Gennaio 30, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

All’improvviso ha avuto un vento favorevole dall’UE

Il governo italiano infrange la legge dell’UE, fa arrabbiare la Francia, ma celebra la vittoria nell’UE Come può accadere?

Il nuovo primo ministro italiano Giorgia Meloni vuole fare una grande promessa al suo popolo: fermare l’immigrazione clandestina. Durante la campagna elettorale, si è espresso contro la politica di immigrazione dell’UE, contrariamente ai governi precedenti, e potrebbe essere stata una delle ragioni per cui il suo partito, il post-fascista Fratelli d’Italia, ha vinto le elezioni parlamentari anticipate.

Dopo essere entrato in carica alla fine di ottobre, è diventato serio. In misura estrema, all’inizio di novembre il suo governo ha negato l’ingresso di navi private di salvataggio nei porti italiani, contrariamente alla legge applicabile. Sebbene ciò abbia portato a una spaccatura diplomatica con la Francia, la Meloni sta ora ricevendo il vento favorevole dall’UE. Come può accadere?

La nave di salvataggio diventa una questione politica europea

Salto temporale alla seconda settimana di novembre: navi private di salvataggio in mare con diverse centinaia di persone giacciono da giorni sulle coste italiane. La situazione a bordo è precipitata:

Circa 30 migranti hanno iniziato lo sciopero della fame a bordo della tedesca “Humanity 1”, e tre della norvegese “Geoparents” si sono tuffati nel porto di Catania per raggiungere a nuoto la riva. Mentre gli occupanti di queste due navi sono stati finalmente autorizzati a scendere a terra su sollecitazione delle autorità sanitarie, la terza nave, la norvegese “Ocean Viking”, è diventata una questione politica europea.

Proteste studentesche: i giovani italiani scendono in piazza, soprattutto contro il governo di destra italiano. (Credit: IMAGO/Mauro Ujetto)

Intanto le navi della guardia costiera italiana hanno mostrato quanta politica simbolica ci fosse dietro: mentre i soccorritori privati ​​erano al largo, hanno portato a terra i soccorsi. Tuttavia, solo una piccolissima percentuale di migranti arriva tramite navi di soccorso – la stragrande maggioranza raggiunge l’Italia con le proprie imbarcazioni.

L’Italia fece arrabbiare la Francia

Poco dopo, il governo italiano ha annunciato una vittoria: Meloni aveva mediato un accordo con il presidente francese Emmanuel Macron a margine di un vertice sul clima, ha riferito l’agenzia di stampa Ansa: La nave potrebbe andare in un porto francese.

La Meloni ha ringraziato pubblicamente Macron e il partner di coalizione, la Lega populista di destra, ha inviato al mondo un tweet di incoraggiamento: “La strada difficile sta dando i suoi frutti: i francesi stanno aprendo le porte”, ha detto. Inoltre, il partito ha condiviso un collage di foto con il leader del partito Matteo Salvini sorridente davanti a una scialuppa di salvataggio. Il ministro delle infrastrutture di oggi avrebbe detto: “L’aria è cambiata”, tradotto liberamente: “cambia il vento”.

Ma se si deve credere al governo francese, questa promessa non è mai stata mantenuta. Di conseguenza, ha risposto con rabbia: “L’atteggiamento italiano è inaccettabile”, ha detto un portavoce della televisione francese. Ha sottolineato che le navi di soccorso avevano il diritto di procedere verso il porto più vicino, quindi ha inviato un’altra bordata. “Le regole europee sono molto chiare e accettate dall’Italia, che è il maggior beneficiario degli aiuti finanziari di solidarietà dell’UE”. Tuttavia, l’11 novembre la nave è arrivata al porto francese di Tolone.

La Francia ha sospeso l’accordo

È molto insolito che il governo francese scelga parole così taglienti. Ma non si è fermato. Non solo il ministro dell’Interno francese Gerald Dorman ha avvertito il governo italiano di “gravissime conseguenze per le nostre relazioni bilaterali”. Come l’Italia, la Francia ha utilizzato i richiedenti asilo come pedine e ha accantonato l’accordo che avrebbe portato via i richiedenti asilo dall’Italia. La Meloni, invece, ha parlato di tradimento e Salvini ha commentato: “In effetti, deve essere l’Italia a protestare”.