Il fallimento di un’azienda tradizionale ad Augusta: colpa dei fornitori di servizi cinesi?

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. Home page
  2. un lavoro

Insiste

Interi settori soffrono della pressione sui prezzi. Ora questo sta accadendo alla tradizionale azienda di Augusta. La colpa è dei fornitori cinesi low cost?

Augusta – Recentemente ha fatto scalpore il fallimento delle società di servizi di viaggio FTI e Inbatec. Uno Un’ondata di fallimenti sta attraversando la Germania. Ora questo sta accadendo alla tradizionale azienda di Augusta. Lunedì sera la società di investimenti nell’e-commerce WB D2C Group ha dichiarato fallimento di una delle sue filiali presso il tribunale distrettuale di Augusta. Nello specifico si tratta della società di vendita per corrispondenza Weltbild GmbH & Co. KG. Cosa c’entrano i fornitori cinesi low cost Temu e SHEIN?

Nuovo fallimento Weltbild – La “ristrutturazione di base” deve salvare le aziende

Secondo la società, il tribunale ha accolto la richiesta e ha nominato curatore provvisorio Christian Bleil dello studio legale Schneider Geiwitz & Partner (SGP), specializzato in ristrutturazioni. “Il management desidera utilizzare questa azione per avviare le misure necessarie per ristrutturare radicalmente l’azienda”, ha scritto la società in un comunicato stampa simile. Ciò non cambierà nulla per i clienti Weltbild: Weltbild può continuare la sua attività.

Filiale Weltbild presso la sede centrale MTZ Taunus a Sulzbach (avatar). Interi settori soffrono della pressione sui prezzi. Ora questo sta accadendo alla tradizionale azienda di Augusta. ©Imago/Ralph Peters

Come annunciato anche dal gruppo WB D2C, i marchi e gli altri investimenti che rappresentano l’80% delle vendite del gruppo non saranno interessati dall’insolvenza di Weltbild. Queste aziende includono, ad esempio, Weltbild Verlag GmbH, con sede in Svizzera, l’azienda omonima in Austria, Orbisana, Thousandkind o Buecher.de.

“Fornitori di servizi avventurosi dalla regione asiatica”: ecco perché la rivista Weltbild è fallita

In Germania la Weltbild GmbH & Co. L’attività di vendita per corrispondenza di KG basata su catalogo, che rappresenta circa il 20% del fatturato dell’intero gruppo. “Oltre all’impatto dei punti critici globali esterni e delle interruzioni della catena di fornitura, l’attività di Weltbild è stata sottoposta a pressioni significative, in particolare a causa del drammatico aumento dei costi”, afferma il rapporto. Il gruppo ne ha parlato specificatamente Guerra in Ucraina E conflitti militari in Israele. Inoltre, “l’ingresso di nuovi e potenti fornitori di servizi dalla regione asiatica” è responsabile dell’intensificazione della “situazione competitiva già tesa”.

Ciò potrebbe significare aziende come Temu e SHEIN, che hanno già messo sotto pressione altri settori dell’economia. Temu, essenzialmente una versione cinese di Amazon, ha guadagnato quote di mercato maggiori attraverso una massiccia campagna sui social media e ogni sorta di espedienti, ma è già stata criticata per difetti di qualità e problemi di consegna. I difensori dei consumatori hanno messo in guardia su TimoAnche il governo federale ha partecipato.

Cambiamenti di personale al Weltbild

Dopo il fallimento anche il gruppo WB D2C prevede un cambio di management. Christian Seiler (CEO) e Bewin Meiner (COO) lasceranno la direzione della WB D2C e Christoph Honnefelder e Sami Sajur assumeranno invece la guida esclusiva. Stefanie Pink è ora l’amministratore delegato unico di Weltbild GmbH & Co. KG.

“Le basi per il successo della Weltbild GmbH & Co. KG sono chiare”, ha affermato Stefanie Pink. “Concentrarsi sul business online incentrato sul cliente, espandere le categorie redditizie e ad alta crescita, ridurre significativamente i costi, razionalizzare tutte le operazioni e riorganizzare completamente il panorama IT per adattarlo alle nuove dimensioni dell’azienda e allo sviluppo mirato del mercato.”

Christoph Honnefelder, che lavora nel gruppo dalla fine del 2023, ha aggiunto: “Vediamo molto chiaramente negli altri marchi del gruppo che il nostro concetto di digital-first sta avendo effetto. Ora lo eseguiremo ininterrottamente per Weltbild GmbH & Co. KG e riportare il marchio sulla strada del successo attraverso presentazioni mirate.

L’azionista, Droege Group, ha già confermato il suo sostegno finanziario per il nuovo round. “Sono quindi convinto che la ristrutturazione avrà successo”, ha affermato il direttore finanziario Sami Sajour.

50 anni di attività di vendita per corrispondenza

Weltbild apparve poco dopo la seconda guerra mondiale. Fondata nel 1948 come casa editrice cattolica, ha iniziato a commerciare libri per posta negli anni ’70. Questo si è rivelato un motore di crescita. Nel corso degli anni ’80, Weltbild ha acquisito diverse testate di riviste ed editori di libri. L’espansione internazionale seguì nei decenni successivi.

Weltbild è già fallita. Secondo l’agenzia di stampa tedesca, l’allora gruppo editoriale Weltbild di Augusta aveva dichiarato fallimento dieci anni fa. L’azienda in difficoltà è stata rilevata dall’azienda familiare Droege di Düsseldorf. Già allora l’insolvenza è stata affidata allo studio legale Jewitz, rappresentato da Arndt Jewitz. (Impara con l’EPA)

Related articles

Sono stati segnalati più casi di Oropouche: la clinica fornisce i dettagli

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 21 luglio 2024, 15:07Da: Vittoria CrumbeckPremeredivisoIn Italia sono stati segnalati nuovi casi di...

Ecco perché hanno le maniglie ai piedi

Molte bottiglie di birra o altre bottiglie hanno creste nascoste. È questo Braille?La prossima volta che acquisti...

Mike Heater si è davvero innamorato di Layla nel bosco?

Mike Heater si è davvero innamorato di Layla nel bosco?bromflashI piccioncini ora vogliono fare i passi successivi nella...

Vaccinazione contro le zecche: un grande successo per gli open day

Sabato 20 luglio 2024 l'Azienda Medici dell'Alto Adige ha invitato i cittadini ad una vaccinazione gratuita contro l'encefalite...