Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Attacco al Campidoglio degli Stati Uniti: incriminato il leader della guardia giurata

Stato: 13/01/2022 21:53

Si dice che avesse immagazzinato armi e pianificato di assaltare il Campidoglio degli Stati Uniti. Ora il capo della milizia di estrema destra “guardie del giuramento” è stato arrestato. Lui e altri dieci membri del gruppo rischiano lunghe pene detentive.

Un anno dopo l’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti, il Dipartimento di Giustizia ha sporto denuncia contro il leader della milizia di estrema destra “Oath-guards” e altri dieci membri del gruppo. Il ministero ha annunciato di essere stati accusati di “cospirazione per incitare alla sedizione”. Il termine legale include, tra l’altro, il tentativo di rovesciare con la forza il governo degli Stati Uniti.

Il fondatore e capo della milizia, Stuart Rhodes, è stato arrestato in Texas. Gli imputati rischiano fino a 20 anni di carcere. Oath Keepers si concentra sul reclutamento di agenti di polizia, soldati e paramedici.

Le prime accuse di “cospirazione per istigare alla sedizione”

Le accuse di “incitamento alla cospirazione” contro Rhodes e i suoi associati sono le prime mosse dal Dipartimento di Giustizia in relazione all’evento del 6 gennaio. Rhodes, con sede in Texas, è il membro di grado più alto di un gruppo estremista arrestato in connessione con l’assalto al Campidoglio.

Gli aggressori sono entrati violentemente in Campidoglio, si sono scontrati con la polizia e hanno vandalizzato gli uffici dei Rappresentanti. La polizia ha dovuto portare in salvo i membri del Congresso e alcuni di loro si sono rintanati. C’erano cinque morti. Più tardi quella notte, il Congresso si è riunito di nuovo e ha ratificato la vittoria di Biden. L’attacco al cuore della democrazia americana ha scosso il Paese.

READ  Nuova analisi del DNA: i ricercatori dimostrano la loro origine dal Toro Seduto

Si dice che Rodi abbia falsificato un complotto

Rodi, 56 anni, non era entrato in Campidoglio un anno prima. Tuttavia, è accusato di aver contribuito all’inizio delle violenze, che hanno bloccato la certificazione di vittoria alle elezioni.

Si dice che Rhodes abbia truccato una cospirazione con gli altri imputati con l’obiettivo di usare la violenza per prevenire un cambio di potere dopo le elezioni presidenziali. Tra le altre cose, avevano in programma di recarsi a Washington il 6 gennaio, organizzare armi e equipaggiamento paramilitare e organizzare in anticipo l’addestramento sulle tecniche di combattimento.

Molti degli imputati erano penetrati essi stessi in Campidoglio e altri si occupavano di un maggiore coordinamento fuori dal centro congressi e in parte fuori città.

Ha aggiunto che una pena massima di 20 anni di reclusione potrebbe essere inflitta per “complotti sediziosi”. Secondo il Dipartimento di Giustizia, più di 725 persone sono state arrestate in quasi tutti gli stati in relazione all’attacco al Campidoglio. Le indagini sul caso continuano.