Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Lucca Comics & Games 2019

By   /   5 Novembre 2019  /   Commenti disabilitati su Lucca Comics & Games 2019

Lucca. Anche quest’anno la città toscana è stata “invasa” da un esercito di appassionati di fumetti, gadget, giochi e tanto altro. Un’invasione pacifica di ben 270 000 persone. Un ulteriore successo di pubblico e di numeri; ma non tutto quel che luccica è oro! In effetto è sconfortante sottolineare ogni anno che le criticità della manifestazione vengano sempre sottovalutate con la conseguenza che i disagi per i visitatori e gli operatori siano sempre gli stessi.

Più che l’organizzazione è stata la logistica a lasciare perplessi i visitatori. Capisco che si voleva dare una “viabilità” a piazza Napoleone, è giusto, logico. Non è logico farlo come è stato fatto. Ovvero mettere degli addetti della vigilanza con le transenne di plastica agli angoli della piazza che fermavano e deviavano la gente per fargli fare un “percorso” prestabilito. Ma fare una segnaletica? Costava molto stampare un cartello che spiegava al pubblico dove andare e come muoversi?  Anche perché, invece di snellire il traffico, con questa modalità si creava un “tappo” di persone che non sapevano dove andare nel momento che restavano bloccate. E credetemi, nella giornata con più pubblico, questa scelta ha pesato molto sulla vivibilità della fiera.

Anche la pioggia non ha aiutato, ma la fiera più grande e più importante d’Italia non dovrebbe “subire” rallentamenti per la pioggia, ci dovrebbe essere una pianificazione a monte per rendere l’evento il più piacevole e fruibile possibile.

Nella fattispecie ci sono state tante lamentele per le file interminabili agli stand per le dediche. Centinaia di ragazzi sono rimasti sotto la pioggia per una firma, in alcuni casi inutilmente, magari perché i fumetti che gli appassionati si erano portati dietro si sono danneggiati per la troppa pioggia.

 

Che Lucca sia la fiera delle file è ormai un dato di fatto, ma dispiace che l’organizzazione e le case editrici non abbiano pensato ad un modo per rendere le file, in caso di pioggia, meno traumatiche.

 

Parliamo anche di qualcosa di positivo! Hirohiko Araki, il creatore di JoJo, uno dei mangaka più amati del mondo, è stato uno dei grandissimi ospiti della manifestazione. La sua presenza è stata centellinata da Star Comics ma il pubblico italiano è letteralmente impazzito all’idea di poter incontrare il loro mito. Tantissimi i cosplay dei personaggi di Araki, tutti coloratissimi e dallo stile unico. Araki ha preparato 3 disegni che sono stati estratti a sorte tra i fortunati acquirenti della limited edition di JoJolion 1.

Alla Panini i protagonisti sono stati tanti, ma a suscitare l’interesse e la curiosità di molti  sono stati due sceneggiatori: Chris Claremont e Jim Starlin. Il primo è il papà degli X-men, l’uomo che ha reso i mutanti un vero e proprio fenomeno editoriale. Il secondo ha creato Thanos, il folle titano protagonista assoluto di Avengers oltre ad aver realizzato uno dei primi eventi “social” del fumetto, uccidendo il secondo Robin dopo una votazione popolare.

Al padiglione Bonelli tantissime novità ed autori. Successo clamoroso per il Texone di Villa e per tante altre novità come i cofanetti di Dragonero e Dylan Dog o il primo numero di Attica.

 

 

Mi è piaciuto molto come è stata gestita l’area games. In passato questo mega padiglione è sempre stato preso d’assedio sin dai primi giorni e sempre poco accessibile. Quest’anno invece scegliendo di spostare i video games in altre zone l’ambiente è risultato molto più vivibile. Grande spazio per i giochi di ruolo, miniature e anche i Libro games che stanno ritornando alla ribalta dopo essere stati per lungo tempo latitanti.

E i videogames? I grandi publisher hanno deciso di prendere un padiglione dedicato, quindi spazio a marchi come Sony, Nintendo e tanti altri.

 

Presentato in anteprima l’atteso video games di Avengers e di Cyberpunk 2077, inoltre fuori dal padiglione Sony veniva realizzato un murales dedicato all’ormai imminente Death Stranding.

Tanti gli editori presenti al padiglione Napoleone, il fulcro della fiera. Ovviamente c’è stato il successo annunciato per il nuovo libro di Zerocalcare che nel giro di pochissimo ha esaurito tutte le variant cover.

Pages: 1 2

    Print       Email

You might also like...

Murder Falcon

Read More →