Maggio 22, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

30.000 scatole di calzini: Eon sta scherzando con i clienti britannici

30.000 pacchi di calzini
Eon ha problemi con gli agenti britannici

Un paio di calzini nella posta e una mancia per abbassare il riscaldamento: i clienti Eon nel Regno Unito non lo trovano divertente data la crisi di potere. Esprimono la loro rabbia sui social. La società si scusa. Eon non è l’unico strumento che si rende ridicolo.

Sembra essere stato inteso come un suggerimento esilarante della società di servizi pubblici britannica Eon Next che i clienti potrebbero ridurre le emissioni di carbonio riducendo il riscaldamento. Solo con loro la battuta non andava bene in pieno inverno e visti gli alti costi energetici.

Per le calze in poliestere che la filiale britannica del colosso energetico tedesco ha inviato a circa 30.000 clienti, il fornitore ha ricevuto rapidamente innumerevoli commenti arrabbiati sui social media. Un cliente ha espresso rabbia per il fatto che si trattasse di un “pacchetto patetico” a causa degli elevati costi di riscaldamento. Un altro utente ha scritto: “Non voglio i tuoi calzini scadenti e scadenti, voglio bollette più economiche per favore”. Poi la società si è scusata.

“Alla luce delle gravi sfide che molte persone stanno affrontando in questo momento, questa trasmissione avrebbe dovuto essere interrotta, ci dispiace”, ha detto Aeonnext su Twitter. “I calzini non erano in alcun modo destinati a distrarre l’attenzione dalla gravità dell’attuale crisi energetica”, ha affermato il Guardian citando un portavoce dell’azienda. L’anno scorso le famiglie hanno preso parte a un’iniziativa di “risparmio energetico”. L’obiettivo era incoraggiare le persone “in modo divertente” a pensare a ridurre la propria impronta di carbonio.

Tuttavia, il tempismo della campagna non avrebbe potuto essere peggiore. Con l’aumento delle bollette del gas e la scarsità di cibo, i britannici stanno vivendo un inverno costoso e difficile. Milioni di persone sentiranno l’energia scricchiolare nei loro portafogli. Secondo Bank of America, quest’anno i consumatori britannici pagheranno in media 1.075 dollari in più per il riscaldamento e l’elettricità. Mesi fa, il quotidiano britannico “Daily Mail” scriveva che questo è stato un “inverno di sofferenza”.

Data la situazione acuta, all’inizio della scorsa settimana il partito laburista dell’opposizione ha chiesto al primo ministro Boris Johnson di imporre una tassa speciale alle società che estraggono petrolio e gas dal Mare del Nord. Secondo i loro calcoli, la tassa potrebbe ridurre la bolletta energetica media di circa 200 sterline, che equivale a $ 272.

Tatto e sensibilità sembrano mancare al momento tra i fornitori britannici. Le scuse di Eon Next sono le seconde da una struttura in una settimana. Prima di Eon, il concorrente Ovo Energy ha scritto in una lettera ai clienti chiedendo loro di coccolarsi o saltare con un animale domestico per tenersi al caldo.

In alternativa, il gruppo consigliava ai suoi clienti anche una “ciotola di deliziosa farina d’avena” o un “gara di hula hoop”. In un’intervista con la BBC la scorsa settimana, il capo di Ovo-Energy Stephen Fitzpatrick si è scusato per l’errore: “È davvero fastidioso e imbarazzante… scusarsi per qualcosa che davvero non avremmo dovuto scrivere”.

READ  Kenosha: Kyle Rittenhouse è stato assolto per ferita mortale da arma da fuoco