Il sole sta per spostarsi verso i poli: cosa significa questo per la Terra

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. Home page
  2. Lo sappiamo

Insiste

Circa ogni undici anni, i poli magnetici del Sole si invertono e questo è il picco del ciclo solare. Che effetto ha questo sulla Terra?

MONACO DI BAVIERA – Qualcosa di grosso sta accadendo al Sole: il corpo celeste al centro del nostro sistema solare si sta preparando per uno spostamento polare. Questo fenomeno avviene all’incirca ogni undici anni, e costituisce una tappa importante del ciclo solare, che dura circa undici anni e ne rappresenta l’apice. L’ultima inversione del campo magnetico del Sole è avvenuta alla fine del 2013.

I poli magnetici del Sole si invertono, il che può sembrare pericoloso a prima vista, ma in realtà non ha effetti negativi sulla Terra. La maggior parte delle persone sulla Terra probabilmente non ha notato l’inversione di polarità del sole nel 2013, a meno che non abbia letto le notizie a riguardo.

I poli del sole si invertono ogni undici anni

Ma cosa succede realmente al Sole durante lo spostamento dei poli? Ciò ha un impatto sul territorio? Per comprendere lo spostamento dei poli, è necessario sapere che il Sole è costituito da plasma elettricamente carico che si muove e influenza il campo magnetico solare. Nel corso di un ciclo solare di 11 anni, il campo magnetico del Sole diventa sempre più forte. Poi si verificano sempre più “disturbi” nel campo magnetico – i cosiddetti picchi ed espulsioni di massa coronale (CME). Quest’ultimo espelle il plasma carico dal Sole nello spazio. Man mano che il ciclo solare avanza, questa attività diventa sempre più intensa.

Quando cambia il sole, cambiano le posizioni dei poli magnetici. (Impressione dell’artista) © NASA Goddard Space Flight Center

Se il plasma solare entra in collisione con la Terra, è possibile che si creino delle aurore boreali colorate, ma anche i pericolosi effetti collaterali di una tempesta solare, da cui i ricercatori mettono ripetutamente in guardia. Quando il Sole si avvicina al massimo del suo ciclo solare, è particolarmente attivo. Circa undici anni dopo l’ultimo spostamento polare, la prossima inversione polare è imminente: il campo magnetico del Sole collassa e si ricostruisce, ma con i poli invertiti: dove c’era il polo sud magnetico, si crea il polo nord e viceversa.

Inversione della polarità del sole: i poli magnetici nord e sud si scambiano di posizione

L’imminente inversione di polarità del Sole farà sì che il polo sud magnetico si trovi nell’emisfero settentrionale della stella, e che il polo nord magnetico si trovi quindi nell’emisfero meridionale. “Ciò significa che il Sole avrà un orientamento magnetico simile a quello della Terra, che ha anche un campo magnetico rivolto a sud nell’emisfero settentrionale”, spiega il ricercatore solare Ryan French. In space.com.

Lo spostamento dei poli del sole non avviene da un giorno all’altro, ma piuttosto una lenta transizione da due poli a un campo magnetico complesso che non ha poli specifici, e poi ai poli invertiti. “In breve, non esiste un momento specifico in cui i poli del Sole si invertono”, afferma French. Potrebbero essere necessari da uno a due anni affinché i poli si invertano completamente. Durante il recente spostamento polare le cose hanno rallentato Informazioni dall’Osservatorio Solare Nazionale (NSO) Ci sono voluti quasi cinque anni perché l’Artico si invertisse.

Nei prossimi mesi o anni, il Sole subirà uno spostamento polare.  I poli magnetici nord e sud si scambiano di posizione.  (foto d'archivio)
Nei prossimi mesi o anni, il Sole subirà uno spostamento polare. I poli magnetici nord e sud si scambiano di posizione. (Foto d’archivio) © Imago/Nasa/SDO

La ricerca non sa perché il sole inverta i poli

NSO sottolinea inoltre che gli effetti dello spostamento dei poli del Sole non possono essere avvertiti sulla Terra. La Sun Society sta esaminando più da vicino questo fenomeno. La velocità con cui si formano i poli invertiti del Sole è di grande interesse per i ricercatori, poiché suggerisce come potrebbe svolgersi il prossimo ciclo solare. Se lo spostamento dei poli avvenisse molto lentamente, anche il ciclo solare (periodo 26) sarebbe relativamente debole. Se il Sole inverte la sua polarità più rapidamente, il prossimo 26° ciclo sarà probabilmente relativamente attivo e causerà molte macchie solari e aurore boreali.

Lo spostamento dei poli della Terra

Anche la Terra ha un polo positivo e uno negativo e sperimenta spostamenti di polarità, anche se non così frequentemente come il Sole. Si prevede che la Terra subisca un’inversione polare circa ogni 300.000 anni.

A proposito, i ricercatori non sanno esattamente perché e come il sole cambia i suoi poli. “Non abbiamo ancora una descrizione matematica davvero coerente di ciò che sta accadendo. A meno che tu non possa modellarlo, non lo capisci veramente – ed è difficile capirlo davvero”, ha sottolineato l’eliofisico Phil Scherer in space.com. (fattura non pagata)

Related articles