Maggio 29, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Attrazioni musicali a Francoforte sul Meno

Attrazioni musicali a Francoforte sul Meno
  1. Pagina iniziale
  2. Francoforte

creatura:

a partire dal: Thomas Steelbauer

Alex Azary, creatore di Momem, gode di un suono fondamentale attraverso le cuffie. © Rolf Oesser

Il Museo della musica elettronica mette in mostra gemme del genere e della storia dei mashup. Il pubblico può scegliere la propria sfilata di successo.

Ad aprile, Momem sarà in giro per un anno. Bambini, come passa il tempo. A partire da questo venerdì, il Museo di musica elettronica moderna celebra le “pietre miliari”: pietre miliari di questo tipo.

La DJ britannica Paula Temple è una di queste, ad esempio “Everything Is Love” di Björk del 1999. Il suo collega di Stoccarda Constantin Siebold ha nominato la canzone “Gegen” – Paula Temple. Chili Shanti Celeste Swears di Beyoncé, Sade e “The Ghost Has No Home” dei Cocteau Twins, tra gli altri. Che bel titolo. Che grande opportunità per passare il pomeriggio ad ascoltare consigli musicali invece di finire questo articolo di giornale.

Believer ha chiesto a oltre 100 disc jockey di tutto il mondo di nominare le loro pietre miliari della musica elettronica. Man mano che le risposte continuano ad arrivare, nel corso della mostra viene creato un display in continua evoluzione. I fan della mamma ascoltano le canzoni con le cuffie appese al soffitto (accidenti, queste cuffie hanno un suono!) E poi creano le proprie classifiche. Inseriscono i loro cinque preferiti ai tavoli con un’interfaccia utente digitale.

Immagini alle pareti accompagnano lo spettacolo curato da Torben Giese: scene di club, balli, luci, sudore, costumi appariscenti, torso nudo. La fotografa Sandra Mann contribuisce all’installazione. Dice: “Studio sociale”. “Ha a che fare con i costrutti sociali della vita notturna e della scena musicale”.

In questo momento, si tratta comunque di questioni sociali, dice Alex Azari del panel del museo, sullo spazio per i creativi, “altrimenti i creativi lascerebbero la città” e su qualcos’altro di importante: “La cultura dei club è un baluardo contro le tendenze di estrema destra. ” Il museo come club, il club come spazio sociale: “Questo è ciò che conta, che le persone si riuniscano, si godano la musica, si divertano”, afferma Azari. Ciò è confermato anche da Ina Hartwig (SPD), responsabile del Cultural Dipartimento: Momem come luogo comunitario, come luogo che ha recentemente ospitato dj ucraini, ad esempio, come luogo incentrato sulle dj donne.

Tala 2xlc e hardware

La stanza successiva mostra altri “punti di riferimento”: sintetizzatori e drum machine del passato. Puoi perderti anche lì, specialmente quando DJ Talla2xlc è in piedi accanto a te, spiegando l’hardware, dal Roland TB-303 (1981) facile da usare all’Emulatore II (1984), e dice: e dopo. Ma ho anche quasi tutto ciò che è scritto qui.

Se oggi ci fosse più spazio sul giornale, si potrebbe in primo luogo continuare a scrivere (e ascoltare) per ore, ad esempio sugli entusiasmanti progetti imminenti di Momim, e in secondo luogo aggiungere l’intervista che FR ha rilasciato appositamente per lo spettacolo con Isolée, il principale produttore dell’evento. Bo Moot Blag. Entrambi verranno consegnati il ​​prima possibile.

“punti di riferimento” al momento Hauptwache, il livello medio, fino al 1° giugno.