Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Attualità  >  Current Article

Quando il sogno diventa realtà

By   /   17 Luglio 2019  /   Commenti disabilitati su Quando il sogno diventa realtà

Quando si dice: “il colpo di fortuna”. Ebbene, questa volta la Dea bendata ha baciato Karina Ramage, la nuova cantautrice britannica emergente.

La storia è questa. Un giorno, tornando dalle prove con la chitarra, ha raggiunto il suo posto di lavoro presso il supermercato Waitrose nel West Hampstead a nord-ovest di Londra, dove ha incrociato Daniel Glatman, un manager musicale di 44 anni, intento a comprare biscotti e farina. 

Vedendola con la chitarra, i due hanno iniziato a parlare di musica e, una parola tira l’altra, alla fine Glatman le ha chiesto di fargli sentire qualcosa. Colta all’improvviso, non si è persa d’animo e ha cominciato a suonare e cantare una delle sue canzoni, “Wasteland”.

Risultato: audizione all’istante!

Come lei stessa dice: ”Il 20% della mia vita è Waitrose, l’altro 80% è cantando, cantando, cantando la mia musica ovunque posso. E quando meno te lo aspetti, nel posto più impensabile ecco che incontro un manager e… è troppo figo

Intervistata a Radio 1 Newsbeat ha rivelato che la sua è stata una “combinazione di fortuna, biscotti e Donald Trump”.

Cosa centra il Presidente degli Stati Uniti? Proprio la sua dichiarazione di non credere nel cambiamento climatico, l’ha ispirata a scrivere la canzone “Wasteland”.

L’ho scritta mentre Trump era in TV dicendo che il cambiamento climatico non era vero, e questo mi ha fatto innervosire. Così quando ho scritta la canzone, provavo qualcosa di cui avevo paura ma era anche un modo per esprimermi e ricordare a me stessa di fare il meglio che posso”.

La canzone infatti parla di come le abitudini degli uomini condizionano la sostenibilità del pianeta… a meno che non cambiamo le nostre abitudini e la smettiamo di ritenere di vivere in una specie di “terra dei rifiuti”.

Nata da genitori britannici, ha vissuto per anni a Oltingue, in Francia, ai confini con la Svizzera, dove ha imparato a suonare la chitarra e a cantare da autodidatta. Da ragazza è stata la voce di alcune rock band ed ha cominciato a comporre canzoni, convincendosi sempre più di voler intraprendere la carriera di cantante.

Approdata a Londra, si è unita a qualche band innovativa, come gli Imperium DnB, ma si è subito stancata dell’ambiente londinese del circuito musicale, da lei ritenuto vecchio e sessista, ed ha cominciato ad esibirsi come artista di strada.

Fino al giorno in cui ha incontrato il suo manager, il colpo di fortuna che gli ha cambiato la vita. Una bella “favola” moderna.

 

di Vito Di Ventura

foto: by MEGAN THOMAS

    Print       Email

You might also like...

Non “crisi al buio” ma “crisi pazza”

Read More →