Campeggiatori italiani arrabbiati per i giovani vacanzieri tedeschi: “allagamento”

Date:

Share post:

Piero Esposito
Piero Esposito
"Appassionato di alcol. Ninja di Twitter. Amante della TV. Cade molto. Fanatico del caffè hipster."
  1. tz
  2. il mondo

Premere

Un tour operator tedesco ha attirato le ire degli abitanti italiani dei campi. Gli italiani temono la fine di una vacanza tranquilla.

COMACHIO – Il campeggio in cui si ritorna ogni anno è per molti come una seconda casa. Questo è probabilmente il caso di una donna italiana che va regolarmente in vacanza in un campeggio al Lido di Spina. Ora però la donna ha spiegato su Facebook perché quest’estate è meno entusiasta: un tour operator tedesco ha aperto un negozio in mezzo ai campeggi in Italia, una popolare destinazione turistica considerata un’oasi. Pace da parte della gente del posto.

Campo sulla costa adriatica italiana “inondato” dai turisti: una donna italiana sfoga la sua frustrazione

“A nostra insaputa, è stato concluso un contratto decennale con un’azienda tedesca che ha letteralmente inondato il nostro territorio con un enorme magazzino”, diceva uno il 30 giugno. Leggi il gruppo Facebook, il cui contenuto è rivolto ai vacanzieri e ai residenti del campeggio “Spina Camping Village” in Italia. Il campeggio si trova sulla costa adriatica ed è noto per la sua pineta, un mix di tranquillità e svago e una lunga spiaggia sabbiosa nelle vicinanze.

36 tende, una cucina e un palco: il tour operator mette in difficoltà gli italiani nei campi

La notizia che un tour operator tedesco ha ora delle tende nel campeggio è stata una brutta sorpresa per i residenti. Adesso ci sono “36 tende sparse, una grande cucina e perfino un palco”, lamenta l’italiano nel suo contributo. Ha anche condiviso delle foto, tra cui un palco in una pineta. “100 giovani saranno ospitati nel campo per due mesi”, hanno aggiunto gli accademici.

Molti italiani cercano pace e tranquillità nel campeggio al Lido di Spina, circondato da pinete. Ora si lamentano dell'”invasione” di un tour operator tedesco. © IMAGO / Jahnke

Le foto mostrano il tour operator tedesco “Ruf Jugendreisen”. Sul sito i ragazzi dai 14 ai 16 anni possono prenotare una vacanza in un campeggio a Lido di Spina, Italia. In risposta ad una richiesta IPPEN.MEDIA “ruf Jugendreisen” riferisce che il campeggio “sta subendo un cambiamento strutturale” e vuole attirare anche altri gruppi target. “Si tratta sicuramente di un cambiamento per i campeggiatori a lungo termine, ma questo cambiamento era in cantiere da molto tempo”, afferma il tour operator.

Nessuna pace? Gli abitanti dei campi italiani sono delusi

Tuttavia, l’idea di giovani che “cucinano 200 salsicce e crauti in una volta” in un campeggio durante i mesi estivi per dieci anni frustra una donna italiana su Facebook. La donna, arrabbiata, si è lamentata del fatto che i servizi igienici nell’area del campo erano già in pessime condizioni. Se i giovani si riversano nei bagni centrali, la situazione peggiorerà.

“Abbiamo scelto questo campeggio, tra le altre cose, per la bellissima natura che lo circonda, per la pace e la tranquillità”, continua la donna. Il timore che sia ormai finita è condiviso anche da altri utenti di Facebook e dai residenti del campo.

“Non c’è pace”: i vacanzieri si lamentano dei gruppi di giovani nei campeggi, altri lo trovano troppo rilassato

“Sono venuti da noi durante la notte senza alcun preavviso. Hanno cominciato a scaricare chili di scatoloni e costruzioni varie… nessun sollievo”, si legge nei commenti. La donna frequenta il Lido de Spina da dieci anni. Non sa ancora come spiegare a suo figlio che l’anno prossimo la famiglia andrà in vacanza da qualche altra parte. “Sono amareggiata e delusa e mi sento derubata”, continua. Anche in Croazia si discute molto sui campi.

L’organizzatore conferma: i ragazzi osserveranno “riposo, ordine e pulizia notturna”.

“ruf Jugendreisen” ha promesso IPPEN.MEDIA Tutti i giovani, invece, “mantengono il buon riposo notturno, l’ordine e la pulizia”. A questo scopo l’organizzatore dispone di ulteriori guide turistiche responsabili del rispetto delle normative applicabili. Anche la piattaforma verrà utilizzata solo in determinati orari e sarà rivolta verso il mare “in modo che nessun rumore possa diffondersi verso i vicini”. Finora non ci sono state “voci negative né lamentele” durante la costruzione del sito.

Ma le voci negative non sono le uniche nei commenti di Facebook. Scrive ad esempio un italiano che ha trascorso 17 anni nel campo: “È un campo e ci sono regole e periodi di riposo per i giovani. Non ricordo nessuno che si sia lamentato.” Ci sono sempre campi di vacanza. Un recente vacanziere si è lamentato di questo “Invasione” dei campi tedeschi in Portogallo. (nbe)

Related articles

Turista italiana prima salvata dalle lavoratrici stagionali, poi violentata?

Pagina inizialePanoramastava in piedi: 21 luglio 2024, 22:39Da: Moritz BlitzingerPremeredivisoDue uomini avrebbero prelevato un turista dalla strada a...

Audi riporta le auto elettriche rottamate e taglia i prezzi delle auto elettriche

Home pageun lavorostava in piedi: 21 luglio 2024, 15:14da: Patrick FreewahInsisteDivideTuttavia, il nuovo modello Audi Q4 non è...

Questi sono i vincitori di quest’anno del premio di gioco da tavolo più prestigioso al mondo

I vincitori delle tre categorie Gioco dell'anno sono stati annunciati ufficialmente domenica a Berlino. Ogni estate viene assegnato il...

L’atmosfera terrestre ha dimostrato di essere il miglior scudo protettivo contro le supernove vicine

Home pageLo sappiamostava in piedi: 21 luglio 2024, 19:13da: Giuliano MayerInsisteDivideIn teoria, una supernova potrebbe rappresentare una grave...