È così che ha perso i suoi miliardi

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. Home page
  2. un lavoro

Uno spettacolo sempre gradito sui tappeti rossi: Rene Benko e sua moglie Nathalie alla corsa dell’Hahnenkamm a Kitzbühel a gennaio. © Wolfgang Grebien/Geba Images/Imago

Rene Benko, l’uomo che possedeva metà del centro di Monaco, è sull’orlo dell’estinzione. Il suo impero immobiliare sta crollando e la domanda è: come è arrivato a questo punto?

È stato consegnato dal giovane René Benko a Innsbruck scuola Non ha preso la maturità, che in Austria si chiama Abitur. Invece, è stato ispirato da un amico che lavorava nel settore immobiliare. Anche Banco lo voleva. Iniziò a convertire attici fatiscenti in appartamenti di lusso e a venderli. Si dice che a vent’anni abbia guadagnato il suo primo milione in scellini austriaci, ma ancora non è così. Rene Benco è diventato uno dei più grandi promotori immobiliari, come lo chiamano. Ora ha 46 anni Ha costruito un impero enorme ed espansivo con la sua azienda Signa. Nessuno sa esattamente quanto sia ricco oggi: a volte è indicato come il secondo austriaco più ricco, a volte come il quinto più ricco. Secondo le stime possiede più di cinque miliardi di euro.

Questo è René Benko

data di nascita 20 maggio 1977
Organizzazione stabilita Partecipazioni Cigna
Origini $ 5,9 miliardi (Fonte: Forbes)
Investimenti in Germania Galleria Kaufhof, Karstadt e altri

Da venerdì sembra che tutto sia finito. Dopo che Cigna ha iniziato a vacillare finanziariamente e non c’era più lavoro nei cantieri, gli investitori hanno tagliato il Banco e lo hanno licenziato. E Signa adesso è in rovina.

Ogni volta che c’erano terreni o immobili da acquistare in buone posizioni urbane, René Benco era lì. Partendo da Innsbruck, estese la sua attività all’Austria, per poi aggiungere il mercato tedesco e l’Italia, molto più grandi. Ha assunto la direzione del gruppo di grandi magazzini Galeria-Karstadt-Kaufhof, che era costantemente in crisi.

Rene Benko: miliardario self-made per eccellenza o uomo d’affari tempestoso?

Nelle ultime settimane, i problemi finanziari del Banco sono stati chiari e inequivocabili. L’Elbetower di Amburgo, un enorme progetto espositivo ad HavenCity, non viene più costruito. Il grattacielo, progettato dall’architetto britannico David Chipperfield, avrà 65 piani e raggiungerà un’altezza di 240 metri. Finora sono stati costruiti circa 20 pianiMa le gru restano ferme. Il seguente caso divenne noto nel parco Königsstrasse a Stoccarda. Signa stava pianificando un progetto di vendita al dettaglio e uffici da 1 milione di dollari lì. La vecchia casa è stata demolita, ma non ci sono segni di lavori in corso sulla nuova casa. Dell’interruzione è stato invece informato l’ufficio di progettazione di Monaco Steidle Architekten.

“Questo impero sembra un castello di carte”, afferma in un’intervista a FR il professore di economia Gerrit Heinemann dell’Università di Niederrhein. “Molte cose di Cigna non sembrano serie.” Gli mancano “meccanismi di sicurezza” e crede che Benko sia apparso “più potente di quanto non fosse” agli occhi dei donatori.

In Austria e altrove, Benko era visto sia come un self-made man esemplare che era riuscito a passare dalle stalle alle stelle in modo classico, sia come un uomo d’affari ventoso e poco serio. “La situazione attuale non mi sorprende”, dice Heinemann. Benko era anche soprannominato “Wunderwuzzi”.

I media e i partner commerciali descrivono la struttura del Gruppo Signa come ambigua

L’impero commerciale di Benko Signa ha potuto prosperare perché i tassi di interesse sono stati a lungo molto bassi e lui ha potuto finanziare i suoi progetti con denaro a buon mercato. Allo stesso tempo, i valori immobiliari sono aumentati costantemente – quasi come una sorta di legge naturale. Ma nel frattempo la situazione è cambiata radicalmente: i prestiti sono costosi, i valori degli immobili sono in calo o quanto meno stagnanti, e i costi di costruzione sono saliti alle stelle.

