Phobos, la luna di Marte, potrebbe essere molto diversa dal previsto

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. Home page
  2. Lo sappiamo

Insiste

Il pianeta rosso Marte orbita attorno a due piccole lune: Phobos e Deimos. © NASA/JPL-Caltech/GSFC/Università. Arizona

Marte orbita attorno a due lune misteriose. Ora uno studio ha trovato un nuovo approccio a come erano Phobos e Deimos.

PARIGI – Le lune di Marte Phobos e Deimos sono diverse dalle altre lune del nostro sistema solare: sono piccole rispetto al pianeta su cui orbitano. È ricoperto di crateri e ha una bassa densità. Esistono diverse teorie sulla formazione delle due lune. Qualcuno dice che un corpo celeste entrò in collisione con Marte, creando un disco di rocce attorno al pianeta, da cui si formarono le due piccole lune. Un giorno, anche Phobos incontrerà una fine drammatica.

Un’altra teoria suggerisce che Phobos e Deimos siano asteroidi catturati da Marte sfruttando la sua gravità. Ma nessuna delle teorie può spiegare tutte le proprietà delle lune di Marte: Phobos e Deimos sono un mistero. La missione giapponese Mars Moons Exploration (MMX), che dovrebbe iniziare nel 2026, mira ad aiutare. Entrambe le lune saranno esaminate in dettaglio da MMX, e ci sono anche piani per raccogliere campioni di materiale su Phobos che possano essere esaminati sulla Terra. Anche il rover IDEFIX, al quale partecipano il Centro aerospaziale tedesco (DLR) e l’agenzia spaziale francese CNES, sarà posizionato sulla superficie della Luna.

Le misteriose lune di Marte, Phobos e Deimos, vengono messe a fuoco

La missione MMX mira a fornire nuove informazioni sulle due lune di Marte. Questo è ciò che sta facendo uno studio, esaminando immagini inedite di Phobos. Utilizzando le immagini, un gruppo di ricerca ha trovato prove che la luna marziana è diversa da quanto precedentemente ipotizzato. Le immagini provengono dalla sonda spaziale europea “Mars Express” e sono state valutate da un team franco-tedesco. Ciò ha scoperto che Phobos non riflette la luce in modo uniforme, ma appare più luminoso quando il Sole è direttamente sopra di noi.

Questo può sembrare banale alla gente comune, ma i professionisti hanno familiarità con questo fenomeno: si osserva nelle comete. “La nostra analisi fotometrica ha mostrato che le proprietà ottiche di Phobos sono simili a quelle della cometa 67P: entrambe hanno uno spettro rosso, un’elevata porosità superficiale e valori di opposizione simili”, ha scritto il team nello studio. Per la pubblicazione sulla rivista specializzata Astronomia e astrofisica Presumibilmente era diventato. Il documento di ricerca aggiungeva che la cometa potrebbe essere una cometa binaria o una cometa binaria composta da due corpi collegati dalla gravità.

Le lune di Marte un tempo erano parti di una cometa?

I risultati dello studio su Phobos potrebbero consentire di trarre conclusioni anche sulla seconda luna di Marte, Deimos. Se Phobos è davvero colpevole, allora anche Deimos potrebbe essere colpevole. Nello studio, il team suggerisce che le due lune potrebbero essere state una volta una cometa divisa in due parti, distrutta dalla gravità di Marte. Quindi le due lune di Marte potrebbero essere due parti di un unico corpo celeste.

La luna di Marte Phobos, ripresa dal Mars Reconnaissance Orbiter della NASA da una distanza di 5.800 km.  (foto d'archivio)
La luna di Marte Phobos, ripresa dal Mars Reconnaissance Orbiter della NASA da una distanza di 5.800 km. (Foto d’archivio) © NASA/JPL-Caltech/Università dell’Arizona

“Se le lune di Marte sono effettivamente comete catturate, significa che le comete potrebbero essere catturate anche dai pianeti terrestri”. citazioni di lifescience.com L’autrice principale dello studio, Sonia Fornacier, dell’Università della Città di Parigi. Lo studio delle due lune di Marte da parte della missione MMX potrebbe fornire nuove importanti informazioni sulla formazione e l’evoluzione di Marte e delle sue lune Phobos e Deimos. (fattura non pagata)

Related articles

Vita sulla Terra: i primi organismi unicellulari vissero 4,2 miliardi di anni fa

Scienze sviluppo I primi organismi unicellulari vissero 4,2 miliardi di anni fa...

Leclerc crede ancora nel titolo mondiale

16:22 Contratti a lungo termine Chi succederà a Ocon riceverà probabilmente un contratto a...

Il vicepresidente di Trump JD Vance critica la Germania: “ridicola politica energetica verde”

Home pagePoliticastava in piedi: 18 luglio 2024, 16:02da: Michele KesterInsisteDivideTrump ha scelto J.D. Vance come suo compagno di...