Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Liga  >  Current Article

Liga: Analisi della 23esima giornata

By   /   15 Febbraio 2020  /   Commenti disabilitati su Liga: Analisi della 23esima giornata

Nella Liga continua la corsa a 2 delle formazioni di testa. La capolista Real Madrid sembra aver superato la bruttissima sconfitta subita tra le mura amiche con la Real Sociedad. L’eliminazione dalla Coppa del Re aveva scosso tutto l’ambiente provocando grandi malumori.Il successo maturato a Pamplona ha ridato carica ed energia. La partita è iniziata in salita per i blancos per il vantaggio dell’ Osasuna grazie alla rete di Unai Garcia che approfitta di uno svarione difensivo di Ramos e compagni. Il Real Madrid stenta a trovare la quadratura complici anche l’assenza pesante di Hazard ancora convalescente. In assenza del gioco i blancos mettono tutto il loro vigore agonistico rendendosi pericolosi sia con Bale sia con Carvajal. Il Real Madrid deve aspettare la mezz’ora per trovare il pareggio grazie ad una prodezza di Isco che di destro insacca imparabilmente. Il raddoppio ed il conseguente vantaggio porta la firma del grandissimo capitano Sergio Ramos che grazie al  colpo migliore del suo repertorio con un perfetto colpo di testa servito magnificamente da Casimiro realizza il gol del vantaggio per 2 a 1. La ripresa si apre con vistose proteste da parte di Modric per un presunto fallo da rigore subito ad opera di Estupinan. Zidane al quarantesimo sostituisce Bale con Lucas Vasquez. Il cambio si rivela azzeccatissimo. Infatti Il nuovo entrato servito benissimo da Benzema calcia fortissimo in diagonale e realizza il gol del 3 a 1. Jovic subentrato nella ripresa realizza il gol del 4 a 1.

Grandissima prova anche del Barcellona che riesce a rimontare due volte il doppio svantaggio e a vincere 3 a 2 contro un Betis mai domo. Anche il Barcellona deve fare i conti con una rosa falcidiata sia da infortuni di grandissimi giocatori come  Luis Suarez e Dembelè sia dalla squalifica di Piqué. Nonostante queste grandi assenze  Sentin lascia in panchina Jordi Alba e Ansu Fati preferendo Junior Firpo ed Arturo Vidal  che deve fornire i rifornimenti a Messi e Griezmann.Anche il Betis ha le sue grandi assenze ma ha un rientro importantissimo sia per qualità tecniche sia per carisma , William Carvalho. La partita assume un ritmo molto alto da parte di entrambi le formazioni. Va subito in vantaggio la formazione di casa su rigore con Canales che trafigge Ter Stegen. Il Barcellona non sta a guardare ed il solito Messi pesca benissimo De Jong che dopo aver controllato stupendamente di petto calcia al volo mettendo la palla in rete. Il Betis può fare affidamento su un grande Fekir che fa impazzire la difesa del Barcellona. Non a caso Il franco-algerino aveva già provocato l’ammonizione di Lenglet in occasione del rigore. Il raddoppio del Betis porta proprio la firma di Fekir. Il pareggio del Barcellona avviene dopo un’azione molto confusa e piena di rimpalli ad opera di Busquets. Il Barcellona dopo il pareggio spinge fortissimo ed in un paio di occasioni Messi va vicino alla rete. Al 72esimo la pulce su un calcio da fermo pesca benissimo Clement Lenglet che con un grande colpo di testa riesce ad indirizzare imparabilmente la palla nell’angolino in basso della porta. Il Betis conclude la sua partita al 76esimo quando l’ arbitro mostra il cartellino rosso a Nabil Fekir già ammonito. Per il titolo continua il cammino del Real Madrid e del Barcellona distanziati di soli tre punti . Il Getafe e l’Atletico Madrid oramai sono fuori dai giochi per il titolo.

 

By Pier Luigi Di Rauso

    Print       Email

You might also like...

Il Real Madrid è campione di Spagna, la Liga 19/20 è sua

Read More →