Una volta si aveva l’impressione che René Benko possedesse metà del centro di Monaco – i negozi di articoli sportivi, i costosi negozi di abbigliamento o l’Alte Academy – una fetta della torta che un tempo era un monastero gesuita. Ma ha venduto anche tante cose. I media e i partner commerciali descrivono la struttura del Gruppo Signa come ambigua. Secondo le proprie informazioni, l’azienda ha dodici sedi – in Germania e Austria, ma anche in Italia, Svizzera e Lussemburgo.

“C’è un’incredibile convergenza tra economia e politica in Austria”, afferma un deputato dell’SPÖ.

Da un lato, Rene Benko è un uomo che non appare mai in pubblico. D’altronde è profondamente immerso nella “palude dell’amicizia” austriaca, come si dice nel piccolo paese vicino. Conosceva bene i politici dell’epoca dell’ex cancelliere dell’ÖVP e arrampicatore sociale Sebastian Kurz. Tutti sanno dove si trovava l’ex vicecancelliere austriaco del Partito della Libertà Heinz-Christian Strache quella mattina quando cadde nella trappola del video di Ibiza: a bordo dello yacht di René Benco. “C’è un’incredibile convergenza tra economia e politica in Austria”, dice a FR Jan Kreiner, deputato del partito socialdemocratico SPÖ. Benko “entra ed esce dai ministeri come se fosse lui stesso il ministro”. Una volta gli è stata comminata una pena detentiva con sospensione condizionale di un anno in un processo per corruzione. È difficile dire come fosse persona il mongolo caduto e cosa lo rendesse speciale. Perché su questo ha sempre taciuto.

Ma forse un’idea vi verrà in mente se date un’occhiata alla proprietà di lusso “Chalet Inn” da lui costruita nella famosa località sciistica di Lech am Arlberg.. Il “bunker” alpino sarebbe costato 38 milioni di euro. Il blocco rivestito in legno scuro è dedicato alla sua seconda moglie, Natalie. Si può anche affittare lo Chalet N, almeno secondo la homepage, ma secondo l’agente online il prezzo dell’affitto natalizio è di 510.000 euro. Nella settimana.

I negozi Galleria non sembrano essere stati direttamente colpiti dal terremoto di Cigna. Tuttavia, il Banco aveva previsioni di profitto molto più elevate per la catena di grandi magazzini, ma la vendita al dettaglio è stagnante o in calo. Pertanto gli esperti del settore ritengono che sia possibile che la Galleria scivoli nuovamente in bancarotta.

Rene Benko: Una storia simile a quella del magnate immobiliare di Francoforte Jürgen Schneider?

Ma come è potuto accadere tutto questo? L’economista Heinemann dice: Forse c’è ancora chi ricorda Jürgen Schneider. Una volta possedeva anche un impero.” Nel 1994, il magnate immobiliare fallì e fu condannato a quasi sette anni di prigione per frode e falsificazione. Ora ha 89 anni.

Benko aveva Signa completamente concentrato su se stesso. Secondo Heinemann, per credergli bisogna avere “una buona dose di speranza e occhiali color rosa”. Riguardo al prestigioso progetto di Stoccarda, dove Cigna aveva annunciato che non ci sarebbe stata alcuna pausa nella costruzione, ma solo una riprogrammazione a causa del grande interesse, ha detto: “Potreste delirare di speranza”.

Cosa accadrà all’impero di Benko al momento non è del tutto chiaro. Il Banco si ritirerà quasi sicuramente a causa della pressione degli investitori – lo ha confermato a ORF Radio l’imprenditore edile austriaco Hans Peter Hasselsteger. Il noto curatore fallimentare e riorganizzatore aziendale Arndt Goewitz di New Ulm, che lo stesso Benko ha chiamato per sistemare le cose alla Cigna, è visto come un uomo importante nell’ombra. Quando gli è stato chiesto, non ha voluto confermare le notizie secondo cui Benko aveva trasferito i suoi diritti di voto a Jewitz.

Related articles

Nuovo favorito per le vacanze: scelto come il lago più bello d’Italia

Pagina inizialeviaggiostava in piedi: 13 luglio 2024, 14:45Da: Francisca KindlPremeredivisoUna guida turistica italiana ha nominato per la nona...

Gli esami di laboratorio rivelano la presenza di sostanze tossiche

Home pageconsumatorestava in piedi: 13 luglio 2024 alle 19:09da: Romina KunziInsisteDivideLe donne si espongono regolarmente al pericolo senza...

Notizie di mercato: Desiree Doue nuovo obiettivo

Il Bayern Monaco sta preparando la sua squadra per la nuova stagione. Il Monaco punterà anche sul...

Verrà distribuito Android Auto 12.4

Android Auto 12.4 è distribuito da Google. Come sempre, potrebbe volerci del tempo prima che la nuova...