Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Epidemia diabete: che fare?

By   /   18 novembre 2018  /   Commenti disabilitati su Epidemia diabete: che fare?

Il diabete è stata definita come una delle più grandi epidemie del nostro secolo. Secondo le stime ufficiali dell’International Diabetes Federation, è previsto che entro il 2030 vi saranno nel mondo oltre 552 milioni di persone affette da diabete. In Italia le persone che dichiarano di avere il diabete sono 3,27 milioni, il 5,4% della popolazione (dati ISTAT), ai quali aggiungere un altro milione che ancora non sa di essere diabetico e altri 7 milioni in una condizione cosiddetta di pre-diabete (vicini alla manifestazione conclamata della malattia).

La malattia diabetica è una malattia di natura cronica che si caratterizza per la presenza di elevati livelli di zucchero (glucosio) nel sangue (iperglicemia). La causa è un’alterata quantità o funzione dell’insulina prodotta dal pancreas che è l’ormone che consente al glucosio di entrare nelle cellule ed essere utilizzato come fonte di energia per l’intero organismo. Quando questo meccanismo non funziona, il glucosio si accumula nel sangue dando, a lungo andare, una sintomatologia severa che coinvolge diversi distretti corporei quali: gli occhi (retinopatia diabetica), i reni (nefropatia diabetica), il cuore e i vasi (rischio di malattie cardiovascolari da 2 a 4 volte più alto nelle persone con diabete che nel resto della popolazione) complicanze in gravidanza (malformazioni congenite del feto, elevato peso alla nascita e rischio di mortalità perinatale).

Anche se ormai è noto che per il diabete vi è una predisposizione di natura genetica, diversi studi scientifici hanno dimostrato che le persone a rischio (famigliari con diabete, obesità, vita sedentaria, stress, fumo valori dello zucchero nel sangue ai limiti massimi previsti) hanno la possibilità di ridurre lo sviluppo della malattia ponendo in essere uno stile di vita “sano”. Le regole da rispettare a tavola e durante la giornata sono queste:

  • se si è in sovrappeso l’obiettivo è quello di perdere almeno 5 chili, in maniera tale da ridurre il rischio di contrarre il diabete e migliorare lo stato di benessere generale;
  • svolgere 30 minuti di esercizio fisico moderato al giorno è un’attività sufficiente a mantenere il peso corporeo e tenere sotto controllo la glicemia;
  • non fumare;
  • preferire legumi, carne bianca e pesce rispetto alla carne rossa;
  • ridurre e limitare al massimo l’assunzione di formaggi (in particolare quelli ad alto contenuto di grassi) e di insaccati;
  • assumere una o due tazzine di caffè al giorno se non è sconsigliato dal proprio medico curante; il caffè preso a dosaggio adeguato aiuta a mantenere adeguati livelli di zucchero nel sangue;
  • evitare il vino (massimo un bicchiere al giorno se donna e due se uomo) e divieto assoluto per i superalcolici;
  • scegliere carboidrati integrali (pasta integrale, pane integrale, ecc.);
  • olio d’oliva si, con moderazione;
  • mangiare due porzioni di frutta al giorno e almeno una porzione abbondante di verdura a ogni pasto.

Maurizio Lupardini

    Print       Email

You might also like...

Sesso over 65: fa bene alla salute

Read More →