Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Il QATAR lascia l’OPEC

By   /   3 dicembre 2018  /   Commenti disabilitati su Il QATAR lascia l’OPEC

L’OPEC (Organization of the Petroleum Exporting Countries), l’organizzazione dei Paesi Esportatori di petrolio, dal 1° gennaio prossimo perderà il Qatar, uno dei suoi membri dal 1961.

 L’annuncio è stato dato dalla compagnia petrolifera Qatar Petroleum con una serie di tweet. Secondo il Ministro dell’Energia, Saad Sherida Al-Kaabi, “la decisione di ritirarsi riflette il desiderio del Qatar di concentrarsi sulla produzione di gas naturale”. Il piccolo Stato del Golfo è di fatto il maggior produttore mondiale di gas con circa il 30% della produzione.

Si tratta del primo Paese che lascia l’Organizzazione dalla sua fondazione nel 1960, anche se il ruolo del Qatar come produttore di petrolio era alquanto marginale specialmente se paragonato all’Arabia Saudita. Infatti, dei 25 milioni di barili al giorno  dell’OPEC, il Qatar contribuiva con circa 600.000 barili al giorno. L’OPEC produce il 44% di petrolio del mondo.

 Il Qatar è un piccolo produttore, perciò il suo contributo non era significativo, anche se è una delusione per l’Opec che invece cerca di attrarre nuovi membri”, ha commentato Robin Mills, il l’Amministratore Delegato del Qatar Energy, una compagnia di consulenza con sede a Dubai. Tra l’altro, con l’ingresso dei nuovi membri, Congo e la Guinea Equatoriale, la cui produzione in pratica eguaglia quella del Qatar, non ci dovrebbero essere grosse variazioni a livello globale, anche se la prima conseguenza si è già fatta sentire e il prezzo del greggio è balzato a 54 dollari al barile.

Probabilmente, l’uscita del Qatar è dovuta anche allo scontro che l’oppone all’Arabia Saudita che nel 2017, insieme agli Emirati Arabi Uniti, il Bahrain e l’Egitto, hanno imposto il blocco dei confini terresti e aerei, accusando il Qatar di finanziare il terrorismo e di avere legami troppo stretti con l’Iran, paese sciita considerato dai sauditi il loro nemico numero uno.

Il boicottaggio ha isolato il Qatar e creato notevoli disagi economici e sociali. I prezzi delle importazioni sono saliti e gli scambi commerciali  sono diminuiti di circa 1/5. A livello sociale molte famiglie sono rimaste isolate non potendo andare a trovare i loro parenti nei paesi arabi aderenti all’embargo.

Il Qatar comunque parteciperà alla prossima riunione dell’OPEC in programma questa settimana a Vienna.

 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

In Brasile uno squilibrato fa 4 morti

Read More →