Loading...
You are here:  Home  >  Accade oggi  >  Current Article

Nasce la Scuola Militare Nunziatella

By   /   18 Novembre 2020  /   No Comments

233 anni fa nasceva la Reale Accademia Militare, oggi Scuola Militare “Nunziatella”, per volere del Re Ferdinando IV di Borbone, allo scopo di formare una classe di ufficiali sempre più preparata sia nelle discipline prettamente militari sia nelle materie tecniche quali la matematica e le scienze umanistiche.

Per questa tradizione, infatti, la Scuola accoglie giovani che al termine degli studi conseguiranno la maturità classica o scientifica e qualora lo desiderassero, continuare gli studi militari presso le diverse Accademie Militari (Esercito, Marina e Aeronautica).

La Scuola fu realizzata dall’allora Tenente del Genio Giuseppe Parisi, che traferì in un’unico edificio, l’antico noviziato gesuitico di Pizzofalcone, le preesistenti Accademia di Artiglieria e del Genio e il Battaglione Real Ferdinando. L’edificio, posto alle spalle di Piazza Plebiscito, è immediatamente riconoscibile per la sua sontuosità e il vivace colore delle sue mura che ne hanno dato l’appellativo di “Rosso Maniero”. Il nome “Nunziatella” nasce invece dall’annessa chiesa della Nunziatella, così chiamata perché più piccola della basilica della Santissima Annunziata Maggiore.

Per accedere i giovani, in età compresa tra 15 e 17 anni, devono superare un Concorso, al termine del quale ne verranno scelti circa 90 che durante la cerimonia di giuramento, nel giorno dell’anniversario della sua fondazione in Piazza Plebiscito, ricevono lo “spadino” con cui l’anziano investe formalmente il giovane ormai formalmente “allievo”. 

Come tradizione delle Accademie Militari anche la Scuola, oltre alla consegna dello spadino, ha il suo Mak Π 100, a 100 giorni dalla fine dell’ultimo anno scolastico, con il tradizionale ballo di corso abbinato al ballo delle debuttanti.

La Scuola è uno dei più antichi istituti di formazione militare d’Italia e del mondo che nella sua lunga vita ha attraversato tutti i momenti salenti della storia italiana. Tra le sue mura, sotto la guida di illustri maestri, si sono formati schiere di giovani ragazzi, e oggi anche donne, che hanno dato lustro al nostro Paese

Lo testimoniano la medaglia di bronzo al valore dell’Esercito e la una croce d’oro al merito dell’Arma dei carabinieri di cui si fregia la bandiera della scuola, e i numerosissimi riconoscimenti nazionali e internazionali ricevuti dai suoi ex allievi

La Scuola, il cui motto dal 1937 è “Preparo alla vita e alle armi”, è stata dichiarata “Patrimonio storico e culturale dei Paesi del Mediterraneo”, è inoltre vincitrice del premio Cypraea per la Scienza (1994) per l’ambiente e la scienza, e del premio Mediterraneo Istituzioni. Ad essa è infine intitolata una vetta del massiccio del Karakorum, una sub catena montuosa situata a nord-ovest della catena dell’Himalaya.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You might also like...

Giorno del Ringraziamento

Read More →