Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Anche se la guerra si intensifica: il diplomatico russo non si aspetta un attacco nucleare

Anche con l’escalation della guerra
Il diplomatico russo non si aspetta un attacco nucleare

L’ambasciatore russo in Inghilterra nega le atrocità commesse a Bucha e accusa l’Ucraina di aver ucciso essa stessa dei civili. Una delle sue affermazioni dovrebbe però rassicurare l’Occidente: non ipotizza un attacco con armi nucleari, né in Ucraina né in Gran Bretagna.

L’ambasciatore russo a Londra Andrei Kelin non si aspetta che il suo Paese utilizzi armi nucleari in Ucraina. In un’intervista alla BBC, Killen ha affermato che secondo le regole dell’esercito russo, ciò è previsto solo se l’esistenza della Russia è minacciata. “Questo non ha nulla a che fare con il processo in corso.”

Alla domanda se ritenesse che il presidente Vladimir Putin sarebbe disposto a lanciare un attacco nucleare contro la Gran Bretagna se la guerra si fosse intensificata, l’ambasciatore ha risposto negativamente. Questo e altri scenari simili sono stati discussi pubblicamente dalla televisione di stato russa qualche settimana fa.

Di fronte alle prove dei crimini di guerra russi in Ucraina, l’ambasciatore russo ha ripetutamente negato la responsabilità di Mosca. “Non sta succedendo niente, nessun corpo per strada”, ha detto Kilin a proposito di notizie di atrocità nel sobborgo di Bucha, a Kiev, dove centinaia di corpi sono stati trovati dopo che i russi se n’erano andati ad aprile. “Dal nostro punto di vista, questa è un’invenzione. Viene utilizzata per interrompere i negoziati”, ha detto Keelen.

Possibili danni collaterali in battaglia.

Quando gli è stato chiesto, ha detto che è stata l’ultima volta in Ucraina alcuni anni fa, durante la Rivoluzione Maidan. Per quanto riguarda le foto scattate alla città portuale ucraina di Mariupol, l’ambasciatore ha ammesso che è stata distrutta durante i combattimenti. Tuttavia, anche qui non si può incolpare la Russia da sola. Killen ha detto che il “danno collaterale” è possibile durante le battaglie.

Il russo ha ripetutamente accusato l’Ucraina di aver ucciso civili nella regione contesa del Donbass. La Russia giustifica la sua “operazione speciale” volendo liberare l’Ucraina dai presunti nazisti.

READ  U-Committee on Capitol Tower: l'ex dipendente di Trump si rifiuta di testimoniare