Dicembre 6, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Per questi motivi Toni Kroos è assente alla partenza di Jogi Love a Wolfsburg

Toni Kroos (a destra) era un titolare indiscusso della squadra DFB sotto la guida dell’allenatore nazionale Jogi Loew (a sinistra).Foto: www.imago-images.de / TEAM2

Dopo 15 anni in carica, l’ex allenatore della nazionale Joachim Loew ha ufficialmente salutato la Federcalcio tedesca (DFB) lo scorso giovedì prima di affrontare il Liechtenstein a Wolfsburg nelle qualificazioni ai Mondiali.

Anche diversi ex giocatori della nazionale come Benedikt Höwedes, Lukas Podolski e Sami Khedira hanno viaggiato all’Autostadt. E anche Boateng e Hummels, che una volta si erano stabiliti, erano lì per ringraziare il 61enne per i suoi servizi.

Oltre agli ex capitani Philipp Lahm e Bastian Schweinsteiger Mancava anche il centrocampista Toni Kroos, che ha lasciato la squadra della DFB dopo aver affrontato deludente l’EM in estate.

Nel podcast “Einfach mal Luppen”, che gestisce con suo fratello Felix, ora spiega perché non è nell’arena VW. Avrebbe dovuto allenarsi nel suo club, il Real Madrid, alle dieci del mattino, venerdì.

“E’ stato un peccato”, ha detto il 106 volte nazionale. D’altra parte, ex campioni del mondo come Podolski o Boateng hanno fatto il viaggio a Wolfsburg e hanno preso il primo aereo venerdì mattina per allenare le loro squadre a Zabrze e Lione.

Kroos si astiene deliberatamente dal dire un grande addio da solo

Kroos ha anche chiarito che non c’è disaccordo tra i due e quanto ha fatto per il tedesco Löw calcio indovinare Ha anche detto che entrambi erano stati in contatto negli ultimi giorni. “Tendo a farlo per me stesso e il nostro rapporto è molto buono”.

Oltre a Löw, la Federcalcio tedesca (DFB) voleva che il giocatore della nazionale facesse ufficialmente un’offerta 106 volte dopo le dimissioni in estate, ma non era dell’umore giusto nemmeno per questo.

READ  Arbitro Deniz Aitken - 'Comportamenti nel calcio che non sopporto'

“Non sono una persona che dovrebbe essere al centro dell’attenzione e quando Jogi saluta, è questa sera e giovedì sera a Wolfsburg…” Allora la star della DFB era un po’ a corto di parole. Suo fratello Felix ha lottato con questo e ha scherzosamente concluso la frase con: “Vuoi un palcoscenico più grande”.

Il 32enne ha subito smentito, ma “Non è stato che ho preso fuoco subito per raccogliere il bouquetAnche se sarebbe fantastico. “

Ma suo fratello ha una sua teoria: “Stai ancora segretamente sperando che il grande tatuaggio ti capiti”. “Un grande gioco di addio che sarà solo mio”, ha aggiunto Tony con una risata, poi ha spiegato, “Lasceremo questo. Penso che tutti mi conoscano abbastanza bene”.

(lgr)