Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Prorogata la missione UNSOM in Somalia

By   /   28 Marzo 2019  /   Commenti disabilitati su Prorogata la missione UNSOM in Somalia

Ieri il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato la Risoluzione n. 2461 con cui viene prorogata fino al 31 marzo 2020 la missione UNSOM (United Nations Assistance Mission in Somalia), il cui scopo è quello di fornire supporto al governo federale e alla AMISOM (African Union Mission in Somalia) per la ricostruzione della pace e dello stato somalo.

La prima operazione UNSOM I iniziò nel 1992 con la risoluzione n. 751 per facilitare gli aiuti umanitari, per arginare la dilagante carestia, e monitorare il cessate il fuoco del conflitto civile. A questa missione seguirono altre. La più tristemente nota è la UNISOM II (1993-1995) durante la quale accaddero diversi episodi, tra cui la battaglia di Mogasicio con l’abbattimento di 2 elicotteri statunitensi Black Hawk, e per noi italiani, la “battaglia del pastificio” in cui persero la vita 3 soldati e oltre 20 furono feriti, e successivamente la morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, le cui cause non sono ancora note. 

Attualmente i militari italiani sono presenti con la missione EUTM Somalia (European Union Training Mission), iniziata nel 2010, per la formazione dell’esercito somalo e dal 2013 anche con la MATE (Mentoring Advising and Training Element) il cui Quartier Generale è presso l’aeroporto internazionale di Mogadiscio, il cui compito è quello di fornire consulenza a livello politico e strategico.

AMISOM è stata invece costituita con la risoluzione n. 2372 del 2017 del Consiglio di Sicurezza il cui mandato è quello di agevolare il graduale passaggio delle responsabilità alle forze di sicurezza somale e di ridurre la minaccia del gruppo terroristico di Al-Shabaab o di altri gruppi armati.

Nella risoluzione, nel confermare gli obiettivi di mantenere e rafforzare la sua presenza in tutti gli stati federali della Somalia, il Consiglio di Sicurezza sottolinea l’importanza politica e di supporto tecnico di UNSOM, oltre a quello operativo e logistico, svolto in collaborazione con l’Ufficio di Supporto delle Nazioni Unite in Somalia. Il Consiglio chiede al governo federale somalo di accelerare le riforme nei settori chiave: sicurezza nazionale, una politica inclusiva, di pace e libertà, ed elezioni libere entro il 2020/21.

La risoluzione, inoltre, condanna le continue violazioni e gli abusi sui minori, compreso il reclutamento dei ragazzi, le violenze sessuali e il rapimento, specialmente da parte di Al-Shabaab in Somalia, chiedendo a tutte le parti in conflitto di attuare misure appropriate per porre fine a questi comportamenti.

Alla Somalia viene anche chiesto di porre attenzione alle diverse implicazioni del cambiamento climatico, disastri naturali ed ecologici, includendo una valutazione e le strategie di gestione dei rischi riferiti a questi fattori.

 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Notre-Dame de Paris, non solo un simbolo

Read More →