a volte è una questione di strategia. Oggi ha distrutto la nostra strategia”.

Perché all’inizio della gara Norris è rimasto a lungo con le slick. “Non penso che il ritmo sia cattivo. Il ritmo era buono”, spiega. All’inizio della gara, tuttavia, Norris è uscito dalla top ten a causa della strategia sbagliata.

Alla fine, P7 si è limitato ai danni. Allo stesso tempo, ha anche ammesso che il ritmo non era buono come in qualifica. Norris afferma che questa tendenza sta lentamente emergendo.

“Stiamo facendo tutto il possibile per risolvere il problema e fare progressi”, ha detto Norris. Ma per ora, la McLaren è migliore in qualifica che in gara, indipendentemente dalle condizioni.


09:56

ti auguro il meglio!

Faccio i complimenti a Valtteri Bottas, che oggi festeggia il suo 34esimo compleanno. Per inciso, con dieci vittorie nel campionato del mondo e due secondi classificati, il finlandese è uno dei piloti di Formula 1 di maggior successo a non aver mai vinto un campionato del mondo.

Maggiori informazioni nella nostra gallery fotografica:


Galleria fotografica: 10 piloti di maggior successo senza titolo mondiale


09:25

Albon: Eravamo alla pari con Aston e Ferrari

Alla fine il pilota della Williams si è piazzato “solo” ottavo perché era ad un giro dal pit-stop con bandiera rossa, ma soddisfatto: “Penso che siamo stati alla pari con Aston e Ferrari questo fine settimana”.

“Eravamo molto forti e abbiamo superato la Mercedes – ha detto Albon – Ovviamente avevamo un vantaggio sulle gomme, ma su questa pista devi essere 1,5 secondi più veloce per superare un’altra macchina. E lo abbiamo fatto.”

“Mi dà molta fiducia a Monza”, conferma, ma ammette anche: “Allo stesso tempo mi confonde un po’. Abbiamo fatto alcune cose in preparazione questo fine settimana che hanno funzionato”.

“Ma penso che funzionino solo su piste dove si guida con molto carico aerodinamico”, dice Albon. Si sa che Monza è esattamente il contrario…


8:59

Alonso: Una buona partenza è la base per il podio

E ancora lo spagnolo: ieri ha superato due vetture al via della curva 3, ponendo così le basi per il successivo podio. Rivela che la sua mossa contro Albon e Russell non è stata un incidente.

Perché già durante la sessione di prove sul bagnato del venerdì aveva notato che all’interno della Curva 3 c’era “molto grip” in condizioni come questa. “L’ho tenuto a mente per tutto il fine settimana nel caso si fosse bagnato,” ha detto Alonso.

Ecco come alla fine è successo. “Pensavo che tutti sarebbero stati un po’ più cauti alla curva 3,” spiega con un sorriso, “quello dovrebbe essere sicuramente il sorpasso di nuovo per questo mese!”

Il due volte campione del mondo nel 2023 ha vinto più volte questo premio.




8:14

Magnussen è stato successivamente punito

Piccola aggiunta di ieri: Kevin Magnussen ha ricevuto una penalità di dieci secondi dopo la gara per aver lasciato più di dieci vetture di spazio dietro la safety car davanti a lui prima della ripartenza. Sai, questo non è permesso.

Secondo gli steward, Magnussen lo ha fatto per scaldare meglio le gomme e guadagnare così un vantaggio. Nella classifica è sceso da P14 a P16 a causa della punizione. Quindi non cambia molto, comunque era appena fuori zona.

Ecco il testo letterale della logica degli host di gara:

“Quando le vetture hanno lasciato la pit lane alla ripresa della gara dopo la bandiera rossa, Magnussen era l’ultima vettura in fila. Diverse volte nel corso dei due giri è rimasto dietro la safety car per più della lunghezza richiesta della vettura, a volte tornando indietro di 260- 270 metri e poi scattare in avanti, tutto nel tentativo di scaldare le gomme.”

“Ciò non è consentito dall’Articolo 58.8 del Regolamento Sportivo FIA di Formula Uno (SR) ed è chiaramente fatto per ottenere un vantaggio sulla temperatura dei pneumatici.”

In precedenza, durante le procedure di Safety Car, ai piloti venivano assegnati punti di penalità quando non seguivano una distanza di dieci vetture l’uno dietro l’altro durante la Safety Car. Tuttavia, questo avveniva durante le procedure di Safety Car quando i commissari di percorso e il personale di soccorso erano sulla corsia corretta e il La penalità è stata inflitta ai sensi della regola 55.7 della SAR, ed è considerata pericolosa, e questo è il motivo dei punti di penalità.”

“Questo incidente è avvenuto durante la ripresa della gara e, sebbene ci siano state conseguenze sportive, non c’erano dubbi che la cosa fosse grave, quindi gli steward non assegnano alcun punto di penalità.”


7:57

I vincitori della serie di Formula 1…

…a proposito, li potete trovare in questa serie di foto. A Monza il prossimo fine settimana, Verstappen avrà la possibilità di diventare il primo pilota nella storia della F1 a vincere 10 gare di fila!


Galleria fotografica: La serie di vittorie più lunga in Formula 1


7:39

Settimana della gara!

Buongiorno e benvenuti alla nuova edizione del newsfeed della Formula 1. Mancano solo poche ore alla gara di Zandvoort quando la 1a classe è già in viaggio verso il prossimo Gran Premio di Monza.

Quindi non vogliamo perdere tempo e iniziare subito, perché oggi abbiamo molti progetti! Vogliamo guardare a Zandvoort, vogliamo guardare a Monza e, ovviamente, fornirvi tutte le altre importanti novità dal mondo della Formula 1.

Robin Zimmermann Ti accompagna tutto il giorno. Se hai domande, suggerimenti o reclami puoi utilizzare il nostro modulo di contatto. Puoi trovarci anche su Facebook, X, Instagram E YoutubeE se hai domande puoi anche usare l’hashtag Twitter #FragMST. eccoci qui!

Qui potete leggere la nostra registrazione di ieri!


FOTO: Formula 1: Gran Premio d’Olanda (Zandvoort) 2023