Innovazione scientifica: sviluppare pesticidi rispettosi dell’ambiente

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

Gli scienziati stanno rivoluzionando la protezione delle piante con la colla per insetti “verde”. Gli ultimi risultati della ricerca sono sorprendenti.

Gli agricoltori e i giardinieri per hobby combattono da sempre i parassiti che minacciano i loro raccolti. Finora si sono spesso affidati agli insetticidi chimici. Questi non solo danneggiano i parassiti ma anche l’ambiente.

Gli scienziati hanno ora sviluppato un’alternativa rispettosa dell’ambiente: la colla insetticida che protegge le piante senza danneggiare l’ambiente.

Ricercatori olandesi della Wageningen University & Research (WUR) e dell’Università di Leiden hanno sviluppato un prodotto che protegge le piante da parassiti, batteri e virus dannosi. È una sostanza appiccicosa che viene spruzzata sulle foglie. I parassiti vi si attaccano e non sono più in grado di attaccare le piante.

I ricercatori, guidati da Thomas Kodger, professore di chimica fisica e materiali morbidi, si sono ispirati direttamente alla natura. “La drosera carnivora ha peli ghiandolari che secernono una sostanza appiccicosa per intrappolare gli insetti. Volevamo imitarlo per proteggere le nostre piante e i nostri raccolti in modo naturale.”

Per il loro prodotto, il gruppo di ricerca ha trasformato l’olio di riso vegetale in una sostanza appiccicosa gialla. Poi hanno soffiato aria su di esso e lo hanno tagliato in piccole particelle utilizzando un frullatore da laboratorio. Il risultato sono perle di circa un millimetro che sono appiccicose come un nastro adesivo. La dimensione delle perle non è arbitraria. Corrisponde a un comune insetto nocivo: i tripidi (Franklinella occidentalis).

Se gli insetti si attaccano al materiale, non potranno causare alcun danno alla pianta. La pianta è naturalmente protetta da afidi, tripidi, acari, ecc. con l’aiuto dello scudo protettivo dell’olio di cedro. Inoltre, si riduce anche il rischio di infezioni fungine: i tripidi e altri insetti dannosi spesso trasmettono tali malattie alla pianta.

La colla insetticida può essere efficace anche contro altri parassiti, come la mosca della frutta Suzuki, che spesso minaccia il raccolto di ciliegie.

I ricercatori vedono nella loro scoperta un altro vantaggio: a differenza degli insetticidi chimici, è improbabile che gli insetti sviluppino resistenza a questo adesivo. “Gli insetti si sono già evoluti per evitare l’attaccamento, ad esempio formando peli sul corpo. Aumentare le dimensioni del corpo è uno dei pochi modi per sfuggire a questa trappola appiccicosa”, spiega Codger.

La sostanza appiccicosa rimane sulle foglie fino a tre mesi. Nemmeno la pioggia lo laverà via. Solo una miscela di acqua e sapone può rimuoverli. Secondo i ricercatori, la colla degli insetti è innocua per l’uomo. Hanno spiegato che potrebbe non essere più dannoso della frittura del grasso.

Il pesticida attualmente non è disponibile per l’acquisto. Tuttavia, gli scienziati vogliono creare una società separata per sviluppare, commercializzare e vendere ulteriormente la colla. Tuttavia, è necessario verificare preventivamente anche la compatibilità ambientale e la degradazione del petrolio nel terreno. Si dice che l’azienda venga lanciata al più tardi entro la fine dell’anno.

Related articles

Sono stati segnalati più casi di Oropouche: la clinica fornisce i dettagli

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 20 luglio 2024, 6:20Da: Vittoria CrumbeckPremeredivisoIn Italia sono stati segnalati nuovi casi di...

La figlia di Valya è dovuta andare in ospedale!

Samira Yavuz è preoccupata: sua figlia Valya è dovuta andare in ospedale!bromflashSamira W Serkan Sono diventati genitori per...

Il campione olimpico Harting si lamenta di “un’ideologia orientata alle minoranze”

L’atletica tedesca è in crisi. Il campione olimpico Robert Harting ha una visione chiara delle ragioni e...