Ottobre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Discorso in Polonia: Biden confonde una frase sul potere di Putin

JLa piazza interna del Castello Reale di Varsavia è piena di gente. È già buio questo sabato sera, mentre le bandiere americana e polacca sventolano al vento. “Non avere paura!” Joe Biden cita l’eroe nazionale polacco, Papa Giovanni Paolo II, all’inizio e alla fine del suo discorso. Il cattolico Biden ricorda il momento in cui il potere della fede, della religione e del popolo dell’Unione Sovietica ha affrontato la cortina di ferro. Giura davanti al sindacato polacco Solidarno, che ricorda Lech Walesa.

Ma alla fine della sua visita di due giorni in Polonia, Biden si è rivolto anche agli ucraini, dicendo: “Ti siamo vicini!” Ricorda come l’Unione Sovietica una volta abbia cercato di stroncare sul nascere i movimenti per la libertà, in Ungheria e Polonia nel 1956, in Cecoslovacchia nel 1968

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Biden dice che Putin ha il coraggio di un despota. Poco prima dell’inizio del suo discorso, la Russia ha lanciato missili su Leopoli, vicino al confine con la Polonia, che smentivano la presunta nuova strategia di concentrarsi sull’Ucraina orientale. I missili su Lviv dovrebbero essere intesi come un messaggio di Vladimir Putin a Biden. Ha elogiato a Varsavia la risposta “rapida, forte, unita e senza precedenti” dell’Occidente alla guerra.

Biden afferma che la Russia è stata finora l’undicesimo paese più potente del mondo. Ma presto non era più tra i primi 20. Con la guerra, la Russia aveva già “strategicamente fallito”. Circa 200.000 russi sono fuggiti, il che significa una vera fuga di cervelli. Il suo messaggio al popolo russo (“Se puoi ascoltare”) è: non sei il nostro nemico! Questa guerra non fa per te.

Biden parla di “battaglia tra democrazia e autoritarismo”, ma nonostante tutto il suo ottimismo gestisce le aspettative con cautela. L’Occidente si prepara a una lunga lotta: “Questa battaglia non sarà combattuta in giorni o mesi. Dobbiamo temprarci per una lunga battaglia”.

Leggi anche

Da sinistra: Angela Merkel (CDU), Olaf Schulz (SPD), Andrej Melnik e Volodymyr Silinsky

Biden riassume in una frase il vero messaggio del suo discorso, poco prima di lasciare il podio e iniziare il suo viaggio di ritorno negli Stati Uniti. “Per l’amor di Dio”, grida Biden, riferendosi a Putin, “questo ragazzo non può più rimanere al potere”.

Biden chiede indirettamente la caduta di Putin, quindi leggilo. Ma cosa significa questa frase, che suona come la strategia americana di cambio di regime spesso fallita? Queste parole hanno conseguenze per la politica statunitense? Dal momento che gli Stati Uniti non vogliono entrare in guerra contro la Russia, è probabile che la sentenza abbia il carattere di suppliche, cioè di rivolgersi all’élite dominante a Mosca.

Leggi anche

Maria Morzarovskaya e Nikolai Kasyan

Immediatamente dopo il discorso di Biden, la Casa Bianca si è sentita in dovere di spiegare le parole del presidente: il messaggio del presidente era “che a Putin non dovrebbe essere permesso di avere potere sui suoi vicini o sulla regione. Non stava parlando del potere di Putin in Russia o di rovesciare un governo”, ha affermato un funzionario della Casa Bianca. Estrema confusione sulle parole di Biden in una situazione politica globale altamente tesa.

READ  L'ex agente del KGB Sergei Yernov: Strategicamente, Putin ha già perso questa guerra!

“Non pensare nemmeno ad agire contro un centimetro di territorio Nato”

Ma Biden si è rivolto direttamente a Putin nel suo discorso: “Non considerare nemmeno di agire contro un centimetro di territorio Nato”. Gli Stati Uniti ei loro partner della NATO hanno un “santo obbligo”, l’obbligo di assistenza reciproca. In Polonia, queste parole pesano più dalla bocca di Biden che altro, come assicurazioni dalla Germania o dalla Francia: “L’articolo 5 è un dovere sacro degli Stati Uniti”, ha detto Biden poche ore prima nella sala colonnata del palazzo presidenziale.

