Loading...
You are here:  Home  >  Salute  >  Current Article

2 giugno: Giornata Mondiale dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA)

By   /   2 Giugno 2020  /   Commenti disabilitati su 2 giugno: Giornata Mondiale dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA)

(fonte AGI)

Per noi italiani il 2 giugno rappresenta la festa Nazionale della Repubblica ma per il mondo questa data è ricordata come il giorno in cui si da voce ai malati, tanti e soprattutto giovani, affetti da Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA). Oggi, infatti, si celebra la quinta Giornata mondiale d’azione contro i disturbi alimentari. Una piaga dilagante che colpisce soprattutto la fascia giovanile della popolazione. Nel mondo i dati fanno si che i DCA abbiano una consistenza numerica avente le caratteristiche di una vera e propria pandemia. Si stima che in tutto il mondo siano più di 60 milioni le persone affette da anoressia, bulimia, binge eating ed altre sfumature di queste che ricadono nel grande capitolo dei DCA. In Italia sono 3 i milioni di persone che convivono con problemi legati alla gestione del cibo. Di questi 2,3 milioni sono adolescenti. La malattia maggiormente presente in questa fase della vita (15-25 anni) è di sicuro l’anoressia; sino a una decina d’anni fa l’anoressia colpiva per l’85-90% il sesso femminile ma oggi i dati confermano un costante aumento di casi anche nel sesso maschile. L’adolescenza proprio in quanto fase delicata della vita caratterizzata da cambiamenti fisici, psicologici e dall’inizio della costruzione di relazioni affettive al di fuori della sfera familiare è l’età nella quale vi è l’incidenza più alta dei casi. La pubertà cambia il corpo dei giovani e la ricerca d’approvazione da parte del gruppo può portare ad un’attenzione ossessiva nei confronti del proprio aspetto fisico. La dottoressa Simonetta Marucci medico specialista in endocrinologia che svolge, tra l’altro, la sua professione nel primo centro pubblico extra-ospedaliero interamente dedicato al trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare, della Azienda USL Umbria 1 Palazzo Francisci di Todi (dcafrancisci@uslumbria1.it). afferma che “gli studi confermano, il ruolo esercitato dalle pressioni culturali verso canoni estetici legati alle forme corporee, in particolare verso la magrezza. E’chiaro che questo non rappresenta la causa della malattia, che riconosce molti fattori diversi, ma è un fattore su cui si può focalizzare l’espressione di un disagio di varia natura. (sociale, familiare, esistenziale….). Stanno comparendo, contemporaneamente nuovi disturbi e nuove ossessioni: La ORTORESSIA: ossessione per il cibo sano; la BIGORESSIA: ossessione per il corpo muscoloso, presente soprattutto nei maschi, detta anche ANORESSIA INVERSA, la pericolosissima DRUNKORESSIA: questi adolescenti, per poter incontrare gli amici e bere insieme, saltano i pasti ed assumono calorie quasi completamente sotto forma di alcolici. Come se non bastasse, continua la dottoressa,  nella rete vi sono siti Pro-ANA e Pro-MIA, che rappresentano un rischio piuttosto incontrollabile. Tenuti e gestiti da persone malate di DCA, che “offrono” i loro consigli per mantenere il peso basso, per pratiche disfunzionali (vomito, purghe) finalizzate a mantenere un basso peso. All’interno delle maglie di questa rete finiscono molti adolescenti, facilmente manipolabili. Non solo quindi Anoressia e Bulimia ma altri DCA attentano la vita dei nostri giovani. Il centro di Palazzo Francisci di Todi rappresenta una risposta ad una cura possibile nei confronti di un problema che riguarda la parte migliore della nostra società. Stiamo attenti ai primi segnali che i giovani ci inviano come: eccessiva attenzione alle calorie ingerite; evitare di mangiare con gli altri; ossessione per il proprio peso; sminuzzare il cibo in piccoli pezzi e allungare il tempo di consumazione; eccessiva attività fisica soprattutto aerobica (corsa, bici); progressivo isolamento dagli altri; permanenza per lungo tempo al bagno per vomitare le cose mangiate. E’ una lotta dura che insieme a chi soffre di DCA è possibile vincere. Buon 2 giugno e W l’Italia.

 

Maurizio Lupardini

    Print       Email

You might also like...

COVID-19: attenzione alla perdita dell’olfatto e del gusto

Read More →