Gennaio 30, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Demolizione dello snack bar di Berlino dopo 35 anni: ecco cosa sta pianificando il suo nuovo inquilino

Dopo 35 anni, lo stand del Currywurst sull’Olympic Bridge non esiste più. Tuttavia, il nuovo inquilino vorrebbe che riaprisse nel nuovo anno. cosa ha in programma.

Curry con salsa fatta in casa, Berliner Schnauze alla griglia: per molti lo snack bar “Olympische Brücke” è un culto. È uno dei pochi curry berlinesi ancora stantio, senza una salsa speciale della ricerca spaziale”, ha scritto un visitatore su una piattaforma di rating online. Ma lo snack è scaduto ormai da almeno due mesi.

La precedente proprietaria Claudia Rose l’ha abbandonata dopo 35 anni. La capanna di tronchi è stata demolita la scorsa settimana. Il nuovo inquilino Pegman Darwish prevede di riaprire lo snack bar container nella stessa sede alla fine di gennaio.

Non è rimasto molto: lo snack bar sul Ponte Olimpico è stato demolito. (Fonte: Pegman Darwish)

Il nuovo (quasi) inquilino vuole che tutto rimanga uguale allo snack bar

“I passi che la signora Rose ha lasciato dietro di sé sono, ovviamente, molto grandi”, dice a t-online, “probabilmente non ci starei”. “Ma farò del mio meglio.” Vuole che al chiosco tutto resti uguale: soprattutto i piatti. Ecco perché ha trascorso tre settimane allo snack bar prima che chiudesse e lì gli veniva offerto di tutto.

“Ho aiutato a cucinare, ho imparato a fare le polpette, ho dato tutte le ricette e ho conosciuto i clienti abituali”, dice il quarantenne. In futuro continuerà a portare salsicce dagli stessi fornitori. E ovviamente Darwish ha anche lasciato che Claudia Rose gli mostrasse come preparare la salsa al curry. “È assolutamente incredibile”, ha detto eccitato.

Darvish vuole anche offrire qualcosa di nuovo in futuro: “Forse ali di pollo, crocchette di pollo e un semplice hamburger – un semplice tortino, lattuga, pomodoro, cetriolo, formaggio, cotto”. Altrimenti, vuole mantenere tutto com’è. “È semplicemente uno snack bar, di solito Berlino, e dovrebbe rimanere tale.” Darwish vuole stare da solo alla griglia nel suo negozio di hot dog. Prevede di essere aperto dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 19:00. E alle partite di calcio e ai concerti allo Stadio Olimpico.

Claudia Rose (a sinistra), la sua dipendente Evelyn Bogach (a destra) e il nuovo inquilino Pegman Darvish: Claudia Rose ha aperto lo snack bar nel 1987 con il suo compagno di allora.
Claudia Rose (a sinistra), la sua dipendente Evelyn Bogach (a destra) e il nuovo inquilino Pegman Darvish: Claudia Rose ha aperto lo snack bar nel 1987 con il suo compagno di allora. (Fonte: privato)

Berliner ha avuto l’idea di rilevare lo snack bar tre anni fa. Così ho detto alla signora Rose: “Se mai vendi uno snack bar, sarò interessato”. Quando è apparso evidente che stava già rinunciando al posto, ha presentato domanda all’ufficio distrettuale come successore. E fatti un cenno. “Alle autorità è piaciuto che io voglia mantenere tutto così com’è”.

Darvish attualmente gestisce un negozio DHL e una lotteria in Reichsstrasse, a poche strade di distanza dalla piattaforma Currywurst. Lui stesso pranzava regolarmente allo snack bar “Olympische Brücke” e Claudia Rose era una delle sue clienti. Darvish conosce molte persone dietro l’angolo e dà persino lezioni di nuoto al Wasserfreunde Spandau. “È semplicemente diventato il mio quartiere.” È anche per lui che friggerà il curry in futuro.

READ  Il Barcellona vuole mollare gli attaccanti dopo soli quattro mesi - report