ARaymond acquista in Italia – Economia

Date:

Share post:

Piero Esposito
Piero Esposito
"Appassionato di alcol. Ninja di Twitter. Amante della TV. Cade molto. Fanatico del caffè hipster."

Il fornitore automobilistico ARaymond acquisisce due società in Italia, rafforzando la propria presenza nell’area industriale della Breisgau a Eschbach.

Lo specialista di assemblaggio e fissaggio con sede a Grenoble impiega 7.000 persone in tutto il mondo, di cui circa 1.450 si trovano solo a Lörrach e Weil am Rhein. La terza sede tedesca a Eschbach è Germany GmbH, un collegamento liquido ARaymond indipendente all’interno del gruppo di società dal 2018 in poi. Produce, produce e vende connessioni a rilascio rapido utilizzate per collegare le linee dei fluidi nei veicoli.

Secondo il rapporto dell’azienda, le connessioni vengono utilizzate per collegare i cavi per il raffreddamento della batteria nelle batterie e nei veicoli ibridi. È qui che operano i nuovi arrivati ​​italiani: ARaymond ha annunciato che CGA Technologies è un produttore leader di lastre di raffreddamento in alluminio ad alte prestazioni. Castello Italy sviluppa linee per applicazioni pneumatiche nei trasporti e in altre aree industriali. Il suo scopo è creare sistemi di raffreddamento ottimali, fornendo così le soluzioni complete di cui i clienti hanno bisogno.

“Ecco perché abbiamo deciso di espandere le nostre capacità principali nelle applicazioni di raffreddamento attraverso l’acquisizione di CGA Technologies. Crediamo fermamente che questo sia un nuovo modulo di costruzione aggiuntivo per il nostro sviluppo futuro”, ha affermato Peter Trier, amministratore delegato, ARaymond Fluid Connection . Germania, citata in un comunicato stampa. La società non ha fornito alcuna informazione sul prezzo di acquisto.

Related articles

Southside Festival nel fango e nella pioggia: performance da megastar

Venerdì pomeriggio è iniziato il Southside Festival a Neuhausen op Eck. Si prevede che entro domenica il...

Il sole sta per spostarsi verso i poli: cosa significa questo per la Terra

Home pageLo sappiamostava in piedi: 22 giugno 2024 alle 14:08da: Tanja BannerInsisteDivideCirca ogni undici anni, i poli magnetici...