Un grande produttore di pompe di calore è in attività da un breve periodo

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. Home page
  2. un lavoro

Insiste

Il settore del riscaldamento sta attraversando attualmente un momento difficile. © Wolfgang Maria Weber/Imago

L’incertezza dei consumatori ha un enorme impatto sul settore del riscaldamento. Il grande produttore di impianti di riscaldamento Viessmann annuncia posti di lavoro a breve termine.

ALLENDORF — Sebbene sia considerato un elemento chiave nella transizione al riscaldamento, l’industria delle pompe di calore non è al passo. Secondo le stime attuali, delle auspicate 500.000 pompe di calore all’anno che il governo federale ha fissato come obiettivo per il settore, ne rimarranno solo 200.000, se verrà realizzato. Si presume che il calo della domanda sia dovuto alle discussioni sulla legge sul riscaldamento (Legge sull’energia edilizia, GEG) dello scorso anno.

Viessmann annuncia il lavoro per un breve periodo: i consumatori non sono sicuri delle pompe di calore

I consumatori sono disturbati dalle accese discussioni. Le persone insicure non acquistano costosi sistemi di riscaldamento. Soprattutto, non lo faranno se il finanziamento statale non verrà versato prima di settembre 2024. Perché comprare adesso se si devono anticipare i soldi fino all’autunno? Per molte persone si tratta di una grande somma di denaro, motivo per cui stanno aspettando ora.

Questo è tossico per l’industria. Perché se non vendi abbastanza pompe di calore, prima o poi te ne accorgerai sul tuo bilancio – e dovrai iniziare a risparmiare. Questo è esattamente ciò che alcune aziende stanno facendo ora. Ora si è aggiunto Viessmann Allendorf. COME Qui Citando la società ha riferitoViessmann ha registrato un impiego a breve termine per una parte dei suoi dipendenti a partire dal 1° luglio 2024. Allendorf impiega 4.000 dipendenti. Tuttavia “non tutti” verranno mandati a lavorare per un breve periodo.

Lavoro a breve termine presso il produttore di pompe di calore Viessmann: altre aziende di riscaldamento hanno già fatto questo passo

ha affermato Vanessa Antti, responsabile della comunicazione di Viessmann Qui da IPPEN.MEDIA Venerdì 28 giugno i brevi lavori hanno interessato la società di produzione Viessmann Werke Allendorf GmbH presso la sede di Allendorf – “sia nel settore diretto che indiretto (amministrativo)”. Il lavoro a breve termine è previsto per luglio e agosto.

“Le ulteriori decisioni sull’impiego del lavoro ridotto verranno prese a seconda della situazione del mercato. L’accordo operativo stipulato prevede una pianificazione della sicurezza per un anno”, ha spiegato Ante.

Alla domanda sui motivi per cui ha deciso di lavorare a breve termine, l’azienda ha semplicemente risposto: “Ci sono alcuni venti contrari in Europa nel breve termine, ma Viessmann Climate Solutions è fermamente convinta che la tendenza a lungo termine verso l’elettrificazione e la sostenibilità offra un’opportunità senza precedenti”. Riteniamo che “siamo nella posizione ideale per raggiungere questa crescita”.

Oltre a Visman, i suoi principali concorrenti Vilant e Stable Eltron sono stati costretti a registrare un lavoro a orario ridotto.

L’industria delle pompe di calore spera in una svolta

Dopo la controversia sul riscaldamento nel 2023, Wiesmann è diventato temporaneamente il simbolo della controversia quando l’azienda di famiglia ha annunciato che avrebbe venduto la sua attività di riscaldamento alla statunitense Carrier Global. Poi è stata perfezionata l’operazione per dodici miliardi di euro. Il settore delle soluzioni climatiche comprende, tra gli altri, caldaie per riscaldamento a gas e gasolio, pompe di calore, caldaie a combustibile solido ed energia solare termica, ma anche sistemi di riscaldamento idroelettrico, sistemi di acqua calda e sistemi di ventilazione degli appartamenti.

La speranza di Wiesman – e di tutti gli altri produttori di pompe di calore – era che i nuovi requisiti politici venissero soddisfatti Cresce la domanda di pompe di calore porterebbe. Ovunque furono fatti molti investimenti per aumentare la produzione – questo fu anche uno dei motivi per cui Viessmanns vendette l’attività di climatizzazione. La tesi è che Carrier Global ha già molta esperienza con la produzione di grandi volumi. Altri produttori, come Vaillant, hanno creato nuovi e grandi impianti di produzione all’estero.

Crollo della domanda di pompe di calore – “Miti, polarizzazione e populismo”

E ora questo: la domanda vacilla. Nei primi tre mesi del 2024 i tecnici del riscaldamento hanno venduto in Germania quasi un terzo di impianti in meno rispetto allo scorso anno. Le vendite sono diminuite del 29% a 217.500 sistemi, secondo l’Associazione federale dell’industria tedesca del riscaldamento (BDH). Le vendite di pompe di calore sono diminuite del 52% e quelle di sistemi a biomassa dell’81%. Per quanto riguarda il riscaldamento a gas, la diminuzione ha raggiunto il 17%. Il solo riscaldamento a gasolio è aumentato del 27% raggiungendo 27.500 sistemi. Un disastro per il settore, che vede funzionari nella Berlino politica – ma anche nei media. Inoltre, vengono costantemente aggiunte nuove normative, come il divieto dei gas fluorurati a partire dal 2027, che probabilmente avrà conseguenze per il settore.

IL Settimana di lavoro “Quello che è successo intorno alla pompa di calore è insuperabile in termini di drammaticità”, ha detto Max Wiesmann qualche settimana fa. […] La tecnologia che ha dimostrato di essere più efficiente e presenta vantaggi è stata eliminata. “Sono rimasto sbalordito dai miti che si sono diffusi e dalla polarizzazione e dal populismo che si sono verificati”. Considerando il breve lavoro riportato su Weizman, la sua incredulità non è diminuita.

Related articles