Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

La visione croata nel semestre di presidenza del Consiglio Europeo

By   /   27 Novembre 2019  /   No Comments

Nella conferenza tenuta ieri a Osijek, capitale storica, culturale ed economica della regione della Slavonia, il Primo Ministro Croato Andrej Plenkovic ha indicato le 4 priorità del semestre di presidenza del Consiglio dell’Unione Europea: “…un’Europa che sviluppa e collega economicamente, in termini energetici e infrastrutturali, un’Europa che protegge ed è influente sulla scena globale.

Pur se l’Unione Europea è la seconda economia e costituisce il quinto del PIL globale, nell’attuale periodo di grandi cambiamenti tecnologici, geopolitici e demografici, l’economia e il mercato del lavoro dell’UE si trovano ad affrontare una concorrenza sempre crescente, principalmente dagli Stati Uniti e dalla Cina. La risposta a questo è un’Europa più forte che cresce e si sviluppa in modo equilibrato e integrativo”.

Per il Premier Plenkovic, per connettere i vari Paesi membri, occorre eliminare le differenze nei settori delle infrastrutture dei trasporti, della rete energetica, delle telecomunicazioni e della rete digitale.

Inoltre, presterà particolare attenzione alla sicurezza interna e promuoverà una più stretta cooperazione degli Stati membri nella lotta contro la criminalità organizzata, il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, e si prodigherà per attuare di una politica migratoria praticabile che includa la protezione delle frontiere esterne dell’UE.

Sia il Primo Ministro Plenkovic e sia il Ministro della Difesa, Damir Krsticevic, hanno dichiarato che la missione della Croazia sarà focalizzata ad aiutare i Paesi vicini balcanici non ancora membri dell’Unione Europea ad farne parte, al fine di garantire sicurezza e stabilità alla regione e all’Europa e fronteggiare alle nuove minacce. 

Ciò dovrà in ogni caso avvenire nel rispetto delle procedure e delle leggi dell’Unione, come l’indipendenza della giustizia, la lotta alla corruzione”, ha tenuto a precisare il Ministro degli Affari Europei ed Esteri Gordan Grlic Radman. 

Il Ministro della Difesa Krsticevic ha aggiunto che, oltre ai vicini Paesi balcanici, la Croazia si farà promotrice del rafforzamento dell’integrazione tra l’EU e i Paesi dell’America Latina, dove peraltro vive una numerosa comunità croata, rafforzare la competitività delle industrie della Difesa.

La Croazia è diventata membro dell’Unione Europea nel 2013, e la sua presidenza partirà dal 1 gennaio 2020.

 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Accuse e contraccuse tra Iran e Francia Germania e Regno Unito

Read More →