Sono interessate 62 filiali

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. Home page
  2. consumatore

La catena di ipermercati Mein Real ha dichiarato fallimento in autoamministrazione. © Michael Geschtenbauer/Imago

Dopo la dichiarazione di fallimento, la situazione è diventata meno tesa per l’ultimo grande magazzino Real in Germania. Questi 62 rami sono gli ultimi del loro genere.

Mönchengladbach – I clienti sanno bene che nel corso degli anni molte filiali della catena di supermercati Real sono scomparse dalla scena dei grandi magazzini. Secondo Real GmbH, nel 2020 in tutta la Germania erano aperti 276 negozi, oggi ne restano solo 62 e il rivenditore è in crisi da anni. Venerdì 29 settembre anche la Real GmbH ha dichiarato fallimento Il destino dei restanti negozi che portano il nome “My Real” Quasi 5.000 dipendenti sono nel limbo.

Le 62 filiali “Mein Real” esistono ancora in Germania:

  • Sulla montagna: Via Foger 4
  • Bixbach: Poststrass 1
  • Brakel (NF): Warburger Straße 38
  • Brandeburgo sulla Havel: Breuer Landstraße 29
  • Bruchsal-Heidelsheim: Stuttgarterstrasse 10
  • Böblingen: Rohrer Weg 18
  • Buhl-Fimbuch: Wimbucher Straße 75
  • Cosfield: Dolmener Straße 39
  • Dinslaken: Thyssenstrasse 70
  • Donaueschingen: Bergstraße 30
  • Dusseldorf – Herdt: Via dell’inseguimento 31
  • Erfurt-Schmera: Gotharstrasse 22
  • Ettlingen: Hottenkreutz 8
  • Euskirchen: Via Narzessen 25
  • Francoforte sull’Oder: Anello coltello 10
  • Gelsenkirchen-Boyer: Emscherstraße 37
  • Goosun – Nuova Zittau: Al Müggelpark 10-12
  • Jota: Schubertstraße 20
  • Hagen: Volbrinextraße 9
  • Halle (Saale) – Neustadt: Passo Neustadter 17
  • Hali (Zale) – Bassen: Saarbrückerstrasse 1
  • Hallstatt: Emil Kemmerstraße 2
  • Heidenau: Via principale 3
  • Casa Heiligen: Felbert Straße 38-44
  • Helmsted: Werner von Siemens Straße 3
  • Ascolta: Nel mercato all’ingrosso 4
  • Ingelheim am Rhein: Nahring 3
  • Erxleben – Hermsdorf: Parco dell’Elba 1
  • Ottenere: Heibergstraße 3
  • Campo – Lintfort: Murser Straße 221
  • Karlsruhe-Pollach: Ortenburgstrasse 8
  • Colonia – Anime: Weisshausstrasse 20-30
  • Ludwigshafen sul Reno: Vescovo Kier Street 7
  • Magdeburgo: Olfenstedter Graswig 37
  • Monschau – Emgenbruich: Hans Georg Weissstrasse 8
  • Mulheim Karlisch: Via delle industrie 4
  • Nordwald: I corvi sono 12-14
  • Oberndorf sul Neckar: Friedrich Lisztstraße 10
  • Passavia: Holzmannstraße 52
  • Prepotente: Passauer Straße 56
  • britzwok: Rostockerstraße 2
  • Ford crossover: Porta Nebra 5
  • Risa: Parco Risa 4
  • Sarlouis: Carl Zeiss Straße 2
  • Salzgitter: Konrad Adenauer Strasse 111
  • Salzgitter-Theid: Il prato del pastore 15
  • Schiffdorf-Spaden: Neufelder Fig 5
  • Schöntenental – Reisdorf: Mergenthalerstrasse 13-21
  • Negozio-lordo-Mackenstedt: Propstrass 164
  • Sweisenborn/Weimar: Landhausale 7
  • Traunstein-Haslach: Campo Haslacher 5
  • Olzen: Via Fischerhof 6
  • Walbeck Hitstedt: Kamritzer Figura 20
  • Weiden (Alto Palatinato): Neustadtstraße 22
  • Vigneto: Franz Beer Straße 108
  • Wernigerode: Via Dornburg 43
  • Wetzlar: Hornsheimer IK 2-4
  • Wolfsburg-Nordsheimki: Hellingerstrasse 21
  • Wuppertal-Langerfeld: Via Diesel 20
  • Tasso di benessere: A Fleith 8
  • Zweisel: Vecchia Langdorfer Strasse 15
  • Ubach-Pallenberg: Bush Street 4
  • Fonte: Real GmbH

“Procedura di insolvenza a proprio rischio”: SAR vuole mantenere l’attività commerciale

Dichiarando lo stato di insolvenza la Real GmbH fa affidamento sulla propria responsabilità per avere un posto al tavolo nelle potenziali trattative di acquisizione con i concorrenti. Vogliono mantenere i restanti 5.000 posti di lavoro e, cosa che ovviamente farebbe piacere ai clienti, avere la possibilità di mantenere aperte le filiali rimanenti. Lo ha affermato la società in un comunicato del 29 settembre comunicato stampa.

Ha continuato: “L’insolvenza in autoamministrazione è disponibile solo per quelle aziende che affrontano sfide economiche ma possono presentare un piano aziendale fattibile”. Se la direzione composta da Bojan Lonser (presidente del consiglio d’amministrazione), Ulrich Bergmoser e Carsten Budzic riuscirà a tenere la situazione in mano e se il loro piano aziendale abbia effettivamente un futuro, spetta ora al tribunale distrettuale di Mönchengladbach.

Storia recente movimentata della Real GmbH: l’azienda è passata in molte mani

Ricordiamo: secondo Real GmbH, nel 2022 il gruppo SCP cederà i restanti 63 negozi a “Drs. Tischendorf” – continuando sotto il nome “Mein Real”. SCP ha acquisito l’azienda da Metro AG nel 2020. Alla fine, 160 dei 276 grandi magazzini sono rimasti sotto la gestione di SCP. La Real GmbH osserva che attraverso la cessione dei siti, tra cui a Kaufland, Globus, Edeka e Rewe, “sono stati assicurati migliaia di posti di lavoro”.

Ora SCP è tornata al timone: “Alla luce della critica situazione economica della Real GmbH, SCP ha riacquistato l’azienda nel maggio di quest’anno a beneficio di tutte le parti interessate”. Le procedure di insolvenza sono ora necessarie a causa di “decisioni errate di gestione operativa”. In precedenza è stato condotto in un contesto in cui “non è possibile correggerlo abbastanza rapidamente, dato il difficile contesto macroeconomico”. (zy)

Related articles