Loading...
You are here:  Home  >  Accade oggi  >  Current Article

Simón Bolívar proclama la Repubblica di Colombia

By   /   17 Gennaio 2021  /   Commenti disabilitati su Simón Bolívar proclama la Repubblica di Colombia

Il 17 dicembre 1819 Simón Bolívar ufficializza al Congresso di Angostura la nascita della Repubblica della Grande Colombia comprendente gli attuali territori di Colombia, Venezuela, Ecuador e Panama e alcuni territori degli attuali stati di Costa Rica, Brasile e Guyana. Nel Congresso di Cúcuta il 30 agosto 1821 fu approvata la Costituzione.

La lotta contro il dominio spagnolo in Sud America, iniziata tra il XVIII e XIX secolo, trovò in Simón Bolívar, el Libertador,  la sua sintesi. Leader politico e comandante in capo dell’esercito rivoluzionario, Bolivar sognava di unificare l’America Latina in una federazione sul modello degli Stati Uniti, ma riteneva che nella fase di transizione nascessero Stati nazionali e sovrani a livello regionale.

Tuttavia, le dispute interne, evidenziate nel Congresso di Panama del 1826, portarono alla sconfitta del federalismo e, nonostante la lunga serie di successi personali, soprattutto in campo militare, segnarono il declino politico di Bolivar che fu costretto a dare le dimissioni da Presidente della Grande Colombia (4 maggio 1930) e a ritirarsi dalla vita pubblica.

Ho arato il mare” ebbe a dire Bolivar al momento del ritiro. La grande federazione fu sciolta formalmente l’anno seguente (1931). Dallo scioglimento nacquero ufficialmente i tre stati di Ecuador, Venezuela e Nuova Granada, che nel 1863 assunse il nome attuale di Colombia.

Grabriel Garcia Marquez, nel suo romanzo “Il generale nel suo labirinto”, raccontò, ripercorrendone le sue vicende, il Bolivar, ormai morente e circondato da un gruppo di seguaci, riflettere sul fallimento dell’ideale che aveva perseguito per tutta la vita: l’unità politica delle terre che lui aveva liberato e che gruppi di profittatori dominavano ormai senza possibilità di riscatto.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Giusto non significa necessariamente uguale

Read More →