Novembre 29, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Action Reinhart: “Poco si sa come morirono 1,75 milioni di ebrei”

Dopo l’occupazione tedesca della Polonia, fu istituito un campo di lavoro vicino a Belzec, ad est del cosiddetto governo generale, dove furono internati polacchi, sinti e zingari. All’inizio di novembre 1941, l’Ufficio centrale di costruzione delle SS iniziò a creare un campo di sterminio dotato di camere a gas fisse. I campi di Sobibor e Treblinka servivano anche “Aktion Reinhardt”, che avrebbe dovuto rendere la Polonia “libera dagli ebrei”. Nel 1942 nelle tre istituzioni furono uccise ben 1,75 milioni di persone, più di Auschwitz. Conversazione con lo storico Ulrich Baumann, vicedirettore Memoriale della Fondazione agli ebrei assassinati d’Europa.

Un’illustrazione del campo di sterminio di Balzac del 2005

Coyle: Photo Alliance / Everett Cole

Una domanda: I tre campi di sterminio di Aktion Reinhardt, Balzac, Sobibor e Treblinka si stanno chiaramente sgretolando in una cultura del ricordo paragonata all’orrore di Auschwitz. perché?

Ulrich Baumann: Prima di catalogarlo, vorrei segnalare brevemente un’altra lacuna nella memoria delle vittime naziste, forse più evidente e più grave. Questo è il complesso criminale delle fucilazioni di massa da parte degli Einsatzgruppen e della Wehrmacht subito dopo l’attacco all’Unione Sovietica nel giugno 1941. Questi omicidi avvennero dentro e intorno a una striscia di territorio tra il Mar Baltico, la Polonia orientale, l’Ucraina, il Mar Nero , e due milioni di persone. Questo è un terzo delle persone uccise per motivi razziali. Questo è il vero inizio dell’Olocausto.

Campo di sterminio di BELZEC Gedenkstaette Historisch, seconda guerra mondiale, campo di concentramento, campo di concentramento, campo di sterminio, campo di sterminio di Belzec

Uomini delle Forze Speciali a Balzac

Quelle: Photo Alliance / Laci Perenyi

Una domanda: Per questo non erano necessari campi, camere a gas o crematori.

Arciere: Sì davvero. Le persone sono state arrestate, portate via, sparate e corpi sepolti in fosse comuni. La prima innovazione tecnica fu un camion alimentato a gas alla fine del 1941. Il camion convertito, che utilizzava i gas di scarico per uccidere, fu utilizzato nel campo di sterminio di Kolmhof.

Una domanda: Torniamo alla domanda sul perché Auschwitz sia il luogo centrale e universale della memoria dell’Olocausto.

Ulrich Baumann, vicedirettore della Fondazione per il Memoriale degli ebrei assassinati d'Europa, durante la cerimonia commemorativa al memoriale.

Ulrich Baumann è vicedirettore del Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa a Berlino

Fonte: picture alliance / dpa / dpa-Zentral

Arciere: Spiego la diffusa ignoranza su Belzec, Sobibor e Treblinka dicendo che Auschwitz, che esiste dal 1940, è un complesso enorme e in continua crescita, con innumerevoli campi appartenenti a lavoratori forzati sfruttati industrialmente. E mi sembra che questa sia la ragione più importante: Auschwitz è stato il punto di arrivo in Europa per lo sterminio degli ebrei, anche dalla Norvegia, dalla Francia, dall’Italia e dalla Grecia.

Uno collega la fine dei binari della ferrovia all’immagine di Auschwitz e al suo cancello di ferro del campo. La maggior parte degli ebrei tedeschi perì qui. Questo ha delle conseguenze per una cultura della memoria che ha un forte carattere internazionale. Dei sei milioni di ebrei uccisi nel terrore nazista, 1,75 milioni di ebrei polacchi furono assassinati a Belzec, Treblinka e Sobibor. Questo è in gran parte sconosciuto. Il pubblico tedesco non si preoccupa di queste vittime. Quindi nemmeno i campi di sterminio dell’Aktion Reinhardt.

