Maggio 16, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Stazione Spaziale Internazionale: ciò che il nostro astronauta Matthias Maurer ha riparato oggi nello spazio – una guida

È il culmine della sua carriera finora! L’astronauta tedesco Matthias Maurer, 52 anni, ha lasciato la Stazione Spaziale Internazionale mercoledì pomeriggio. Alla sua prima passeggiata spaziale. L’Agenzia spaziale europea trasmette in diretta la passeggiata spaziale.

Dopo essere tornato alla Stazione Spaziale Internazionale, ancora indossando la sua tuta spaziale, Maurer ha allungato allegramente le braccia in aria.

“Ammiriamo la tua tenacia e ti ringraziamo per il tuo lavoro”, ha detto il centro di controllo alla fine del processo.

︎ Momento di piccolo shock: dopo l’operazione, è stata rilevata dell’acqua nell’elmo di Maurer! Non è stato immediatamente chiaro quanto liquido si fosse accumulato.

La NASA ha detto che Maurer era “in buona salute” e “non in pericolo”. L’incidente deve essere indagato. I colleghi di Maurer sulla Stazione Spaziale Internazionale hanno prima esaminato e documentato il casco e altre parti della tuta spaziale.

L’incidente ha riportato alla memoria l’astronauta italiano Luca Parmitano (45). Quando era di stanza sulla Stazione Spaziale Internazionale nel 2013, nel suo casco si è raccolta così tanta acqua durante una missione all’aperto che è quasi annegato.


Matthias Maurer nella sua tuta spaziale. Questa registrazione è dalla sua formazione a Houston, Texas (USA)Foto: ESA – Stephane Corvaja, 2017

la missione

Matthias Maurer ha lasciato la Stazione Spaziale Internazionale accompagnato dall’astronauta americano di origine indiana Raja Chari (44). L’operazione è durata circa sette ore. Il programma di lunedì è stato fantastico!

Il compito più importante: riparare parte del sistema di raffreddamento della stazione spaziale. Ciò ha richiesto l’installazione di nuovi tubi flessibili su un’unità valvolare nel sistema di raffreddamento, che regola le temperature della Stazione Spaziale Internazionale facendo passare l’ammoniaca attraverso gli scambiatori di calore della stazione. Successivamente, Maurer ha sostituito una telecamera esterna sulla grande struttura a sbalzo della stazione, che ospita anche i pannelli solari. Ha anche modificato dispositivi aggiuntivi.

Prima della sua missione, Matthias Maurer si è detto molto eccitato e che la missione lo avrebbe portato su quasi l’intero guscio esterno della stazione, poiché il lavoro era richiesto in diversi luoghi: sull’unità americana, sull’unità europea Columbus e sulla Parte giapponese della Stazione Spaziale Internazionale.


Stazione Spaziale Internazionale

Stazione Spaziale InternazionaleFoto: – / db a

lato tedesco

Il capo della missione Volker Schmid del Centro aerospaziale tedesco (DLR) ha dichiarato prima della missione: “Dal punto di vista tedesco, Matthias sta svolgendo una missione molto importante. alimenterà la piattaforma commerciale offshore Bartolomeo sull’unità Columbus installando l’ultimo cavo di alimentazione. e il cavo dati mancante, collegando così il sistema L’intera base della Stazione Spaziale Internazionale.

Con Bartolomeo, la Stazione Spaziale Internazionale inizia una nuova era.

La piattaforma mira a fornire alle aziende e agli istituti di ricerca un’opportunità unica per realizzare i propri progetti più facilmente e rapidamente nello spazio. Con un’altezza di due metri e mezzo e un peso di 484 chilogrammi, amplia lo spazio disponibile sulla Stazione Spaziale Internazionale con spazio per dodici esperimenti e tre siti di antenne. Volker Schmid: “Soprattutto, questa piattaforma andrà a beneficio di radiobiologi, astrofisici, eliofisici, osservatori della Terra e ricercatori atmosferici e climatici”.


Prima del suo volo verso la Stazione Spaziale Internazionale, Matthias ha visitato la redazione di BILD a Berlino, qui nella sala di produzione

Prima del suo volo verso la Stazione Spaziale Internazionale, Matthias ha visitato la redazione di BILD a Berlino, qui nella sala di produzioneFoto: Parvits

l’abito

L'articolo non è più disponibile

Matthias Maurer indossava una tuta EV-2 tutta bianca. Raja Shari indossava “EV-1” con una striscia rossa. In questo modo puoi vederli meglio.

Le tute speciali per gli astronauti sono simili ai piccoli veicoli spaziali in quanto devono contenere tutto il necessario per l’ambiente estremamente ostile nello spazio. Proprio la scorsa settimana, gli astronauti hanno controllato meticolosamente le loro tute.

Le tute ad alta sicurezza dovrebbero proteggere gli astronauti dai raggi ultravioletti aggressivi nello spazio e dalle micrometeoriti. Dispongono inoltre di un sofisticato sistema di aria condizionata e comunicazioni.

Anche il più piccolo errore può costare vite…

READ  Wort & Bild Verlag - Rapporti sulla salute: è così che i genitori vengono a conoscenza del diabete dei loro figli in una fase iniziale