Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Riprendetevi i vostri foreign fighters!

By   /   15 Novembre 2019  /   Commenti disabilitati su Riprendetevi i vostri foreign fighters!

Questo è stato il monito, quasi ultimatum, che il Segretario di Stato Mike Pompeo ha lanciato ieri ai Ministri degli Esteri o rappresentanti, riuniti a Washington,  dei circa 30 Paesi che hanno aderito alla coalizione a guida americana per combattere lo Stato Islamico (IS).

In altri termini, considerato la volontà del Presidente Donald Trump di ritirare le sue truppe dalla Siria, gli USA non vogliono e non possono prendersi cura delle migliaia di foreign fighters, molti dei quali europei, detenuti nei vari campi.

Ogni Paese di origine del combattente deve prenderselo e processarlo secondo le sue leggi, non può demandare ad altri nella regione né è ipotizzabile istituire un tribunale internazionale per giudicarli.

La questione di cosa fare dei combattenti stranieri che avevano abbracciato la causa del califfato ritorna alla ribalta dopo che la Turchia ha lanciato l’operazione contro i curdi del nord della della Siria per costituire una striscia di sicurezza ai suoi confini.

Contro quei curdi che a fianco degli Stati Uniti hanno valorosamente combattuto i terroristi dello Stato Islamico, catturandone a migliaia e rinchiudendoli nelle loro carceri o in campi di detenzione. Questi ultimi sono stati bombardati dai turchi nella loro offensiva e molti dei combattenti islamici sono riusciti a fuggire, con il pericolo di riunirsi ai commilitoni ancora presenti nell’area oppure migrare in altre aree, quale il Sahel, dove già la minaccia terroristica è fortemente presente.

Ma la problematica dei rimpatri non è semplice, soprattutto perché non sarà facile per ognuno di loro raccogliere le prove degli eventuali crimini commessi, a parte la palese libera adesione allo Stato Islamico e la partecipazione alla lotta armata… e tante altre problematiche, senza tralasciare la questione del sovraffollamento delle carceri o del tipo di regime di detenzione da dottore nei loro confronti.

 

di Vito Dii Ventura

    Print       Email

You might also like...

Accuse e contraccuse tra Iran e Francia Germania e Regno Unito

Read More →