Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

LE SQUADRE ITALIANE NELLA 3^ GIORNATA DI CHAMPIONS LEAGUE 2020/2021

By   /   8 Novembre 2020  /   Commenti disabilitati su LE SQUADRE ITALIANE NELLA 3^ GIORNATA DI CHAMPIONS LEAGUE 2020/2021

l’Inter di Antonio Conte è ospite del Real Madrid a Valdebebas per la terza gara dei gironi di Champions League. I nerazzurri dopo i 2 pareggi nelle prime due partite sono costretti a giocare per vincere per non rischiare di uscire ai gironi per il terzo anno consecutivo. L’Inter parte contratta con molti palloni persi a centrocampo da Vidal e Brozovic. Al 4′ il Real ha l’occasione di passare in vantaggio con Asensio ma Handanovic è reattivo e manda in calcio d’angolo. Dieci minuti più tardi arriva la reazione dell’Inter con Arturo Vidal che calcia molto forte dal limite dell’area ma il suo tiro termina all’esterno della rete con Courtois battuto. Al 25′ arriva il vantaggio dei padroni di casa. Con il Real Madrid in pressing alto Hakimi fa un retropassaggio sanguinoso sul quale si avventa il francese Benzema che con il primo controllo salta Handanovic e deposita il pallone in porta. Errore gravissimo del marocchino! La squadra di Conte accusa il colpo e infatti al 33′ sugli sviluppi di calcio d’angolo, il solito Sergio Ramos sfrutta il blocco di Casemiro su De Vrij e staccando più in alto di tutti sigla il suo 100esimo gol in tutte le competizioni con la maglia del Real. Il centrale difensivo spagnolo dimostra ancora una volta di essere mostruoso sotto porta. I nerazzurri invece che cadere reagiscono e riescono ad accorciare il risultato con Lautaro Martinez su assist fantascientifico di Barella. Il centrocampista italiano con un colpo di tacco al volo riesce a mettere davanti alla porta l’argentino che anticipando Varane incrocia e non sbaglia. Nel secondo tempo l’Inter entra in campo sia con un’altra voglia sia con un’altra cattiveria mostrando più equilibrio e compattezza di squadra. Al 68′ i nerazzurri pareggiano con Ivan Perisic, colui che doveva sostituire Lukaku. Dopo aver pareggiato, sulle ali dell’entusiasmo, l’Inter ha l’occasione di portarsi in vantaggio ancora con Lautaro, ma per sua sfortuna il tiro va a colpire il palo. All’80’ i Blancos ritrovano il vantaggio con il giovanissimo Rodrygo Goes. L’Inter si fa cogliere impreparata ancora con Hakimi posizionato molto alto e Vidal arrivato in ritardo a chiudere il brasiliano. I nerazzurri perdendo a Madrid si ritrovano ultimi in classifica con soli 2 punti.
L’Atalanta si presenta alla supersfida con il Liverpool con De Roon e Gosens indisponibili e un Hateboer non al 100%. Purtroppo per Gomez e compagni il Liverpool compie la sua miglior partita dall’inizio di stagione con Diogo Jota in uno stato di forma eccezionale. Al 16′ i Reds passano in vantaggio con il portoghese Jota su assist spettacolare di Arnold. Al 33′ il nuovo acquisto del Liverpool si ripete con un gol bellissimo. Dopo aver stoppato il pallone perfettamente non lascia scampo a Sportiello calciando potentissimo. Nel secondo tempo l’Atalanta non rientra in campo e concede altri 3 gol in 9 minuti. Il primo di questi lo realizza Salah che riesce a sfruttare con la sua velocità tutto il campo lasciato scoperto dalla difesa bergamasca. Al 49′ il Liverpool fa il 4 a 0 con Mane dopo il tocco delizioso di Salah. Al 54′ gli inglesi fanno la “manita” ancora con Diogo Jota che realizza la sua prima tripletta con la maglia del Liverpool. Al 67′ l’Atalanta ha l’opportunità di segnare il gol della bandiera con Duvan Zapata ma Alisson respinge in calcio d’angolo. La squadra di Gasperini dopo questa sconfitta rimane comunque in corsa per qualificarsi agli ottavi di Champions Leuague avendo conquistato 4 punti nelle prime due partite.
La Lazio vola in Russia per conquistare i 3 punti che sarebbero fondamentali nella corsa ai primi 2 posti nel girone. La squadra di Inzaghi si presenta a San Pietroburgo con tantissime assenze causa covid, come in Belgio contro il Brugges. La Lazio dopo un inizio buono passa in svantaggio alla prima occasione concessa. La squadra russa riesce a bucare la difesa sulla destra; Dzyuba fa la sponda ed Erokhin batte Pepe Reina. Al 37′ i biancocelesti reagiscono con il colpo di testa di Muriqi uscito di poco sopra la traversa. Nel secondo la Lazio ha la possibilità di pareggiare con un tiro quasi perfetto del “sergente” Milinkovic Savic. Il pareggio arriva però pochi minuti più tardi con Caicedo. L’attaccante ecuadoriano dopo aver trovato il gol vittoria al 98′ contro il Torino pareggia la partita con un tiro di prima intenzione che non lascia scampo a Kerzhakov. Al 93′ la Lazio fa correre un brivido a tutti i suoi tifosi perchè sull’errore gravissimo di Milinkovic lo Zenit aveva trovato il gol con Mostovoy. Per fortuna del serbo e di tutti i biancocelesti sul passaggio di Dzyuba, Mostovoy era in fuorigioco di pochissimo. La Lazio trova quindi il secondo pareggio esterno consecutivo e si porta al secondo posto nel girone a meno 1 dal Borussia Dortmund.
La Juventus vince senza problemi in Ungheria contro il Ferencvaros. I bianconeri passano in vantaggio al 7′ con il solito Morata che sfrutta l’ottimo cross di Cuadrado. La squadra di Pirlo non riesce a raddoppiare nel primo tempo, ma lo fa nel secondo ancora con Morata. L’attaccante spagnolo riceve la palla da Ronaldo e dopo il bel velo di Mckennie tira in porta di prima intenzione siglando la sua quarta rete in questa Champions League. Al 73′ il Ferencvaros si fa male da solo con Dibusz che compie un pasticcio clamoroso e consente a Dybala si segnare il più semplice gol della sua carriera. All’81’ la Juve fa il 4 a 0 con l’autogol di Dvali. Al 90′ complice una disattenzione della difesa bianconera Boli segna il gol della bandiera che fissa il risultato sul 4 a 1. La juve consolida il suo secondo posto nel girone dietro al Barcellona che è a punteggio pieno. Pirlo può essere soddisfatto per questa vittoria, con Dybala che è ritornato al gol e una forma fisica che migliora di partita in partita.
RISULTATI:
REAL-MADRID3-2INTER 25’BENZEMA(R),33’RAMOS(R),35’MARTINEZ(I),68’PERISIC(I),80’RODRYGO(R)
ATALANTA 0-5 LIVERPOOL 16′,33′ E 54′ JOTA,47’SALAH,49’MANE
ZENIT 1-1 LAZIO 32’EROKHIN(Z),81’CAICEDO(L)
FERENCVAROS 1-4 JUVENTUS 7’E 60’MORATA(J),73’DYBALA(J),81’AUT.DVALI(J),90’BOLI(F)

By Pier Luigi Di Rauso

    Print       Email

You might also like...

10 Giornata di Liga: L’Atletico Madrid mette la freccia

Read More →