Dal punto di vista polacco, la promessa di assistenza americana, che un attacco a un membro della NATO sarebbe stato inteso come un attacco all’intera Alleanza, non poteva essere ripetuta a sufficienza. Il paese è preoccupato per la guerra russa contro il suo vicino orientale, l’Ucraina.

Leggi anche

Florence Job è vicedirettore dell'Istituto dell'Unione Europea per gli studi sulla sicurezza (EUISS).

Esperto di sicurezza in Ucraina

Gli effetti della guerra sono stati a lungo avvertiti da molti polacchi: più di due milioni di ucraini sono arrivati ​​in Polonia nel primo mese di guerra. Finora tre milioni hanno lasciato il Paese. La massima priorità del governo polacco, come il governo degli USA e della NATO, è garantire che le ostilità non si diffondano nel territorio polacco. C’è il timore che la Russia bombardi i trasferimenti di armi o addirittura che la Russia possa attaccare deliberatamente la Polonia. Di recente, le minacce di Mosca contro la Polonia sono aumentate.

La partecipazione di Varsavia è considerata un fattore invalidante dalla Russia: la Polonia riceve di gran lunga il maggior numero di rifugiati ucraini, è diventata uno dei più importanti fornitori di armi a Kiev e un centro per le consegne di armi da altri paesi. Già a gennaio, la Polonia ha iniziato a fornire all’Ucraina attrezzature militari. Tuttavia, l’assistenza militare polacca all’Ucraina va ancora più indietro: dall’annessione illegale della Crimea da parte della Russia, Varsavia ha ampliato la sua cooperazione con l’Ucraina, compreso l’addestramento militare.

READ  Stato dell'infezione: Brown chiede il "freno di emergenza" per Corona prima delle consultazioni del governo federale

La Polonia contribuisce in modo determinante all’imposizione di severe sanzioni alla Russia. Il primo ministro Mateusz Morawiecki avrebbe messo al suo posto il primo ministro ungherese Viktor Orban. Il governo polacco continua a chiedere misure più severe, compreso il blocco degli acquisti di petrolio e gas a livello dell’UE. Varsavia rivendica anche l’adesione dell’Ucraina all’Unione Europea.

Grande ascesa della Polonia nell’alleanza occidentale

I funzionari polacchi escogitano regolarmente idee come una “missione di mantenimento della pace” in Ucraina o una proposta per la consegna di aerei da combattimento MiG-29 polacchi in Ucraina. Alcuni partner dell’Unione Europea e della NATO sono irritati dall’aspetto audace della Polonia.

“La Polonia si è presa una grande responsabilità”, ha detto Biden a Varsavia. È una salita straordinaria quella che la Polonia ha fatto nell’Alleanza occidentale. Per molto tempo, dal 2015, il Paese è stato criticato per aver limitato la libertà dei media, discriminato le minoranze sessuali e, ultimo ma non meno importante, per lo smantellamento della magistratura da parte del governo polacco.

Leggi anche

Giocatori importanti della NATO (da sinistra): Justin Trudeau (Canada), Joe Biden (USA), Olaf Schultz (Germania), Boris Johnson (Gran Bretagna), Emmanuel Macron (Francia)

Il rapporto inizialmente difficile tra i polacchi e il governo Biden era dovuto al fatto che i conservatori nazionali polacchi avevano stretti legami con Donald Trump. Durante la campagna presidenziale degli Stati Uniti del 2020, ciò ha spinto Biden a confrontare gli sviluppi in Polonia con la Bielorussia, dove il dittatore Alexander Lukashenko sta opprimendo il suo stesso popolo. Varsavia era furiosa.

Tali distorsioni tra i due partner, gli Stati Uniti d’America e la Polonia, sono oggi inimmaginabili. In termini di politica di sicurezza, la Polonia gioca un ruolo molto importante: il Paese è ora uno Stato in prima linea.