Loading...
You are here:  Home  >  Accade oggi  >  Current Article

Il Massacro di Sand Creek

By   /   29 Novembre 2020  /   Commenti disabilitati su Il Massacro di Sand Creek

Tra le numerosissime violenze, crudeltà ed empietà commesse ai danni dei nativi americani, il massacro di Sand Creek, nel Colorado, si distingue per la spietatezza con cui fu compiuta.

Il 29 novembre 1864 circa 700 soldati della milizia statale, al comando del colonnello John Chivington, a dispetto dei trattati firmati tra i capi tribù e il governo americano, attaccò un accampamento di pacifici e indifesi Cheyenne e Arapaho, situato nei pressi del fiume Big Sandy Creek, mentre tutti gli uomini erano a caccia di bisonti, uccidendo oltre 150 tra donne e bambini indifesi, mutilandone i corpi e scalpandoli.

La “vittoriosa battaglia” contro nativi ribelli, come fu definita inizialmente, fu successivamente oggetto di varie investigazioni da parte dell’Esercito statunitense e del Congresso, che, pur condannando nelle loro conclusioni l’operato di Chivington e dei suoi uomini, nei loro confronti non fu preso alcun provvedimento disciplinare.  Chivington si congedò regolarmente al termine del suo regolare periodo di servizio e, dopo vari tentativi di mettersi in politica, diventò sceriffo di Denver.

Per rappresaglia alcuni insediamenti di coloni europei furono attaccati, ma alla fine molte tribù preferirono prendere la strada dell’esodo dalle terre native del Colorado orientale.

L’area del massacro è oggi inserita nel National Park Service come Sand Creek Massacre National Historic Site. L’episodio ispirò svariate opere letterarie, film (tra cui “Soldato blu”) e canzoni, tra cui quella bellissima di Fabrizio De Andrè, Fiume Sand Creek”. 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Inizia la tradizione dell’insediamento del Presidente USA il 20 gennaio

Read More →