Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Accuse e contraccuse tra Iran e Francia Germania e Regno Unito

By   /   6 Dicembre 2019  /   Commenti disabilitati su Accuse e contraccuse tra Iran e Francia Germania e Regno Unito

Francia, Germania e Gran Bretagna, tempo addietro, hanno inviato al Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, una lettera in cui accusano l’Iran di voler perseguire il programma nucleare, contravvenendo alla risoluzione ONU del 2015, come testimoniato dai recenti lanci di missili balistici.

A conferma delle loro tesi, Francia, Germania e gran Bretagna, si riferirono al lancio, del 24 luglio scorso, di una variante migliorata del missile balistico Shahab-3, dotato di un veicolo di rientro manovrabile la cui tecnologia lo renderebbe capace di trasportare una testata nucleare, come propagandato dai media iraniani.

Che lo Shahab-3 fosse in grado di portare una testata nucleare, secondo i tre paesi europei, lo diceva anche il rapporto del 2015 dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (IAEA) secondo la quale “ci sarebbero sufficienti prove che dimostrano che la ricerca condotta tra il 2202-2003 tendono a realizzare uno Shahab-3 capace di trasportare testata nucleare”.

Inoltre, nella stessa lettera citavano anche altri esempi, tra cui il lancio in orbita del satellite Safir, effettuato senza successo lo scorso 29 agosto, che, secondo gli esperti delle Nazioni Unite, il satellite presentava  molto similitudini, in materiali e tecnologie, a un missile balistico. 

L’Iran, per bocca del Ministro degli Esteri, Mohammad Javad Zarif, pur ammettendo di non voler rinunciare ai sui programmi missilistici e satellitari, nel rispetto delle leggi internazionali, contraccusa, ieri ha scritto al Segretario Generale ONU, dicendo che i 3 Paesi europei dicono falsità poiché nessun missile balistico iraniano ha capacità nucleare. Secondo Teheran i tre cercano di compiacere Donald Trump per evitare rappresaglie contro alcune loro società che in barba alle sanzioni USA continuano a rifornirsi di petrolio iraniano.

In quanto alla relazione dell’Agenzia, l’Iran risponde che anche questa affermazione non è vera in quanto l’AIEA non ha competenze tecniche sui missili.

Francia, Germania e Gran Bretagna hanno chiesto al Segretario Generale ONU di riferire al prossimo Consiglio di Sicurezza, che si terrà il prossimo 19 dicembre, se le attività iraniane sia o non in linea con la risoluzione del 2015.

 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Il Commissario europeo Oliver Varhelyi in Albania

Read More →