Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Esercizio fisico: basta un’ora a settimana

By   /   29 Giugno 2019  /   Commenti disabilitati su Esercizio fisico: basta un’ora a settimana

Stanchi di pagare la palestra per non andarci mai? Il caldo afoso estivo ci rende pigri? È arrivato il momento di buttare via ogni scusa o presunte difficoltà e fare attività fisica. Uno studio condotto da Matthew Cocks ricercatore della John Moores University di Liverpool, ha dimostrato che bastano pochi minuti al giorno per far si che il nostro corpo e la nostra mente abbiano gli stessi benefici di 150 minuti settimanali di attività fisica moderati. La ricerca ha messo a confronto un programma di esercizi da poter svolgere in casa, da eseguire anche senza l’ausilio di un personal trainer, con uno svolto in palestra con un istruttore qualificato. Nel Journal of Physiology, rivista scientifica dove è stata pubblicata la ricerca, viene decritto come esercizi fatti anche senza attrezzi (ad esempio saltelli o corsa sul posto, piegamenti con le braccia di medi intensità)  siano alla portata anche di chi non ha mai condotto una vita all’insegna dello sport e diano importanti benefici psico-fisici. Intervistato dall’agenzia di stampa ANSA il dott. Cocks ha spiegato che ha voluto verificare se un programma di esercizio cosiddetto “high intensity interval” (che consiste in un minuto di esercizio intervallato da un minuto di riposo per 4-8 ripetizioni) migliori la salute”. “Il nostro programma – continua – durava dai 9 ai 19 minuti, inclusi 2 minuti di riscaldamento iniziale e 2 minuti di stretching finale. I partecipanti hanno svolto questa routine per sole tre volte a settimana, per un totale di 27-57 minuti settimanali”. Un’ora di esercizio a settimana quindi ha gli stessi benefici di ore e ore passate in palestra a strizzare i nostri muscoli nel tentativo di perdere qualche centimetro di grasso. Un circuito che possiamo fare a casa è, ad esempio, quello chiamato Tabata. L’allenamento consiste in una serie in sequenza di esercizi. Si inizia con 20” di Squat (in piedi a gambe divaricate scendere lentamente inspirando e poi ritornare lentamente in posizione di partenza espirando), 10” di riposoPush up (in posizione di plancia con le gambe distese e unite, inspirando piegare le braccia mantenendo il corpo allineato e toccare con il petto a terra, espirando tendere le braccia e tornare nella posizione di partenza), 10” di riposo,  Affondi in avanti per 20”(piedi paralleli, fare un passo avanti formando con le gambe un angolo di 90 gradi arrivando a toccare terra con il ginocchio posto dietro, tornare nella posizione di partenza e ripetere con l’altra gamba), 10 “ di riposo, Sit up (supini a terra, con le braccia distese lungo i fianchi, sollevarsi fino ad arrivare con il busto perpendicolare al pavimento abbracciando le gambe). E allora cosa aspettiamo? Consultiamoci sempre prima con il nostro medico di famiglia e se tutto è ok compriamo una bella bottiglia d’acqua e buon esercizio. Non ci sono più scuse per essere pigri!

 

Maurizio Lupardini

    Print       Email

You might also like...

I precursori dell’ambientalismo – Storia e cultura del movimento Giovanile Tedesco

Read More →