Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Attualità  >  Current Article

Stress da rientro? I consigli per superarlo

By   /   3 Settembre 2019  /   Commenti disabilitati su Stress da rientro? I consigli per superarlo

“Settembre, andiamo. E’ tempo d migrare…”,così inizia la poesia lirica “I Pastori” di Gabriele d’Annunzio. Anche per il Vate la fine dell’estate rappresenta un momento di nostalgia di terre lontane e di memorie velate di sogno. Il mese di settembre poi è da sempre considerato un periodo di cambiamento che echeggia ancora l’estate e che con i suoi tramonti arancioni ci racconta di un imminente autunno. E’ anche un mese in cui si possono presentare difficoltà nel ritornare alla routine lavorativa e familiare. Ridotta  concentrazione, svogliatezza, una sensazione di malinconia e scarsa energia possono essere i compagni dei primi giorni di rientro dalle vacanze. I problemi che per qualche settimana si erano lasciati alle spalle si ripresentano e la spensieratezza e la felicità delle vacanze sembra svanire in un soffio. Se vi riconoscete in quanto scritto niente paura; potreste essere afflitti dalla cosiddetta post-holiday blues, uno stato di malinconia successiva al periodo di ferie al rientro nei luoghi di lavoro che, in genere, è di breve durata (al massimo 4 settimane) ed è seguita dalla frenesia di pianificare un altro periodo di ferie o uno stop lavorativo. Come correre ai ripari o meglio prevenire tale stato di disagio? Una ricerca della dottoressa Franziska Alesso-Bendish, fondatrice di Well Work Solutions– società di consulenza sulle performance e il benessere sul posto di lavoro – fornisce utili consigli. Per prima cosa far leva sui punti di forza legati a un periodo di riposo appena terminato quali: maggiore creatività grazie ad una mente più fresca e pronta a trovare soluzioni innovative; capacità di valutare la possibilità di nuovi progetti di lavoro o nuovi modi per svolgere i proprio compiti in maniera più efficiente.

Secondo lo studio della dottoressa Alesso- Bendish la cosa più utile da fare è ritrovare un legame diverso con i colleghi di lavoro magari scegliendo un nuovo posto dove consumare il pranzo o salutare il rientro al lavoro con un’attività conviviale come una cena o un’uscita per un aperitivo. Un’altra regola consiste nel concedere del tempo per se stessi pensando al proprio benessere con passeggiate salutari, se possibile a contatto con la natura da soli o con gli amici. Nelle giornate di maggior criticità è importante porre l’attenzione sul significato che il lavoro assume nella vita di ognuno di noi piuttosto che rimembrare di essere ancora in vacanza e non assaporare anche quei piaceri che il momento presente può regalarci.

Maurizio Lupardini

    Print       Email

You might also like...

Prendersi cura di fiori e piante mette il buonumore

Read More →