Loading...
You are here:  Home  >  Accade oggi  >  Current Article

415 anni fa la Congiura delle polveri

By   /   5 Novembre 2020  /   Commenti disabilitati su 415 anni fa la Congiura delle polveri

Il 5 novembre 1605 è una ricorrenza ancora oggi celebrata in Inghilterra per ricordare il fallito complotto, conosciuto con il nome di “The Gunpowder Plot” (Congiura delle polveri), per uccidere re Giacomo I d’Inghilterra e tutto il suo governo, facendo saltare in aria il Parlamento inglese, riunito per l’apertura.

L’attentato, organizzato dai cattolici per fermare le persecuzioni, fu capeggiato da Robert Catesby e altri 12 membri tra cui Guy Fawkes, passato alla storia perché colto da Sir Thomas Knyvet con le mani nel sacco mentre tentava di accendere la miccia e dare fuoco ai 36 barili di polvere da sparo accumulati nella cantina sotto il Parlamento.

Alcuni cospiratori riuscirono a fuggire ma furono raggiunti dalle guardie del re e fatti prigionieri o uccisi durante gli scontri. Fawkes catturato fu sottoposto a torture finché confessò alcuni nomi degli altri congiurati, ma non dei preti cattolici coinvolti né del Protettore (il conte di Northumberland). Successivamente, dopo ulteriori torture Fawkes fece i nomi dei 2 preti: padre Tesimond e padre Garnet, trasformando così la congiura nel “complotto dei gesuiti”.

Gli 8 cospiratori superstiti furono processati e condannati a morte per impiccagione ma lasciati ancora vivi per essere, secondo l’usanza, sventrati e squartati, ma non padre Garnet che, su richiesta della folla, fu lasciato morire impiccato.

Il complotto ha ispirato il fumetto di Alan Moore, “V per Vendetta“ , da cui fu tratto il celeberrimo omonimo film. Il volto di Fawker è diventata la nota maschera di Anonimus.

La Congiura delle polveri è tuttora considerata un simbolo della lotta alla tirannia e al potere politico forte.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Robert Baden-Powell fonda il movimento scout

Read More →