Febbraio 1, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dall’insolvenza all’esaurimento: Matthias Rem è imbattibile

Dal fallimento al burnout
Matthias Rem non può essere sconfitto

Matthias Rem è riuscito in quello che molti musicisti vorrebbero riuscire: una canzone eterna che nessuno dimenticherà presto. Ma “Damn I Love You” non protegge il cantante dai colpi martellanti della sua vita. Tuttavia, non voleva litigare per il suo 65esimo compleanno.

Con la canzone “Damn, I love you”, è diventato una star più di 30 anni fa: Matthias Rem ha vissuto una vita movimentata. Dopo l’ascesa, una caduta libera nei primi anni 2000 è stata seguita dal fallimento personale.

La battaglia non è stata facile. Oggi sta lottando di nuovo, questa volta contro la stanchezza che lo ha costretto a prendersi una pausa dal palco. Tuttavia, Reem, che compirà 65 anni questo sabato, non sta pensando di smettere: “Amo la mia precaria vita musicale”, spiega.

Sperimentando sempre battute d’arresto, sempre presentandosi, e questo è anche l’equilibrio che la superstar di successo traccia nella sua carriera. “Ho avuto dei minimi, alcuni addirittura”, dice, riferendosi ai milioni di debiti che i cattivi investimenti gli hanno portato. Il titolo sui giornali dell’epoca era “The Bankrupt Singing Eagle of Mallorca”.

Accidenti, non ho niente.

Per scherzo ha cercato di manovrare attraverso la situazione pericolosa. Si è parodiato con la canzone “Damn, I Have Nothing” in un video promozionale per una compagnia di autonoleggio. E come ripensa al fallimento oggi? “Ho scosso la testa, ero così ingenuo”, dice.

Nel 2010, Reem era di nuovo senza debiti e ha pubblicato un nuovo album: “Sieben Leben”, che è diventato disco di platino e ha dato alla pop star un nuovo impulso. Le sue canzoni di maggior successo includono “You’re My Luck”, “I Dreamed of You” e “I’m Not in Love”.

Tuttavia, la vita significava bene per lui, dice Reem, che quest’anno è diventato padre per la settima volta. “Mi ha reso la persona che sono oggi”, dice il cantante. Nel suo studio musicale sul Lago di Costanza, il nativo dell’Assia settentrionale sta ancora lavorando ai successi. Anche la sua quarta moglie, Christine Stark, il figlio Julien e la figlia Marie, che viene da una relazione con la cantante pop Michelle, stanno facendo musica.

“Non ne potevo più”

Reem, che ora sta continuando il suo tour dopo una pausa di due mesi, dice che la famiglia è felice perché la salute sta migliorando di nuovo. “Il fatto che io sia di nuovo on the road lo sai da tutta la vita. Siamo una famiglia di musicisti”, dice Reem.

Prende molto sul serio il suo esaurimento, che descrive come un completo tracollo. Era un segnale di avvertimento. “Il momento peggiore per me è stato quando ho sentito la mia voce venir meno lentamente al mio ultimo concerto.” Pensava che fosse la fine della sua carriera. “Ma non ce la facevo più. Poi mi sono sdraiato a letto a casa, tremando tutto.” È stato terribile.

Aveva esagerato nei mesi precedenti e aveva sempre pensato di essere immune. Ora presta maggiore attenzione ai periodi di riposo. “Nel frattempo, ci sono sempre settimane senza lavoro in cui posso rilassarmi e godermi la mia famiglia allargata”.

Vuole anche prendersela comoda per il suo compleanno. Ma è ancora lontano dalla pensione. “In questo momento, non riesco a immaginare di sedermi su una sedia a dondolo da qualche parte a godermi la pensione.” Ma chissà: “Forse quando invecchierò davvero, la penserò diversamente. Ma no, non credo”.

READ  I residenti del campo forestale rischiano una multa di € 30.000 da RTL