Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Missione Difesa  >  Current Article

4 Maggio: 159° anniversario della costituzione dell’Esercito Italiano

By   /   4 Maggio 2020  /   Commenti disabilitati su 4 Maggio: 159° anniversario della costituzione dell’Esercito Italiano

Il 4 maggio 1861 l’allora Ministro della Guerra, il generale Manfredo Fanti, firmava la nota n. 7 in cui decretava la fine del Regio Esercito e la nascita dell’Esercito Italiano: 

Vista la Legge, in data 17 marzo 1861, colla quale S,M. ha assunto il titolo di Re d’Italia, il sottoscritto rende noto a tutte le Autorità, Corpi ed Uffici militari che d’ora in poi il Regio Esercito dovrà prendere il nonne di Esercito Italiano, rimanendo abolita l’antica denominazione d’Armata Sarda. Tutte le relative iscrizioni ed intestazioni che d’ora in avanti occorra di fare o di rinnovare, saranno modificate in questo senso”.

Come ha ricordato nel suo messaggio augurale il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, generale Salvatore Farina, quest’anno l’anniversario “ricade in un periodo di particolare drammatica emergenza e di profonda difficoltà per la comunità internazionale, per il nostro Paese e per ciascuno di noi”.

Non ci sarà dunque la tradizionale cerimonia nell’Ippodromo militare Gen. C.A. Pietro Giannattasio” in viale Tor di Quinto, Roma, ma, come ha sottolineato il Capo di SME, si celebrerà “semplicemente compiendo al meglio il proprio dovere”.

Il Capo dell’Esercito ha citato i molteplici impegni e il contributo che la Forza Armata ha dato in passato e continua a dare oggi, sia in territorio nazionale e sia internazionale, operando a fianco delle Istituzioni dello Stato, delle altre Forze Armate, di Polizia e della Protezione Civile.

Un excursus che partendo dalle guerre risorgimentali, passando per i due conflitti mondiali, è giunto fino al contributo per la liberazione, dalle missioni internazionali per garantire sicurezza e pace ai tanti interventi in pubbliche calamità ed emergenze effettuate in Patria.

 E alle donne e agli uomini di ieri e di oggi, impegnati nelle varie operazioni in Italia e fuori area, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha rivolto il suo ringraziamento, ricordando che ai sacrifici e alle rinunce che ogni missione comporta oggi si aggiunge la sofferenza per la perdita di tante vite umane, ai cui familiari si è stretto in un ideale abbraccio.

Concludendo il messaggio, il generale Farina ha voluto rassicurare tutti gli italiani che i soldati, donne e uomini dell’Esercito, orgogliosi di servire il Paese “… ci sono oggi, come in passato e come sarà per sempre, per voi e insieme a voi”.

 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

72° Anniversario della Scuola di Artiglieria Controaerei

Read More →