Febbraio 4, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

110 persone sono state salvate: l’Italia ha inviato la nave per un viaggio di un giorno

Dopo il successo delle operazioni di salvataggio, “Ocean Viking” avrebbe dovuto recarsi in un porto lontano, una tattica utilizzata dal governo italiano.

Le organizzazioni umanitarie Medici Senza Frontiere e SOS Méditerranée hanno soccorso 110 persone in difficoltà al largo delle coste libiche. I migranti si trovavano su gommoni sovraffollati nelle acque internazionali del Mediterraneo centrale, hanno detto sabato le due organizzazioni su Twitter.

L’equipaggio di SOS Méditerranée ha portato 37 persone a bordo della Ocean Viking. Sabato pomeriggio, il team di MSF ha soccorso e curato 73 persone a Geo Parents.

Poco dopo lo schieramento, l’Italia assegnò “Ocean Viking” ad Ancona sul mare Adriatico come porto in modo che le persone potessero sbarcare lì. SOS Méditerranée stima che il viaggio durerà quattro giorni.

Il governo italiano ha vietato i salvataggi in mare

I porti assegnati sono solitamente lontani dalle posizioni delle navi delle agenzie umanitarie. La “Ocean Viking”, ad esempio, deve ora guidare fino a due terzi della costa adriatica, con i coloni salvati dalla loro angoscia in mare tra la costa meridionale dell’Italia e la costa settentrionale del continente africano. Ancona. A dicembre, i funzionari hanno assegnato porti sulle coste occidentali e orientali del paese a organizzazioni umanitarie. Secondo le organizzazioni umanitarie, questo richiede tempo, in cui nessun altro può essere salvato dall’annegamento.

37 persone a bordo di “Ocean Viking” hanno raggiunto l’UE dalla costa nordafricana. La traversata è pericolosa per la vita e le barche utilizzate sono spesso inadatte alla navigazione. Secondo quanto riferito dai media, una di queste imbarcazioni con circa tre dozzine di persone a bordo è affondata venerdì tra la costa tunisina e l’isola italiana di Lampedusa. Tre persone sono morte tra cui un bambino. I pescatori furono i primi a trasportare gli uomini. La guardia costiera italiana li ha sequestrati e portati a Lampedusa, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Ansa.

READ  L'Italia in vista delle nuove elezioni: cosa succede a Roma?