Dicembre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Angela Merkel: “Per quanto riguarda la politica del potere, ha funzionato. Solo il potere conta per Putin”

all’estero Angela Merkel

“Il sentimento era molto chiaro: ho trasceso la politica del potere. Solo il potere conta per Putin”.

“E’ stato tutto il contrario, Putin ha giocato con la Merkel”

Angela Merkel ha difeso la politica energetica del suo governo. “Il modo in cui ti valuti è debole”, afferma l’esperto di geopolitica Maximilian Terhall. Nell’intervista WELT, ha anche parlato dei sistemi di difesa missilistica che ora vengono consegnati all’Ucraina.

Puoi ascoltare il podcast di WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

L’ex cancelliere Angela Merkel ha dichiarato in un’intervista che Putin era impotente alla fine del suo mandato. In termini di politica estera, all’epoca non era “avanzata di un millimetro”. Tuttavia, ora ha qualche consiglio.

DottSecondo un rapporto pubblicato daSpecchioAlla fine del suo mandato, non vedeva alcuna prospettiva di influenzare il presidente russo Vladimir Putin. Durante la sua visita di buona volontà a Mosca nell’agosto 2021, ha avuto la sensazione: “In termini di politica di potere, ha funzionato”.

La Merkel ha anche affermato che l’accordo di Minsk, che avrebbe dovuto impedire un’escalation della guerra tra Russia e Ucraina nel 2014, è stato “svuotato” entro il 2021. Nell’estate del 2021, lei e il presidente francese Emmanuel Macron hanno tentato senza successo di organizzare un accordo UE incontro con Putin. In termini di politica estera, “non è avanzato di un millimetro. Non solo nei confronti dell’Ucraina. Transnistria, Moldavia, Georgia, Abkhazia, Siria e Libia”. È tempo di un nuovo approccio.

Era d’accordo con la valutazione di Putin da parte dell’allora presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Il giornale ha citato le parole della Merkel: “Dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia (2014), abbiamo provato di tutto per prevenire ulteriori attacchi russi all’Ucraina e abbiamo coordinato le nostre sanzioni in dettaglio”. Nelle ultime settimane è stata criticata pubblicamente per non aver riconosciuto alcun errore nella politica russa negli ultimi 16 anni.

Leggi anche

L’attacco della Russia all’Ucraina nel febbraio 2022 ha posto fine a un “periodo gioioso” della storia. “Oggi affrontiamo un mondo ancora una volta pieno di complicazioni”, ha detto la Merkel. “La storia non si ripete, ma temo che gli schemi si ripetano. L’orrore scompare con i testimoni oculari. Ma anche lo spirito di riconciliazione scompare”.

Nella conversazione, la Merkel ha elogiato la resistenza degli ucraini. Crede che la Germania non dovrebbe essere il primo paese a inviare carri armati avanzati perché “puoi ancora creare una buona atmosfera con la Germania” in Russia. Nel frattempo, ha reso omaggio al presidente del Kazakistan Kassym-Jomart Tokayev. Sulla piattaforma aperta, ha rifiutato di sostenere la guerra di Putin. “Penso che a un uomo del genere ci voglia una forza incredibile per affermarsi contro la Russia”. Sta accadendo qualcosa in Asia centrale in relazione alla Russia. Allo stesso tempo, la Merkel ha messo in guardia dal fare richieste troppo elevate in politica estera. “Dobbiamo stare attenti a non fissare i nostri standard così in alto che alla fine non ci sia più nessuno che possa ancora soddisfarli”.

READ  Generale russo ucciso mentre la Gran Bretagna fornisce sistemi missilistici a lungo raggio