Febbraio 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

++ Notizie dall’Ucraina: pesanti perdite per la Russia

++ Notizie dall’Ucraina: pesanti perdite per la Russia
  1. Home page
  2. Politica

Sembra che i primi soldati russi si siano arresi nella battaglia di Avdiivka. L’Ucraina infligge pesanti perdite alla Russia. Ticker di notizie sulla guerra in Ucraina.

  • spingere E Dati: La Russia sta subendo pesanti perdite nella guerra in Ucraina
  • Parole taglienti Kiev: Volodymyr Zelenskyj condanna l’attacco di droni provenienti dalla Russia nel Giorno della Memoria dell’Holodomor
  • attacchi Nel Giorno della Memoria dell’Holodomor: La Russia ha lanciato il più grande attacco con droni contro l’Ucraina finora durante la guerra
  • Le informazioni qui elaborate provengono da media e agenzie di stampa internazionali, ma anche dalle parti in guerra Russia, Ucraina e dai loro alleati. In particolare, le informazioni sulle perdite subite dagli eserciti partecipanti alla guerra in Ucraina non possono essere verificate in modo indipendente.

Aggiornato dal 25 novembre, ore 14:00: Sembra che molti soldati russi si siano arresi durante la battaglia di Avdiivka durante la notte. Lo ha affermato il portavoce militare Oleksandr Shtubun, secondo l’agenzia di stampa ocrinform Alla televisione statale ucraina. “Gli occupanti russi hanno cominciato ad arrendersi”, ha detto Stupon. Ha parlato di una decina di soldati russi che hanno smesso di combattere durante la notte. Il numero degli attacchi aerei vicino ad Avdiivka è diminuito, ma la fanteria russa resta molto attiva.

La Russia subì pesanti perdite nella battaglia di Avdiivka. (Schermata dal video pubblicato) © SNA / Sputnik / Imago Images

La Russia sta subendo pesanti perdite nella guerra in Ucraina

Aggiornamento dal 25 novembre alle 10:30: Ci sono nuovi dati sulle perdite della Russia nella guerra in Ucraina. Lo stato maggiore ucraino ha una panoramica corrispondente su Facebook pubblicato. Secondo questi dati, in un giorno nei combattimenti furono uccisi o feriti circa 860 soldati russi. Inoltre, secondo queste informazioni, nelle ultime 24 ore l’Ucraina ha distrutto complessivamente 18 sistemi di artiglieria e sei carri armati. Come sempre, le informazioni non possono essere verificate in modo indipendente.

  • Soldati: 323.760 (+860 il giorno precedente)
  • cisterna: 5.502 (+6)
  • Veicoli blindati: 10.263 (+7)
  • Sistemi di artiglieria: 7.851 (+18)
  • Lanciarazzi multipli: 905 (+1)
  • Sistemi di difesa aerea: 596 (+1)
  • Aerei: 323
  • elicottero: 324
  • Droni: 5.808 (+8)
  • Missili/missili da crociera: 1.565 (+1)
  • Navi: 22
  • Sottomarini: 1
  • Autocisterne e altri veicoli: 10.259 (+29)
  • Veicoli speciali e altre attrezzature: 1.112 (+4)

Fonte: Stato maggiore ucraino al 25 novembre 2023. Le informazioni sulle perdite della Russia provengono dall’esercito ucraino. Non può essere verificato in modo indipendente. La stessa Russia non fornisce alcuna informazione sulle perdite subite nella guerra in Ucraina.

Zelenskyj condanna l’attacco di droni russi nel Giorno della Memoria dell’Holodomor

Aggiornamento del 25 novembre, 9:35: Volodymyr Zelenskyj ha descritto il massiccio attacco di droni contro l’Ucraina nelle prime ore del Giorno della Memoria dell’Holodomor come un “attacco terroristico deliberato”. “La leadership russa è orgogliosa della sua capacità di uccidere”, ha scritto il presidente ucraino. Su telegramma. Zelenskyj ha affermato che la Russia ha lanciato più di 70 droni in Ucraina e la maggior parte di essi è stata abbattuta.

Holodomor

Il termine “Holodomor” (ucraino: uccisione per fame) si riferisce alla carestia deliberatamente causata in Ucraina durante il regno dell’allora dittatore sovietico Joseph Stalin negli anni ’30. Diversi milioni di persone morirono nel 1932 e nel 1933 a causa del disastro. Il Parlamento Europeo e il Bundestag hanno riconosciuto l’Holodomor come un crimine di genocidio.

La Russia ha lanciato il più grande attacco con droni contro l’Ucraina finora durante la guerra

Aggiornato dal 25 novembre, ore 8:00: Durante la notte della memoria dell’Holodomor in Ucraina, la Russia ha effettuato pesanti attacchi con droni. L’aeronautica ucraina ha parlato del più grande attacco di droni russi contro l’Ucraina fino ad oggi. L’obiettivo principale era Kiev. Ha aggiunto: “Oggi la Russia sta cercando di distruggere gli ucraini con missili e droni, lasciandoli senza calore e luce in inverno e distruggendo le nostre città e villaggi. Sta commettendo ancora una volta un genocidio contro il popolo ucraino”, ha aggiunto il sindaco di Kiev Vitali Klitschko. ha scritto. Su telegramma. Klitschko ha continuato: “L’aggressore deve essere punito una volta per tutte affinché le future generazioni di ucraini non muoiano a causa delle sue fantasie malate”.

