Maggio 18, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ai tedeschi piace di più bere questa birra

In Germania, nonostante la pandemia di Corona, la birra viene ancora bevuta seriamente. Mentre la birra bavarese sta godendo di una popolarità crescente, la favorita di lunga data deve accettare le perdite.

Il marchio di birra bavarese Hell sta raggiungendo nuove vette a favore dei consumatori e ha persino aiutato la tradizionale pilsner Veltins di Sauerland a raggiungere vendite record. Con una quota di mercato di circa il 50%, Beels rimane la birra più popolare in Germania. Lo ha annunciato Veltins in riferimento ai dati dei ricercatori di mercato di Nielsen per i primi 10 mesi del 2021.

Le vendite di fatture stanno diminuendo

Tuttavia, le vendite di Bills nel commercio sono diminuite del 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’inferno è il più grande vincitore tra le birre con un aumento delle vendite di quasi il 14 percento e una quota di mercato che è cresciuta ulteriormente fino all’8,8 percento, che è la numero 2 di gran lunga più avanti di altre come la birra di frumento.

Il birrificio privato Veltins ha raggiunto vendite record nell’anno fiscale 2021 grazie al suo marchio Hell Pülleken. La produzione totale è aumentata del 5,1% a 3,095 milioni di ettolitri. Questo ha leggermente superato il suo massimo storico nel 2019.

Il birrificio ha registrato un leggero rimbalzo con la birra nera a marchio Pils Veltins, con vendite in aumento di circa il dieci percento. Negli anni epidemici 2020 e 2021, la percentuale di birra nella produzione totale del birrificio è diminuita significativamente dal 17 all’8,1%. Le vendite totali sono aumentate del 5,8% a 362 milioni di euro nel 2021.

READ  Ristorante Monsieur Cuisine direzione di collegamento a Handel, Neuer Monsieur Cuisine smart vor der Tür

I prezzi della birra dovrebbero salire

Veltins giustifica l’aumento dei prezzi di rampa pianificato ad aprile sia per la birra che per la birra in bottiglia con un’esplosione dei costi dal malto, attraverso i tappi a corona, all’energia. La direzione ha chiarito che l’aumento dei costi può essere solo parzialmente compensato da una maggiore produttività.

Michael Hooper, rappresentante generale di Feltins, ha affermato che i consumatori hanno affrontato l’epidemia in modo pratico, creando un buon microclima in casa e in parte anche sul balcone. A causa di mesi di chiusura del settore della ristorazione, nonché di eventi e festival insoliti, il consumo pro capite è diminuito drasticamente a circa 92,5 litri di birra nel 2021.

Il fondo profondo causato dalla pandemia potrebbe essere raggiunto quest’anno per l’industria della birra tedesca, soprattutto se molti consumatori vanno in vacanza nel proprio paese, dando così una nuova spinta alla gastronomia locale. Veltins non prevede di raggiungere nuovamente le vendite di birra alla spina nel 2019 fino alla fine del 2023.