Leggi anche

"Reinhardt lavora"

Una domanda: Come sono iniziate le uccisioni nei campi dell’Aktion Reinhardt?

Arciere: Gli omicidi commessi a Kolhof da camion a gas erano solo una fase temporanea. Belzec era già in costruzione. Nel dicembre 1941, dopo l’entrata in guerra degli Stati Uniti, le porte si aprirono e i nazisti non portarono affatto a termine i loro piani segreti per lo sterminio sistematico e di massa degli ebrei europei, la soluzione definitiva nell’adagio nazista.

Zingari nel campo di concentramento di Balzac, 1942 circa. Nazionalsocialismo: un campo di concentramento.  Un gruppo di zingari nel campo di concentramento di Belzec (Polonia).  - Ritratto, 1942 circa. Foto: AKG Berlin

Sinti e Roma a Balzac nel 1942

Quelle: Alliance Image / AKG

Una domanda: La Conferenza di Wannsee, in cui il piano di omicidio è stato ufficialmente definito, non ha ancora avuto luogo.

Arciere: Questo incontro doveva originariamente svolgersi il 9 dicembre 1941, ma fu rinviato perché gli Stati Uniti entrarono in guerra. Ma le esperienze di uccisioni di massa erano già disponibili in anticipo. Ed è successo sul territorio del Reich tedesco, cioè l’uccisione di disabili in sei centri di sterminio. Il personale è stato poi trasferito da lì ai tre campi di Belzec, Treblinka e Sobibor per continuare lì le uccisioni di massa.

Leggi anche

La camera a gas del campo di sterminio di Majdanek

Campo di concentramento nella Polonia orientale

Una domanda: Qual è il piano dietro “Action Reinhardt”?

Arciere: Inizialmente era diretto contro gli ebrei del Generalgouvernement, cioè coloro che vivevano nel territorio delle regioni polacche centrali occupate dalla Wehrmacht. Questo piano era nell’aria alla fine del 1941. Sapevi che sarebbe presto iniziato. Hans Frank, governatore generale dall’ottobre 1939, ha chiesto che la sua terra sovrana fosse “libera dagli ebrei” il più rapidamente possibile, come dettavano i nazisti.

Una domanda: Perché Camp Balzac è esistito solo per pochi mesi ed è stato demolito dopo poco tempo?

Arciere: Questo ha a che fare con il fatto che ci sono state rivolte contro le forze delle SS a Sobibor e Treblinka. Forse i nazisti temevano che la resistenza violenta potesse ripetersi, anche a Balzac, e che le uccisioni di massa sfuggissero loro di mano.

Leggi anche

Casa della stazione a Sobibor, con nuova insegna.

Campo di sterminio di Sobibor

Sembra strano, ma la leadership nazista era terribilmente spaventata e divenne rapidamente nervosa. Basti pensare ai tre memorabili discorsi del vescovo di Münster August Graf von Galen nel luglio e nell’agosto 1941 e ai loro effetti: il programma di “eutanasia” sotto forma di uccisione con gas velenosi fu interrotto subito dopo, e un omicidio di massa meno evidente, per esempio con la droga, è stato interrotto. , iniziato. Gli occupanti avevano davvero paura di insurrezioni di ogni tipo. Ma ecco la terribile verità: un gran numero di persone che avrebbero dovuto essere uccise sono già morte, i ghetti erano quasi vuoti, il resto è stato mandato nei campi di lavoro e da lì per lo più ad Auschwitz.

Puoi anche trovare la storia del mondo su Facebook. Attendiamo con impazienza tale.

Vuoi ascoltare anche tu la storia? “Assassin” è la prima stagione del podcast WELT History.

Qui puoi ascoltare i nostri podcast WELT

Stiamo utilizzando il lettore del fornitore di podcast Podigee WELT. Abbiamo bisogno del tuo consenso per poter visualizzare il riproduttore di podcast e interagire con o visualizzare i contenuti di Podigee e di altri social network.

READ  La Commissione europea intende inserire nella lista nera i contrabbandieri