Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Voli sospesi per il Boeing 737 MAX 8 dopo l’incidente di ieri

By   /   11 Marzo 2019  /   Commenti disabilitati su Voli sospesi per il Boeing 737 MAX 8 dopo l’incidente di ieri

Molte compagnie aeree hanno sospeso i voli del Boeing 737 MAX 8 dopo l’incidente della Ethiopian Airlines avvenuto ieri in cui hanno perso la vita 157 persone di 33 nazionalità, tra cui 8 italiani.

Oltre all’Etiopia, anche Cina e la isole Cayman hanno già sospeso i voli in via precauzionale, in attesa di conoscere le cause dell’incidente su cui stanno lavorando gli esperti etiopi e americani della società costruttrice Boeing. Ma altre compagnie aeree potrebbero aggiungersi presto.

Il Boeing 737 MAX 8 è il modello più recente in circolazione della famiglia ed è stato venduto in quasi tutto il mondo, in quanto ritenuto altamente affidabile. La Boeing ha infatti fornito 350 velivoli a diverse compagnie aere, mentre ha ordinativi per altri 4.661 aerei. In particolare, la Cina ne ha ben 100 esemplari, oltre un quanto della sua intera flotta aerea.

Questo non è il secondo incidente che coinvolge questo aereo. Il primo è avvenuto il 29 ottobre scorso sul volo da Giacarta della Lion Air in cui perirono tutti i 189 passeggeri. 

Le cause di quest’ultimo incidente sono ancora da accertare, ma molti ritengono ce ci sia una similarità con quello di ieri, ovvero chiamano in causa il sistema di auto controllo dello stallo, di nuova introduzione. In pratica, quando il sistema ritiene che l’aereo abbia raggiunto, o stia raggiungendo, la velocità di stallo, lo fa picchiare per aumentare la velocità.  

La Boeing sta lavorando ad una modifica del software del sistema di stallo, ma allo stesso tempo sostiene fermamente che i piloti possono eseguire delle procedure per correggere i problemi incontrati dall’equipaggio della Lion Air.

Il Boeing 737 MAX 8 della Ethiopian Airlines  aveva lasciato l’aeroporto di Bole di Addis Abeba alle 08:38, ma dopo solo 6 minuti ha perso il contatto radio con la torre di controllo, a cui il pilota aveva comunicato di avere delle difficoltà e di voler rientrare. L’aereo era entrato in servizio il 15 November del 2018 e aveva effettuato oltre 1.200 ore di volo, e quella stessa mattina era rientrato da Johannesburg.

L’ultimo incidente che ha visto la Ethiopian Airlines risale al gennaio del 2010, quando il volo da Beirut subito dopo il decollo precipitò con 90 persone a bordo. In quel caso le autorità libanesi dissero che fu colpa del pilota, anche se la compagnia aerea non era affatto d’accordo. 

 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Iran: la battaglia di una donna per guidare una moto

Read More →