Loading...
You are here:  Home  >  Accade oggi  >  Current Article

Viene trovata morta Elizabeth Short, la Dalia nera

By   /   15 Gennaio 2021  /   Commenti disabilitati su Viene trovata morta Elizabeth Short, la Dalia nera

È stato, e ancora lo è, uno dei casi di omicidi irrisolti più famosi della storia che ha ispirato numerosissimi musicisti, scrittori e registi. 

Il 15 gennaio 1947 nel Leimert Park di Los Angeles fu rinvenuto il corpo tagliato in due all’altezza dell’ombelico e con il volto sfigurato di una giovane donna, Elizabeth Short, soprannominata dalla stampa la “Dalia nera” (Black Dahlia), per le sue passioni: il colore nero e il suo film preferito “La Dalia Azzurra“.

Aveva poco più di 22 anni. Sul suo volto, il taglio dalle labbra alle orecchie,  creando il cosiddetto effetto “Glasgow Smile”, ne provocò la morte per dissanguamento, e dopo la morte l’assassino fece scempio del suo corpo.

Elizabeth Short, nata a Boston il 24 luglio del 1924, era in procinto di sposarsi con un Maggiore dell’Aeronautica, Matthew M. Gordon Jr. che sfortunatamente nel 1945 morì per un tragico incidente. L’anno successivo, Elisabeth, bella e avvenente, si trasferì a Los Angeles, con la speranza di entrare nel mondo dello spettacolo,di Hollywood, ma senza successo.

La Polizia di Los Angeles investigò a lungo sulla sua morte, conducendo una vasta indagine che coinvolse migliaia di persone che in qualche modo avevano avuto a che fare con la donna, partendo dal fatto che l’assassino doveva essere in grado di effettuare con precisione una vivisezione, intervistando gli impiegati dove la donna aveva lavorato, semplici o casuali conoscenti. Ma dopo aver ascoltato sospettati, false testimonianze e false confessioni, si trovò in un vicolo cieco. Tra i sospettati comparve anche il nome di  Orson Welles.

La morte della Dalia Nera rimane il caso più tristemente famoso di Los Angeles e dopo 74 anni è ancora irrisolto. Elizabeth Short è sepolta nel cimitero di Mountain View in Oakland.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Giusto non significa necessariamente uguale

Read More →