Aprile 17, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Hendrik Wüst su “NTV Frühstart”: “Se facciamo affidamento sulla deportazione, mentiamo a noi stessi”

Hendrik Wüst su “NTV Frühstart”: “Se facciamo affidamento sulla deportazione, mentiamo a noi stessi”

Hendrik Wüst in “L’inizio di NTV”
“Se facciamo affidamento sulla deportazione, stiamo mentendo a noi stessi”.

I governi federale e statale sono ancora lontani dal raggiungere un accordo al vertice sull’immigrazione. Il primo ministro della NRW Wüst invita il cancelliere Schultz a mostrare leadership e risparmiare più denaro.

Il premier dello stato della Renania settentrionale-Vestfalia, Hendrik Füst, ha invitato il governo federale ad assumere nuovi impegni finanziari per evitare il fallimento del vertice sulla migrazione di oggi. “Dobbiamo cooperare. Abbiamo una responsabilità condivisa a tutti i livelli di governo”, ha detto un politico della CDU al programma “Frühstart” di NTV. Spera che ora ci sia una base comune di discussione per ottenere un buon risultato. I comuni hanno bisogno di impegni finanziari permanenti e affidabili.

Wust ha affermato che con oltre 100.000 domande di asilo quest’anno, ci sono sfide significative per le città e le comunità. “I comuni vogliono, gli stati vogliono, il governo federale vuole assumersi un po’ di responsabilità per tutti coloro che tornano da noi in questo momento”. Altre persone arriveranno di nuovo dalla Siria, dall’Afghanistan o da Türkiye. “Si tratta di persone che fuggono da noi per necessità, si tratta di persone che svolgono il lavoro sul campo – e tra l’altro meritano risposte, anche dal consulente”.

Foust ha riconosciuto che i governi federale e statale erano “in attesa” prima della riunione odierna. “Le posizioni sono molto distanti”. Durante i negoziati di novembre, è stato concordato che i finanziamenti per l’alloggio dei profughi sarebbero stati discussi in seguito, ma ora il governo federale vuole “parlare di tutto il possibile, non solo di finanziamenti”. Capisce che il ministro delle finanze Christian Lindner ha dichiarato prima del vertice di non avere più soldi a disposizione. Ma i ministri delle finanze degli stati federali hanno detto lo stesso. “Ora la qualità di guida di Olaf Schultz è richiesta anche per agire in modo costruttivo su queste cose come parte di ciò che accade al suo semaforo”.

Il premier della Renania Settentrionale-Vestfalia non vede nelle proposte della Cancelleria per la protezione delle frontiere e l’espulsione l’unica base per un accordo all’odierna riunione dello Stato federale. Potrebbero essere adottate anche misure per ridurre l’immigrazione, “semplicemente non risolve il problema con le persone che sono qui oggi”, afferma Wüst. Quindi il vertice deve riguardare principalmente più soldi per i comuni a lungo termine.

Tuttavia, Fust si è espresso a favore di una migliore protezione delle frontiere in Europa e della registrazione anticipata dei rifugiati. “Dobbiamo assicurarci che le persone che non hanno lo status di sandbox non vengano da noi in primo luogo.” Allora puoi prenderti più cura di coloro che hanno bisogno di protezione. “Se facciamo affidamento sulle deportazioni, stiamo mentendo a noi stessi”. In vista dell’incontro odierno, la Cancelleria ha presentato un documento che prevede ulteriori espulsioni.

Il politico della CDU ha espresso sostegno alle procedure di asilo che il governo federale sta pianificando alle frontiere esterne dell’UE e al meccanismo di distribuzione europeo. Il ministro dell’Interno federale Nancy Weser dei socialdemocratici ha parlato di “slancio” per un accordo in Europa. “Se c’è questo slancio, dovremmo sfruttare questa opportunità per limitare il flusso di coloro che non hanno assolutamente bisogno della nostra protezione”, ha detto Wust. Secondo Lust, la regolamentazione avrà un impatto sulla migrazione a medio termine.