Aggiornamento del 25 novembre, 6:15: La notte scorsa la Russia ha attaccato nuovamente Kiev con i droni. Il sindaco di Kiev Vitali Klitschko ha riferito su Telegram dei rottami dei droni precipitati nella capitale. Diverse persone sono rimaste ferite, tra cui un bambino di undici anni. Le persone devono rimanere nei rifugi di emergenza mentre l’attacco continua. IL La Pravda ucraina Ha scritto sulla piattaforma X che Kiev è stata attaccata dai droni e che la difesa aerea funzionava.

Zelenskyj licenzia diversi generali della Guardia nazionale

Aggiornamento del 24 novembre, 22:06: Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha emesso un decreto che licenzia alcuni generali di alto rango della Guardia nazionale. Secondo i decreti presidenziali pubblicati venerdì (24 novembre), l’ufficiale di grado più alto ad essere dimesso è stato il primo vice capo della Guardia nazionale, il tenente generale Volodymyr Kondratyuk. Inoltre, altri tre vice, il tenente generale Oleksandr Nabuk e i maggiori generali Oleh Sachun e Mykola Mikulinka, sono rimasti feriti. Ad eccezione di Sachon, tutti i generali erano in carica prima della guerra.

Guerra in Ucraina: l’esercito vuole smobilitare le truppe

Aggiornamento del 24 novembre, 20:14: L’esercito ucraino vuole smobilitare parte delle sue forze. La decisione è stata presa durante una riunione dello Stato Maggiore Generale Supremo tenutasi in precedenza. Nello specifico, l’obiettivo è identificare i coscritti che hanno terminato il periodo di servizio ma sono ancora in servizio a causa di una situazione di guerra. Secondo lo Stato Maggiore dovrebbero essere smobilitati. Tuttavia, un prolungamento volontario del periodo di servizio è possibile, secondo il segretario del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale, Oleksiy Danilov.

Nel suo discorso serale anche il presidente Volodymyr Zelenskyj ha parlato del contenuto dell’incontro. Oltre alle questioni di mobilitazione e smobilitazione, sono state discusse la rotazione delle forze armate ucraine e la questione dei coscritti che hanno iniziato il loro servizio prima dell’inizio della guerra.

Aggiornamento del 24 novembre, 17:57: Gli occupanti russi hanno distrutto diversi memoriali che commemoravano le vittime dell’Holodomor nella regione di Henichesk. Il ricordo della Grande Carestia gioca un ruolo speciale nella storia dell’Ucraina. Diversi milioni di persone morirono durante la carestia causata dall’Unione Sovietica. L’Ucraina cerca da decenni di riconoscere l’Holodomor come un genocidio. Molti media ucraini hanno ora riferito della profanazione dei luoghi commemorativi nei territori occupati.

Zelenskyj vuole lavorare su “questioni difficili” con lo Stato Maggiore

Aggiornamento del 24 novembre, 15:15: Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha fatto visita al suo stato maggiore nel bel mezzo della guerra con la Russia. Si tratta di rispondere alle “domande difficili”. Lo hanno riferito molti media ucraini. Zelenskyj vuole anche parlare di un’ulteriore mobilitazione in Ucraina in modo da poter compensare le pesanti perdite nei combattimenti con le forze russe.

Aggiornato dal 24 novembre, 14:08: Secondo un rapporto pubblicato da Washington Post (WP), la Russia sembra stia progettando di costruire un tunnel sottomarino tra la Crimea occupata e la terraferma russa con l’aiuto della Cina. Ciò risulta dai documenti delle e-mail intercettate fornite al giornale da funzionari ucraini anonimi. Secondo il rapporto, uomini d’affari russi e cinesi con legami con il governo si sono incontrati segretamente in ottobre per discutere i piani per costruire un tunnel sottomarino. Si dice che a questo scopo sia già stata istituita una Federazione russo-cinese Fosforo bianco.

Le e-mail circolate tra i rappresentanti del consorzio nelle ultime settimane riguardavano, tra l’altro, incontri con delegati cinesi in Crimea. La China Railway Construction Corporation (CRCC) è stata descritta come “pronta a garantire la costruzione di progetti ferroviari e stradali di qualsiasi complessità nella regione della Crimea”, secondo un’e-mail del 4 ottobre. Il capo dell’alleanza russo-cinese di stanza nella città di Sebastopoli, capitale della penisola occupata di Crimea, si è rifiutato di collaborare Fosforo bianco Per parlare quando gli viene chiesto del progetto del tunnel.

Guerra in Ucraina: la Russia sventa un “attacco terroristico” in Ucraina e abbatte 16 droni

Primo rapporto per il 24 novembre: Secondo il Ministero della Difesa di Mosca, la Russia ha distrutto 16 droni ucraini nel sud del Paese e nella penisola di Crimea, che ha annesso. Il ministero della Difesa russo ha affermato che venerdì notte è stato sventato “un tentativo del regime di Kiev” di utilizzare i droni “per effettuare un attacco terroristico sul territorio della Federazione Russa”. Ha aggiunto che i sistemi di difesa aerea hanno distrutto 16 droni, 13 dei quali sulla penisola di Crimea e tre sul territorio della regione di Volgograd, nel sud della Russia. (In rosso con i materiali delle agenzie di stampa)